RISULTATI SERIE A, CLASSIFICA/ In campo a Salerno e La Spezia! Diretta gol live score

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A, classifica: diretta gol live score delle partite che mercoledì 22 settembre si giocano per la quinta giornata del massimo campionato, sono quattro i match in programma.

Ante Rebic Milan esultanza lapresse 2021 640x300
Risultati Serie A, 5^ giornata (Foto LaPresse)

RISULTATI SERIE A: PARTITE AL VIA!

Finalmente siamo pronti a vivere l’atmosfera dei risultati di Serie A, per questo mercoledì dedicato alla 5^ giornata. Il Verona sembra aver trovato ritmo, sempre che una partita possa essere utile per giudicarlo: di sicuro c’è che l’avvento di Igor Tudor in panchina, al posto dell’esonerato Eusebio Di Francesco, è coinciso con la vittoria sulla Roma per i primi punti in campionato, contro una squadra che fino a quel momento aveva vinto (contando anche la Conference League) tutte le sei partite disputate in stagione.

L’Hellas per il momento deve ancora fare i conti con le due annate bellissime vissute sotto il comando di Ivan Juric; chiaramente i termini di paragone saranno sempre quelli (sono passati ovviamente i tempi in cui si osservava con rimpianto lo scudetto del 1985), anche Tudor è un giovane tecnico croato con un passato da combattente in mezzo al campo, come centrocampista, ma per il momento è giusto che le analogie si fermino qui perchè i due allenatori sono certamente diversi, e l’ex Juventus deve ancora dimostrare di poter fare un certo tipo di percorso in panchina. Ad ogni modo adesso è davvero arrivato il momento di metterci comodi e stare a vedere quello che ci dirà il campo, finalmente è tutto pronto e per i risultati di Serie A della 5^ giornata si torna a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

SALERNITANA AL PALO

Continuando la nostra analisi sui risultati di Serie A, dobbiamo citare anche la posizione della Salernitana: la squadra allenata da Fabrizio Castori è attualmente l’unica a non avere ancora fatto punti in questo campionato. E dire che l’avvio di stagione era stato promettente: due volte in vantaggio sul campo del Bologna, i campani si sono fatti riprendere e battere e da quel momento sono affondati. Hanno perso contro Roma, Torino e Atalanta, nei primi due casi incassando 4 reti e in tutte queste tre partite senza mai segnare; il digiuno realizzativo è arrivato a 290 minuti.

Per Castori si tratta di un inizio complicato come già gli era successo sei anni fa, alla guida del Carpi: gli emiliani avevano approcciato il primo campionato di Serie A di sempre con lo stesso allenatore della promozione, e nelle prime giornate erano arrivate le sconfitte contro Sampdoria, Inter e Fiorentina e i pareggi contro Palermo e Napoli. Che non erano bastati, perchè un 1-5 subito in casa della Roma era costato l’esonero a Castori, in favore di Giuseppe Sannino. Castori stesso sarebbe tornato, non riuscendo però a evitare la retrocessione; adesso sarà interessante stabilire se la Salernitana perderà la quinta partita consecutiva, nei risultati di Serie A previsti tra poco, o se batterà un colpo… (agg. di Claudio Franceschini)

SPROFONDO BIANCONERO

I risultati di Serie A per la quinta giornata ci consegnano come già visto Spezia Juventus: per i bianconeri non capita troppo spesso di iniziare il campionato senza vincere le prime quattro partite, e infatti l’ultima volta è accaduto 60 anni fa. Era la stagione 1961-1962: uno dei periodi più complicati nella storia della Vecchia Signora, che si era affidata alla coppia Julius Korostelev-Gunnar Gren ma già alla terza giornata aveva l’ex bandiera Carlo Parola in panchina, insieme al Direttore Tecnico cecoslovacco. Giampiero Boniperti aveva appena smesso, John Charles c’era con Omar Sivori ma il Gigante Buono era all’ultima stagione bianconera; la Juventus aveva aperto pareggiando in casa contro Mantova e Lecco e perdendo sui campi di Padova e Atalanta.

Blucelesti e biancoscudati sarebbero poi retrocessi; il campionato non era finito bene, anzi la squadra aveva chiuso in dodicesima posizione con 29 punti e la bellezza di 15 sconfitte, una differenza reti negative e appena 6 lunghezze di margine sulla zona retrocessione. Lo scudetto lo avrebbe vinto il Milan di Nereo Rocco e Gipo Viani, spinto dai 22 gol di José Altafini; la Juventus si sarebbe ripresa il tricolore soltanto nel 1967, naturalmente oggi i tifosi della Vecchia Signora sperano che questo periodo negativo sia decisamente più corto e duri solo qualche mese… (agg. di Claudio Franceschini)

PROSEGUE LA 5^ GIORNATA

I risultati di Serie A proseguono con il programma della 5^ giornata: mercoledì 22 settembre sono quattro le partite cui assisteremo, a partire dalle due delle 18:30 che sono Salernitana Verona e Spezia Juventus e arrivando poi alle sfide delle ore 20:45, che sono Cagliari Empoli e Milan Venezia. Due big che si sono incrociate domenica sera e che affrontano una situazione di classifica del tutto diversa, poi soprattutto uno sguardo alla corsa per la salvezza: chiaramente in questo turno infrasettimanale, come del resto è stato pochi giorni fa e lo sarà ancora per un po’, non possiamo fare chissà quale discorso legato agli scenari definitivi, ma la situazione è quella che è ed è giusto affrontarla.

Dunque, aspettando che per i risultati di Serie A si torni a giocare possiamo sicuramente fare qualche rapida valutazione sui temi portanti delle quattro sfide che animeranno il mercoledì: in particolare l’attenzione viene rivolta sulle possibilità che il Milan ha di esplorare la lotta per lo scudetto e il rischio di una Juventus ancora più a fondo, ma le suggestioni che ci porta questa 5^ giornata sono più di queste e dunque, come detto, proviamo ad affrontarne gli argomenti principali.

RISULTATI SERIE A: SITUAZIONE E CONTESTO

Milan e Juventus osservate speciali nei risultati di Serie A che riguardano il mercoledì della 5^ giornata, perchè naturalmente si tratta delle due big impegnate oggi e, per di più, hanno vissuto la sfida diretta all’Allianz Stadium tre giorni fa. La partita è finita 1-1, e la Juventus ha mancato nuovamente la prima vittoria in campionato: incredibile quello che sta succedendo ai bianconeri, certamente Massimiliano Allegri ha tutto per rimettersi in carreggiata ma appare evidente anche che il distacco accumulato dalle prime posizioni della classifica andrà in qualche modo recuperato ed è già importante, al netto dell’attuale e clamorosa terzultima piazza che significherebbe retrocessione. Il Milan invece è ancora imbattuto, ha superato la prova Juventus senza Ibrahimovic (e con Kjaer infortunato nel primo tempo) e ha fatto un altro passo di convinzione verso quello che resta il bersaglio grosso, quello scudetto che la società rossonera non vince dal 2011. Dopo il ritorno in Champions League, il Milan potrebbe cucirsi il tricolore sulle maglie: discorso ovviamente prematuro, ma intanto questa sera la squadra di Stefano Pioli ospita il Venezia e ha una bella occasione per incamerare ulteriori 3 punti, a conferma dell’ottimo avvio in Serie A.

RISULTATI SERIE A: 5^ GIORNATA

ore 18:30 Salernitana Verona 1-2 – 7′ Kalinic (V), 29′ Kalinic (V), 45’+2′ Gondo (S)

ore 18:30 Spezia Juventus 2-1 – 28′ Kean (J), 33′ Gyasi (S), 49′ Antiste (S)

ore 20:45 Cagliari Empoli

ore 20:45 Milan Venezia

 

CLASSIFICA SERIE A

Inter 13

Napoli 12

Milan, Atalanta 10

Roma, Fiorentina 9

Bologna 8

Udinese, Lazio 7

Torino 6

Sampdoria, Genoa 5

Sassuolo, Spezia 4

Verona, Empoli, Venezia 4

Juventus, Cagliari 2

Salernitana 0

© RIPRODUZIONE RISERVATA