Ultime notizie/ Ultim’ora oggi, Attanasio: Ros in Congo per interrogare i 5 arrestati

- Davide Giancristofaro Alberti

Ultime notizie, ultim’ora oggi: i carabinieri del ros sono partiti in missione alla volta del Congo per interrogare 5 sospettati nel delitto Attanasio

Luca Attanasio
Luca Attanasio, ambasciatore ucciso in Congo (foto da Twitter)

Proseguono le indagini in merito all’omicidio dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio. Come riferisce l’Ansa, su delega della Procura di Roma i carabinieri del Ros sono partiti da oggi in missione in Congo per interrogare i cinque arrestati dalle autorità locali in merito ai fatti avvenuti il 22 febbraio del 2021 a Goma, e che hanno portato all’uccisione anche del carabiniere Vittorio Iacovacci.

L’obiettivo dei militari dell’Arma è quello di verificare l’attendibilità delle dichiarazioni rese dai cinque, alla luce anche del materiale probatorio raccolto nel nostro Paese. Nell’occasione gli uomini del Raggruppamento operativo speciale si confronteranno con i colleghi congolesi, scambiandosi elementi investigativi, e acquisendo anche i dati sul traffico telefonico. La “missione” durerà una settimana e sarà svolta assieme al reparto investigazione scientifiche e al Gis. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie Confcommercio “1854 euro annui per bollette e benzina”

Si conferma una spesa record quella degli italiani per energia, gas e carburanti. Secondo i dati forniti dall’Ufficio Studi di Confcommercio, sul totale di consumi annui da 19mila euro in media a persona, ben 1.854 euro se ne vanno appunto per fare benzina e pagare le bollette. Le spese obbligate sono salite a 8.154 euro, che significa una media di 152 euro pro capite in più rispetto al 2021, e la quota principale di questa voce è l’abitazione, pari a 4.713 euro.

La spesa per gas, carburanti ed energia incide del 9.7 per cento sul totale, un valore che fino ad ora non era mai stato registrato prima. Un quadro che senza dubbio non può che far preoccupare gli italiani, tenendo conto dell’impatto sul potere di acquisto delle famiglie, pari al 7 per cento, da parte appunto degli aumenti di energie e spese obbligate. Si tratta dei dati peggiori dal 1995 ad oggi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, ghiacciaio Marmolada chiuso: 8 vittime e 5 dispersi

Proseguono le operazioni di ricerca e soccorso presso il ghiacciaio della Marmolada che ricordiamo, si è tragicamente staccato nel pomeriggio di domenica scorsa provocando morti e feriti. Al momento le vittime accertate sono 8, ma bisogna aggiungere i 5 dispersi che secondo i soccorritori e gli addetti ai lavori hanno davvero poche possibilità di essere ancora in vita. Del resto la valanga è stata devastante, è venuta giù con una velocità di 300 chilometri all’ora, ed è impensabile che un uomo possa resistere ad una tale potenza di fuoco. Sulla tragedia si è espresso anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che ha spiegato: “E’ il simbolo del cambio del clima non governato”. Il ministro del turismo, Garavaglia, ha aggiunto: “La sostenibilità non è una moda ma una necessità”. Da segnalare infine che il sindaco ha deciso di chiudere il ghiacciaio fino a data da destinarsi.

Ultime notizie, sciopero di 48 ore dei taxi

E’ scattato nella giornata di ieri e proseguirà per altre 24 ore lo sciopero dei taxi. Nonostante l’incontro fra i sindacati di categoria e la viceministra delle Infrastrutture Teresa Bellanova, alla fine i taxisti hanno deciso di incrociare le braccia. Il motivo è la richiesta dello stralcio dell’articolo 10 del disegno di legge che prevede l’adeguamento dell’offerta di servizi alle applicazioni web, che connettono conducenti e utenti, un servizio che secondo gli stessi taxisti penalizzerebbe il loro lavoro. Moltissimi i lavoratori della categoria che si sono ritrovati ieri a Roma, con un corteo scattato da piazza della Repubblica fino a piazza Venezia, allo slogan di «Non ci ascoltate ma stavolta, statene certi, ci sentirete». Inutile sottolineare i numerosi disagi soprattutto per i turisti che in queste ore stanno popolando la nostra nazione, a cominciare dalle grandi città come Roma, Milano, Napoli e Bologna.

Ultime notizie, Fiaso: “40mila dipendenti sanitari in meno dal 2010”

Nel giro di dodici anni il sistema sanitario italiano ha perso un’enorme forza lavoro. E’ questa la denuncia resa pubblica ieri dalla Fiaso, la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere. Nel dettaglio, a partire dal 2010 il personale sanitario, come si legge sul sito dell’agenzia Ansa, ha subito un calo pari al 5.6 per cento, di conseguenza si sono persi 5mila medici, circa 11mila infermieri, e più di 23mila operatori sanitari per un totale di circa 40mila unità. Si tratta ovviamente di una situazione che ha portato gli ospedali, in particolare durante la prima ondata del covid, ad una situazione di sofferenza. Fortunatamente nel corso della pandemia sono stati assunti dei precari che con la legge sulle stabilizzazioni possono ora essere assunti: “Già 10 regioni su 20 – spiega il presidente di Fiaso, Giovanni Migliore – hanno stipulato accordi per procedere con i contratti a tempo indeterminato”.

Ultime notizie, Finlandia e Svezia sempre più verso la Nato

Prosegue il processo di annessione delle nazioni Finlandia e Svezia alla Nato, l’Alleanza Atlantica composta di fatto dai Paesi del mondo occidentale. Come fatto sapere dal segretario generale Jens Stoltenberg, nella giornata di ieri è iniziato ufficialmente il processo di annessione, avvenuto grazie alla firma dei protocolli di accesso. Nel dettaglio si parla di “processo di ratificazione” da parte degli alleati della Nato, alleanza che a breve sarà appunto composta non più da trenta membri ma ben 32, grazie all’annessione due due nazioni nordiche. A corredo della firma, Stoltenberg ha commentato: “Questa è una giornata storica per la Nato – si legge sull’agenzia Ansa – per la Svezia e per la Finlandia: insieme saremo più forti e le nostre popolazioni più sicure”.

Ultime notizie, il bollettino del coronavirus

Forte impennata del numero dei nuovi casi di contagio da covid 19. Ieri in totale se ne sono registrati 132,274, un numero superiore ai 100 mila che non si registrava ormai da 5 mesi. I tamponi eseguiti sono stati oltre 464mila e il tasso di positività è del 28,4 %, leggermente superiore a quello del giorno precedente. Molto alto anche il numero dei decessi che sono stati 94 in aumento sensibile rispetto ai 59 del giorno precedente. Incrementi anche per i ricoveri con le terapie intensive che crescono di 20 unità arrivando a 323, mentre i reparti ordinari oggi ospitano 355 unità più di ieri con il totale che arriva a quota 8.003.

Ultime notizie, gli annunci del governo

Il ministro della Salute, Speranza, ha detto che si sta preparando una campagna vaccinale intensa per i mesi autunnali, con la quarta dose che sarà messa a disposizione degli anziani e delle persone fragili. Il sottosegretario Sileri invece ha fotografato la situazione attuale collegandosi agli altri paesi europei e dichiarando che il picco di questa nuova ondata è previsto per la metà di Luglio, ma che non sono previste delle strette per contenere i contagi.

Ultime notizie, a Wimbledon Sinner si arrende a Djokovic dopo 5 set

Si è giocato il quarto di finale tra Novak Djokovic e Jannik Sinner ed il serbo, nonostante una partenza incerta che lo ha portato sotto per 2 set a 0, ha ribaltato il risultato imponendosi in 5 set contro il giovane altoatesino che è stato costretto a mollare di fronte al 6 volte vincitore di questo torneo.

Ultime notizie, dramma del mare a Santa Severa

Un bambino di 2 anni e mezzo è morto annegato a Santa Severa sul litorale laziale. Il bambino si trovava sull’arenile quando, per motivi in corso di accertamento, è finito tra le onde annegando. I soccorsi sono scattati immediatamente con gli operatori del 118 che hanno cercato di salvarlo ma per il bambino sono stati inutili. Le indagini sull’accaduto sono condotte dai carabinieri.

Ultime notizie, Draghi e Mattarella all’estero per i problemi legati al gas

Il Premier Draghi si è recato in Turchia mentre il Capo dello Stato è volato in Mozambico. Per entrambi l’occasione di tessere la tela energetica in modo da assicurare al nostro paese le forniture di gas necessarie. La visita di Stato di Mattarella a Maputo è fondamentale per rinsaldare legami e rapporti con la nazione africana che è uno dei fornitori di gara e può aitare il nostrp Paese a diminuire la dipendenza dal gas russo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA