Spalletti non riconosce il tecnico dello Spartak Mosca/ Video, risate prima del match

- Davide Giancristofaro Alberti

Curioso siparitto ieri sera prima di Napoli-Spartak Mosca: il tecnico azzurro, Luciano Spalletti, non ha riconosciuto il collega moscovita Rui Vitoria

spalletti spartak twitter 2021 640x300
Spalletti durante Napoli Spartak Mosca (Twitter)

Curioso siparietto accaduto ieri sera durante la sfida fra Napoli e Spartak Mosca, match valevole per i gironi di Europa League 2021-2021, e giocatosi allo stadio Maradona della città partenopea. Prima del fischio iniziale, dopo che le due squadre sono entrate in campo, il tecnico degli azzurri, Luciano Spalletti, si è avvicinato alla panchina dei moscoviti per salutare l’allenatore avversario: peccato però che non l’abbia riconosciuto. Rui Vitoria, la 51enne guida tecnica portoghese dello Spartak, era in piedi, a bordo campo, mentre Spalletti lo cercava in panchina: è stato un collaboratore del lusitano ad indicare all’italiano dove si trovasse Rui, e alla fine, dopo un sorriso, i due si sono scambiati la mano.

E la panchina dello Spartak Mosca non è stata amica del Napoli durante l’incontro, per lo meno questo quanto sostenuto dallo stesso Spalletti, che al termine dell’incontro, conclusosi con la vittoria per due a tre degli ospiti, ha tuonato ai microfoni di Sky Sport: “A fine gara sono andato soltanto a salutare un collaboratore dell’allenatore dello Spartak perché ci ha preso in giro per tutto il secondo tempo”.

SPALLETTI NON RICONOSCE RUI VITORIA PRIMA DI NAPOLI-SPARTAK MOSCA: MA NEL POST-PARTITA…

E ancora: “L’ultimo quarto d’ora quando siamo rimasti dieci contro dieci mi aspettavo di fare meglio. Ero convinto che si potesse riprendere la partita e anche ribaltare. C’era il tempo per poterlo fare. Invece non siamo stati bravi a mantenere l’ordine. Nel secondo tempo abbiamo sofferto, poi ci siamo messi 5-3-1 e la partita sembrava in controllo, dal punto di vista tattico si soffriva meno. In una di queste situazioni ci hanno fatto il 2-1, lì è stato un pochino difficile. Poi quando sono rimasti in dieci ho pensato di poter recuperare la partita, invece abbiamo continuato a giocare in maniera confusionaria”.

Spalletti ha criticato anche l’arbitraggio del match, in quanto a suo avviso, sarebbe stato un po’ troppo rigido verso gli azzurri: “Senza quei 4-5 cartellini gialli sulle ripartenze si sarebbe fatto meglio. Hanno fatto dei falli tattici un po’ al limite, vorrei rivedere il fallo su Manolas, ma anche quello di Osimhen. Mario Rui? È da espulsione, l’arbitro ha fatto una scelta corretta. Abbiamo anche Ghoulam che è fuori, dobbiamo vedere come torna, è un uomo squadra”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA