TANANAI/ “Perché mi chiamo così? Mio nonno mi diceva che ero una piccola peste”

- Emanuele Ambrosio

Tananai tra gli ospiti di Battiti Live rivela: “il mio tormentone è Estate dei Negramaro: mi ricorda la prima volta che mi sono innamorato”

Tananai 640x300
Tananai (Foto: web)

Sul palco del Battiti Live arriva Tananai con la canzone di Sanremo Sesso Occasionale. Alla fine della canzone Elisabetta Gregoraci gli chiede l’origine del suo nome d’arte. Il cantante spiega che il nonno da piccolo lo definiva una piccola peste e lo chiamò Tananai.

Il cantante, di recente al Corriere della Sera, ha parlato del suo ultimo singolo “La dolce vita” con Fedez e Mara Sattei: “La gente mi ha conosciuto con i pezzi solari e nella vita sono così. Nella canzoni per contrasto tendo all’introspezione. Per me il mercato estivo era uno spettacolo da guardare… Mi è piaciuto il pezzo e quando ho iniziato a lavorare alla mia parte sono partito dalla cosa meno estiva di tutte, “Oktober Fest”. Pensavo mi dicessero “vabbè dai, non se fa nulla” e invece…”. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Tananai a Battiti Live con “La dolce vita”

Tananai tra gli ospiti della nuova edizione di Battiti Live, l’evento musicale che si svolge in piazze della Puglia, alla quale partecipano numerosi artisti italiani e internazionali condotto da Elisabetta Gregoraci e Alan Palmieri. Tra i protagonisti di questa estate sicuramente c’è anche Tananai, la rivelazione di Sanremo 2022 in radio con il nuovo singole “La dolce vita” con Fedez. “La gente mi ha conosciuto con i pezzi solari e nella vita sono così. Nella canzoni per contrasto tendo all’introspezione. Per me il mercato estivo era uno spettacolo da guardare… Mi è piaciuto il pezzo e quando ho iniziato a lavorare alla mia parte sono partito dalla cosa meno estiva di tutte, “Oktober Fest”. Pensavo mi dicessero “vabbè dai, non se fa nulla” e invece…” – ha rivelato il cantante dalle pagine de Il Corriere della Sera.

Proprio Tananai ha poi rivelato il suo tormentone estivo: “Estate” dei Negramaro. Mi ricorda la prima volta che mi sono innamorato da ragazzino e anche il primo palo… Ero sul lago di Garda, lei si chiamava Sofia. Non avevo mai provato quella sensazione e ogni volta che sentivo e sento quella canzone tornano le farfalle nello stomaco”.

Tananai: “Sanremo? Pensavo di aver bruciato un’occasione”

Alberto Cotta Ramusino, questo il vero nome di Tananai, è sicuramente uno dei fenomeni di questa stagione musicale.  Il brano “Sesso occasionale” presentato in gara al Festival di Sanremo 2022 si è classificato all’ultimo posto, ma si è rivelato un grandissimo successo conquistando le classifiche. Ma chi è Tananai? Nato a Milano l’8 maggio 1995 e cresciuto a Cologno Monzese. Fino a che non ho avuto il motorino, la metropoli sembrava distante. Vita di periferia tranquilla, senza problemi. Al massimo qualche “ciccione” e qualche spintone quando ero un ragazzino obeso” – ha rivelato il cantante parlando della sua infanzia.

“In seconda media ero 1 metro e 50 e pesavo 82 chili. Adesso ne peso 76 e sono 1 e 82… Ho anche saltato qualche mese di scuola perché non volevo farmi vedere: ero in carrozzina per un problema a un ginocchio. Quell’estate ho iniziato a mangiare bene, sono arrivati gli ormoni che mi hanno fatto crescere in terza, quando ho iniziato a piacere alle ragazzine, pensavo mi prendessero in giro” – ha detto il cantante che ha raggiunto la popolarità grazie al Festival. Una partecipazione che inizialmente ha vissuto male: “Mi sono incazzato. Non per le critiche, ma con me stesso. Pensavo di aver bruciato un’occasione. Ho pensato “all’Italia non piaci”. Il giorno dopo il ritorno a casa: mi chiama il mio manager e mi dice che tutti mi vogliono”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA