Ultime notizie/ Ultim’ora di oggi. Autista Atac tenta di investire pedone (30 maggio)

- Fabio Belli

Ultime notizie, ultim’ora di oggi. Aperta un’inchiesta dall’Atac dopo che un suo autista ha tentato di investire un pedone (30 maggio 2019)

Atac, autista investe pedone
Atac, autista investe pedone (Yt)

Non si sa perché e si sta indagando su quanto accaduto, fatto sta che un’autista dell’Atac, l’azienda di trasporto pubblico di Roma, ha investito un pedone con i suoi due cani, a bordo del proprio autobus. A fugare ogni dubbio ci sono le immagini che stanno facendo il giro del web, e che mostrano appunto l’autista di bus investire un uomo che sta passeggiando con i due cani al guinzaglio. Probabilmente c’è stato un precedente alterco fra i due, fatto sta che nel video si vede chiaramente il pullman “appoggiarsi” in maniera molto pericolosa all’uomo, dopo di che le immagini non chiariscono cosa sia successo alla stessa “vittima”, se sia caduto o meno. L’azienda romana ha fatto sapere di aver aperto un’inchiesta interna: «Abbiamo immediatamente avviato gli accertamenti non appena ha avuto contezza del filmato, che l’azienda giudica molto grave». L’autista, una volta individuato, verrà sospeso in via cautelativa, ed inoltre l’azienda ha fatto sapere di aver consegnato il filmato in questione alle autorità competenti. Un filmato decisamente scioccante, con la speranza che il tutto si sia concluso senza alcun ferito. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Rixi condannato: si è dimesso

Come previsto è arrivata la condanna per il viceministro della Lega, Edoardo Rixi: il tribunale di Genova lo ha condannato per le cosiddette spese pazze in regione, a tre anni e cinque mesi, con l’accusa di peculato e falso. Il pm ha inoltre stabilito per Rixi l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, provvedimento che viene sospeso nel caso in cui lo stesso presenti ricorso. A Rixi, infine, è stata disposta la confisca di 56.807 euro. Subito dopo la sentenza il viceministro, come del resto aveva già annunciato tempo, si è dimesso: «Sono tranquillo – le sue parole – ho sempre agito per il bene degli italiani. Conto sull’assoluzione perché non ho mai commesso alcun reato, ma per l’amore che provo per l’Italia e per non creare problemi al governo ho già consegnato nelle mani di Matteo Salvini le mie dimissioni». In seguito sono giunte anche le parole di Salvini, che ha deciso di accettare le dimissioni di Rixi ma “solo per tutelare lui e il governo”. «Oggi stesso – ha aggiunto – nomino Rixi responsabile nazionale trasporti e infrastrutture della Lega, riconoscendogli capacità e onestà assolute. Io rispetto le sentenze – ha concluso il vice-premier – e conto su un’assoluzione a fine processo, ma trovo incredibile che ci siano spacciatori a piede libero, e sindaci, amministratori e parlamentari accusati o condannati senza uno straccio di prova». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: donna muore alla metro di Roma

Tragedia avvenuta questa mattina a Roma, dove una donna di 35 anni è morta schiacciata dalla metro. Come riferisce l’edizione online de Il Fatto Quotidiano, la vittima sarebbe rimasta incastrata fra la banchina e le rotaie della fermata della metropolitana, e l’incidente sarebbe avvenuto precisamente presso la stazione di Lepanto (Metro A), investita dal convoglio diretto ad Anagnina. Subito sono scattati gli allarmi, con i vigili del fuoco che sono intervenuti sul luogo assieme ai poliziotti del commissariato Prati ma per la povera donna non vi è stato nulla da fare. In base a quanto raccolto dai colleghi di Repubblica, la vittima sarebbe di origini senegalesi, e pare sia rimasta per ore sotto il convoglio: estratta viva, è morta attorno alle ore 11:15. La polizia ha avviato le indagini ed ha ascoltato alcuni testimoni che hanno raccontato di aver sentito un urlo, dopo di che la fermata Lepanto è stata immediatamente evacuata. Non è ben chiaro se la donna si sia gettata di sua spontanea volontà sotto la metro e so se si sia trattato di un incidente, e sulla vicenda stanno indagando i poliziotti. Le forze dell’ordine hanno acquisto i filmati delle telecamere di sorveglianza della stazione, da cui si capirà meglio quanto accaduto. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, conti pubblici, arriva lettera UE

La UE richiama l’Italia e chiede immediate risposte in merito al mancato rispetto della regola di riduzione del debito pubblico nel 2018. E’ la decisione presa nella mattinata di mercoledì a Bruxelles nel corso della riunione sul semestre di sorveglianza dei bilanci degli stati membri: l’Italia ha tempo fino a venerdì 5 giugno per fornire giustificazioni oggettive che spieghino come mai non sia stato possibile ridurre il rapporto deficit/pil. Si tratta di una serie di parametri che devono essere esaminati quando si valuta se un Paese stia violando o meno il patto di stabilità. Anche BCE e Corte Dei Conti hanno bacchettato l’economia italiana.

Ultime notizie, il Presidente del Consiglio incontra Salvini e Di Maio

Il Presidente del Consiglio Antonio Conte ha incontrato a Palazzo Chigi i vicepremier Matteo Salvini e Luigi di Maio. L’incontro è avvenuto a tre giorni di distanza dalle elezioni europee e si è svolto in un clima di gelo tra i due esponenti politici di maggioranza. Invece che con una riunione a tre, l’incontro si è svolto con due colloqui individuali: Conte ha prima incontrato il leader della Lega Matteo Salvini e successivamente Luigi Di Maio. I due vicepremier si sono evitati, a conferma del clima di tensione tra gli schieramenti, mentre Antonio Conte li ha invitati ad accelerare le valutazioni in corso all’interno delle rispettive forze politiche, in modo da andare avanti con obiettivi chiari e condivisi. Nel pomeriggio Conte ha poi incontrato al Quirinale il Presidente della Repubblica Mattarella.

Ultime notizie, Luigi di Maio si rimette al voto dei 5 Stelle

Nel pomeriggio il capo politico pentastellato nonché vicepresidente del consiglio Luigi Di Maio ha ufficializzato la sua intenzione di rimettersi al voto degli iscritti al Movimento 5 Stelle sulla piattaforma Rousseau: saranno loro a decidere se confermare o meno il proprio leader alla guida del partito dopo, la disfatta elettorale. Di Maio ha definito il voto su Rousseau cruciale per la definizione delle future strategie nel Movimento: “Se domani verrò riconfermato non restiamo fermi, dobbiamo cambiare delle cose. Dobbiamo avviare una nuova organizzazione. Il M5s non perde mai, o vince o impara, io la vedo così, questa è la nostra storia e da qui dobbiamo ripartire. È necessario decidere se continuare a sostenere questo governo, Conte lo vuole sapere.

Ultime notizie, Luca Palamara indagato per corruzione

E’ indagato per corruzione Luca Palamara, ex presidente di ANM. Le accuse fanno riferimento ai rapporti tra Palamara e Fabrizio Centofanti, ex capo delle relazioni istituzionali di Francesco Bellavista Caltagirone arrestato lo scorso anno per frode fiscale. Luca Palamara ha respinto gli addebiti, parlando di accuse infamanti. Questa la sua dichiarazione in merito: “Apprendo dagli organi di stampa di essere indagato per un reato grave e infamante per la mia persona e per i ruoli da me ricoperti. Sto facendo chiedere alla Procura di Perugia di essere immediatamente interrogato perché voglio mettermi a disposizione per chiarire, nella sede competente a istruire i procedimenti, ogni questione che direttamente o indirettamente possa riguardare la mia persona“.

Ultime notizie, danni milionari e allerta rossa in Emilia Romagna

Per tutta la giornata e fino alla mezzanotte di mercoledì è stata dichiarata l’allerta rossa in Emilia Romagna a causa delle forti piogge. A Modena sono stati chiusi i ponti sul fiume Secchia, a forte rischio di esondazione e tenuto sotto monitoraggio dalla protezione civile. Disagi si sono registrati a Parma, Bologna, Venezia e Treviso. I danni ammontano a milioni di Euro ma il maltempo ha ormai le ore contate. Già a partire dalla giornata di oggi, giovedì, si dovrebbe andare incontro ad un miglioramento, anche se per ritirare ogni pericolo d’allerta si dovrebbe attendere venerdì, quando oltre a una tregua dal maltempo si registrerà anche un innalzamento delle temperature.

Ultime notizie, il patrigno del piccolo Leonardo tenta il suicidio

La Direzione del carcere di Novara ha reso noto che il patrigno di Leonardo, il bimbo di 20 mesi ucciso la scorsa settimana, ha tentato il suicidio durante la notte. Il ventitreenne Nicholas Musi, detenuto con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato ha cercato di impiccarsi nella sua cella.Il tempestivo intervento della polizia penitenziaria ha evitato che riuscisse nel suo intento. “E’ stato un gesto dimostrativo – ha precisato Rosalia Marino, direttrice della casa circondariale di Novara -: Musi non ha nemmeno avuto il tempo di concretizzare quel gesto, perché è guardato a vista 24 ore su 24 dagli agenti di polizia penitenziaria. Il loro intervento è stato immediato.

Ultime notizie, A Vienna i funerali di Niki Lauda

Nella mattinata di ieri a Vienna si sono svolti i funerali di Niki Lauda, il campione di Formula 1 scomparso lo scorso 20 Maggio. Per volontà della famiglia i giornalisti non sono stati ammessi e la cerimonia si è svolta in forma strettamente privata. Migliaia di persone hanno atteso pazientemente sotto la pioggia per rendere omaggio alla camera ardente: tra questi gli ex piloti Berger e Prost, Arnold Schwarzenegger, il Principe Alberto di Monaco, l’attore Daniel Brühl che ha impersonato Niki nel film Rush. Lauda è stato sepolto indossando la tuta Ferrari con cui ha vinto due titoli mondiali, mentre il suo casco rosso che lo ha accompagnato nell’ultima corsa è stato posato sulla bara insieme ad una corona di alloro.

Ultime notizie, Europa League al Chelsea di Sarri

La finale di Europa League ha premiato il Chelsea di Maurizio Sarri, al suo primo titolo ufficiale in carriera. La finale di Baku ha premiato i Blues che hanno battuto 4-1 il Chelsea con i gol di Giroud, Pedro e Hazard (doppietta per il belga che ora sembra destinato al passaggio al Real Madrid). Per l’Arsenal gol del momentaneo 3-1 di Iwobi, che non è bastato a Unay Emery per conquistare la sua quarta Europa League da allenatore dopo le tre conquistate col Chelsea. Grande festa per il Chelsea e per Sarri che ora sarà protagonista delle voci di mercato: il Chelsea potrebbe trattenerlo, ma sembra il candidato numero uno come successore di Allegri sulla panchina della Juventus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA