RISULTATI SERIE A, CLASSIFICA/ Diretta gol live score: Genoa salvo, Lecce in B!

- Mauro Mantegazza

Risultati Serie A e classifica: diretta gol live score delle ultime cinque partite della 38^ giornata, c’è ancora in ballo la terza retrocessione.

Nicola Serie A
Davide Nicola, allenatore del Genoa (LaPresse)

Si è chiuso il campionato di Serie A 2019/20, probabilmente il più travagliato della storia, con l’interruzione di quasi 4 mesi dovuta al lockdown per l’emergenza coronavirus. Il Genoa come l’anno scorso è riuscito a strappare la salvezza all’ultima giornata, Grifoni capaci di chiudere anticipatamente la contesa, con 3 gol segnati al Verona nel giro d’un tempo. Una mazzata per il Lecce che dopo aver rimontato 2 gol al Parma ha mollato la presa, facendosi battere in casa 3-4. Il Sassuolo nonostante la sconfitta contro l’Udinese chiude all’ottavo posto e l’anno prossimo partirà dagli ottavi di finale di Coppa Italia, infine pari 1-1 tra Bologna e Torino, con i felsinei che chiudono a metà classifica e i granata che riescono almeno a essere quintultimi, staccando di un punto il Genoa. (agg. di Fabio Belli)

IL GENOA DILAGA

A fine primo tempo nell’ultima serata della Serie A 2019/20 sembra già finita la lotta per evitare la retrocessione. Il Genoa è già avanti 3-0 sul Verona con una doppietta di Sanabria e un gol di Romero che rendono vane le speranze del Lecce. Che pure è partito malissimo, 0-2 dopo 20′ allo stadio Via del Mare col Parma avanti grazie a un’autorete di Lucioni e un gol di Caprari. Barak e Meccariello sul finale del primo tempo hanno riequilibrato la situazione, ma con una vittoria genoana qualunque risultato sarebbe inutile per i salentini. Negli altri match della serata, Bologna in vantaggio di misura sul Torino grazie a un gol di Svanberg, risultato a reti bianche tra Sassuolo e Udinese al Mapei Stadium. (agg. di Fabio Belli)

FIORENTINA OK AL “MAZZA”

Ci addentriamo in questa domenica interamente dedicata ai risultati della Serie A per l’ultima giornata di campionato: solo tra pochi istanti infatti avranno inizio gli ultimi quattro match di questa stagione 2019-2020 e solo al loro termine scopriremo come si chiuderà pure lo scontro salvezza, che vede ancora impegnati Genoa e Lecce. Nella trepidante attesa però vediamo, per i risultati della Serie A, che verdetti abbiamo ottenuto finora e nello specifico l’esito che ci arriva in questi minuti dal Paolo Mazza, dove è appena terminata la partita tra Spal e Fiorentina, col buon successo dei viola per 3-1. Dopo un buon primo tempo che si è concluso con il pareggio per 1-1, ecco nella ripresa le due formazioni sono apparse quanto mai stanche, fisicamente e mentalmente. Tanti gli errori grossolani che abbiamo visto in entrambe le parti del campo: abbiamo atteso poi fino al 89’ perchè la partita si sbloccasse ulteriormente. Negli ultimi minuti però ci ha pensato, con un lampo, Kouamè a risolvere la questione: all’89’ il bomber viola ha trovato la rete, ben servito da Pulgar, portando dunque i suoi in vantaggio. Il sigillo poi del 3-1 finale arriva solo nei minuti di recupero, a firma di Pulgar, che chiamato al dischetto (calcio di rigore concesso per fallo di Bonifazi), non manca il bersaglio e riesce dunque a regalare a Iachini tre punti e la chiusura con una vittoria, della stagione 2019-2020 della Serie A. Ora però occorre dare subito di nuovo la parola ai campi della Serie A: si gioca! (Agg Michela Colombo)

