Terremoto oggi Catanzaro M 2.2/ Ingv ultime notizie, trema anche Norcia

- Davide Giancristofaro Alberti

Trema la località di Catanzaro, dove nelle scorse si è verificata una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 gradi: ecco tutti i dettagli dell’Ingv

terremoto norcia 640x300
Terremoto a Norcia

L’Ingv, l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ha registrato anche oggi, mercoledì 12 gennaio 2022, tutte le scosse di terremoto verificatesi in Italia così come nel resto del mondo. L’ultimo sisma significativo è quello avvenuto in Calabria, precisamente lungo la Costa Calabra sud occidentale, zona di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio di Calabria. Il terremoto ha avuto una magnitudo di 2.2 gradi sulla scala Richter, è avvenuto in mare ma non troppo distante dalla costa, ed è stato registrato alle ore 1:49 della notte passata, fra martedì 11 e mercoledì 12 gennaio, con coordinate geografiche pari a 38.822 gradi di latitudine, 15.994 di longitudine, e una profondità di 51 chilometri sotto il livello del mare.

Come riferito dalla Sala Sismica INGV-Roma, in zona vi sono i comuni di Zambrone, Parghelia, Pizzo, Tropea e Cessaniti, tutte le località del vibonese, mentre le due città più vicine risultano essere Lamezia Terme a 33 chilometri di distanza e quindi Catanzaro a 53. Un altro terremoto è stato segnalato dall’Ingv sempre nella notte, precisamente alle ore 3:43, in quel della località di Norcia, in provincia di Perugia.

TERREMOTO OGGI A NORCIA DI MAGNITUDO 1.8 GRADI: TUTTI I DETTAGLI INGV

Il sisma della regione Umbria ha avuto una magnitudo di 1.8 gradi sulla scala Richter, e l’epicentro è stato classificato con coordinate geografiche di 42.759 gradi di latitudine, 13.086 di longitudine, e una profondità di 9 km.

I comuni limitrofi segnalati sono quelli di Cascia, Poggiodomo, Preci, Accumoli e Cerrteo di Spoleto, località della provincia di Perugia e di Rieti, più volte nominate su queste pagine, a cavallo fra la regione Umbria e il Lazio. A livello di città, invece, si segnala la presenza di Foligno a 38 chilometri di distanza, quindi Terni a 42 e Teramo un po’ più staccato, a 52 chilometri. Tutte e due le scosse di terremoto elencate più sopra non hanno causato danni ad edifici o vie di comunicazione, ne tanto meno vittime o feriti vista la loro lieve entità.







© RIPRODUZIONE RISERVATA