C’E’ EQUILIBRIO AL MAZZA

Siamo nel vivo del primo match che apre la domenica dedicata ai risultati della Serie A e durante il breve intervallo ben ricordiamo che al Mazza è pareggio tra Spal e Fiorentina, con il risultato di 1-1. Benché la posta in palio oggi sia quasi nulla, visto che entrambe le squadre già conoscono il loro destino, pure va detto che lo spettacolo in campo non è mancato, come anche lunghe fase di equilibrio. E’ stato infatti solo al 30’ che i Viola, schierati in campo con un 11 praticamente titolare hanno infranto lo pecchio avversario, con un gran gol di Duncan. La Spal, subita la rete ci ha messo poco a pareggiare: già al 39’ gli estensi, all’ultima partita in Serie A, hanno accorciato le distanze con D’Alessandro. E proprio i padroni di casa hanno avuto poi un’ottima occasione pochi istanti dopo per andare in vantaggio, poi sfortunatamente fallita. Vedremo che succederà ora nella ripresa della bollente partita a Ferrara. (agg Michela Colombo)

IN CAMPO AL MAZZA

Si accende finalmente questa domenica tutta dedicata ai risultati della Serie A, gli ultimi di questa tormentata stagione 2019-20 del campionato che giunge al termine, ovviamente con diverse settimane di ritardo. Nonostante la pandemia, lockdown e tanti dubbi sulla possibilità di chiudere il campionato, eccoci al termine ultimo di questa tormentata stagione della Serie A: a dare il via dunque a questo gran finale, solo tra pochi minuti sarà la sfida al Mazza tra Spal e Fiorentina, a l’attesa per questo match è grande anche se di fatto la posta in palio è poca cosa. Di fatto gli estensi conoscono già da tempo il loro destino, ovvero la retrocessione in cadetteria, e la squadra di Di Biagio è pronta a giocare questa ultima partita in Serie A al meglio delle loro possibilità. Questo contro una squadra, come la Fiorentina, che non ha altro da chiedere al questa stagione. I viola a settembre certo puntavano a qualcosa di più che un piazzamento tranquillo nella prima metà della classifica della Serie A, ma l’anno prossimo potranno certo dare soddisfazione alle loro ambizioni, sotto la guida di Beppe Iachini, che è stato appena riconfermato dalla dirigenza. Ma nel frattempo, serve chiudere il campionato 2019-20 con un sorriso e dunque dare il massimo anche in questo ultimo turno: si comincia! (agg Michela Colombo)

SFIDA SPECIALE PER MIHAJLOVIC

Sfida affascinante in programma in questa domenica riservata ai risultati della serie A, è certo quella che si accenderà tra poche ore al Dall’Ara tra Bologna e Torino, due club che però non hanno altro da chiedere a questa stagione. Di fatto oggi conterà solo la gloria, e il prestigio di chiudere la stagione con un successo: classifica alla mano infatti entrambi i club sanno già che chiuderanno la stagione con un piazzamento nella seconda metà della classifica, in posizione ben tranquilla. Pure conterà molto per entrambi gli allenatori chiudere al meglio: servirà a Moreno Longo, la cui permanenza sulla panchina granata è quanto mai incerta visti i pochi risultati ottenuti sotto la sua direzione, in una stagione nata sotto la cattiva sorte per i piemontesi. Come pure conterà vincere per Sinisa Mihajlovic, certo felice di chiudere un anno complicato (specialmente dal punto di vista personale), ma ricco di soddisfazioni con i rossoblu, con cui ha deciso anche di rinnovare per le prossime stagioni. Anzi non scordiamo poi che proprio la sfida di questa sera sarà match importantissimo per lo stesso allenatore di Vukovar, che è pure grande ex del match, avendo diretto il Torino dal maggio 2016 al gennaio 2018. (agg Michela Colombo)

IL BILANCIO IN CASA GOTTI

In attesa di dare la parola al campo per questa domenica tutta dedicata ai risultati della Serie A dell’ultimo turno di campionato, vogliamo ora provare a fare un bilancio di questa stagione che ormai è giunta al termine in casa dell’Udinese, che questa sera sarà impegnata in un match dal valore solo onorifico in casa del Sassuolo. I friulani infatti approdano all’ultima giornata della stagione vantando appena la 14^ posizione nella classifica, ma già da tempo ampiamente sicuri della salvezza. Certo dai bianconeri ci si aspettava qualcosina di più, un piazzamento magari nella prima parte della classifica, specie dopo che la dirigenza aveva esonerato Tudor e promosso Gotti alla prima panchina. Di fatto sotto la guida del tecnico di Adria la squadra friulana era apparsa più convincente in campo e cominciava ad inanellare vittorie importanti: poi come molte altre squadre anche l’Udinese ha subito le conseguenze del lockdown e soprattutto di una ripartenza così complicata e affrettata, dove le partite si sono accumulate in pochissimi giorni. Pur registrando cinque KO da che è ripartito il campionato, pure non possiamo dare alcun demerito alla direzione Gotti: anzi il nuovo allenatore si è meritato sul campo la riconferma per la prossima stagione e i fan bianconeri, al netto delle evidenti difficoltà generate dal difficile contesto, non potranno recriminare poi più di tanto questa estate. (agg Michela Colombo)

LE PARTITE DI OGGI

Oggi domenica 2 agosto 2020 calerà il sipario sul campionato di Serie A 2019-2020, che finisce nel cuore dell’estate a causa del Covid: ci restano da scoprire dunque solo cinque risultati Serie A delle ultime partite in programma nella trentottesima giornata che per metà è già stata disputata ieri, ma non mancheranno le emozioni perché c’è ancora da stabilire quale sarà la terza squadra retrocessa oltre a Spal e Brescia e ci sono in lotta per evitare lo scomodissimo terzultimo posto nella classifica di Serie A due squadre, cioè Lecce e Genoa. Diamo allora uno sguardo al programma di queste cinque partite della 38^ giornata che saranno in programma oggi per far calare definitivamente il sipario sui risultati Serie A di un campionato che ad agosto (2019) è cominciato ed è arrivato ad agosto (2020) per completarsi. Attenzione agli orari, che saranno diversi da quelli ai quali ci eravamo ormai abituati nelle ultime settimane: si comincerà infatti alle ore 18.00 con l’anticipo Spal Fiorentina, poi alle ore 20.45 avremo in contemporanea Bologna Torino, Genoa Verona, Lecce Parma e Sassuolo Udinese, con le quali calerà il sipario sul campionato.

RISULTATI SERIE A: LA LOTTA SALVEZZA

Inevitabilmente nei risultati Serie A per le partite odierne spiccheranno Genoa Verona e Lecce Parma, che saranno decisive per decretare il nome della terza squadra retrocessa in Serie B. La situazione più critica è certamente quella del Lecce, che sarà obbligato a vincere contro il Parma sperando che il Genoa non faccia lo stesso contro il Verona, dal momento che i pugliesi devono fare due punti in più del Grifone per salvarsi (in caso di arrivo a pari punti avrà la meglio il Genoa per lo scontro diretto). La situazione psicologica tuttavia è favorevole agli uomini di Fabio Liverani, che arrivano da una vittoria in rimonta a Udine mentre il Genoa è crollato nel turno infrasettimanale incassando un umiliante 5-0 sul campo del Sassuolo, ancora più pesante se si pensa che la posta in palio era decisiva solo per i rossoblù di Davide Nicola. Il Genoa deve dunque darsi una scossa facendo affidamento sul fatto che non dipende da nessuno e che può salvarsi con le sole proprie forze; al Lecce invece non resta che vincere e sperare, sapendo che salvarsi con la peggiore difesa del campionato sarebbe davvero un’impresa.

RISULTATI SERIE A, 38^ GIORNATA

FINALE Spal Fiorentina 1-3 – 30′ Duncan (F), 39′ D’Alessandro (S), 89′ Kouame (F), 90+4′ Pulgar (rigore)

FINALE Bologna Torino 1-1 – 18′ Svanberg (B), 66′ Zaza (T)

FINALE Genoa Verona 3-0 – 13′ Sanabria, 25′ Sanabria, 44′ Romero

FINALE Lecce Parma 3-4 – 11′ aut. Lucioni (P), 20′ Caprari (P), 40′ Barak (L), 45′ Meccariello (L), 52′ Cornelius (P), 66′ Inglese (P), 68′ Lapadula (L)

FINALE Sassuolo Udinese 0-1 – 53′ Okaka

CLASSIFICA SERIE A

Juventus 83

Inter 82

Atalanta 78

Lazio 78

Roma 70

Milan 66

Napoli 62

Sassuolo 51

Verona 49

Fiorentina 49

Parma 49

Bologna 47

Udinese 45

Cagliari 45

Sampdoria 42

Torino 40

Genoa 39

Lecce 35

Brescia 25

Spal 20

© RIPRODUZIONE RISERVATA