ULTIME NOTIZIE/ Ultim’ora oggi: incendi, bruciati oltre 51mila ettari da inizio anno

- Davide Giancristofaro Alberti

Ultime notizie, ultim'ora oggi, incendi, dall'inizio del 2023 sono bruciati oltre 51mila ettari. I dati sugli incendi sono stati diffusi da Legambiente. La maggior parte sono dolosi

incendio palermo vvf 2023 620x300 Incendio a Palermo, foto dei Vigili del fuoco

Incendi, dall’inizio dell’anno in Italia sono già bruciati oltre 51mila ettari. Per l’esattezza, dal primo gennaio 2023 al 27 luglio “sono andati in fumo 51.386 ettari percorsi dal fuoco equivalenti a oltre 73.408 campi da calcio”. Negli ultimi tre giorni, dal 25 al 27 luglio, sono bruciati 31.078 ettari di vegetazione. I dati sugli incendi sono stati diffusi oggi da Legambiente. Tali dati sono stati elaborati attraverso l’analisi di quelli satellitari Effis (European Forest Fire Information System). Vengono monitorati solo gli incendi superiori ai 30 ettari. In Sicilia sono bruciati 41.365 ettari, in Calabria 7.390 ettari, in Puglia 1.456 e in Abruzzo 284 ettari. La maggior parte degli incendi, come sottolineato da Legambiente, sono di origine dolosa.

Lo scorso anno i reati accertati per incendi dolosi sono stati 5,207. Il presidente di Legambiente Stefano Ciafarani ha chiesto di estendere le pene “previste dal Codice Penale per il reato di incendio boschivo a qualunque tipologia di incendio di vegetazione. Infine non va dimenticato che è fondamentale responsabilizzare e coinvolgere cittadini, preziosa parte attiva nella lotta agli incendi ma anche e soprattutto nella partita della prevenzione e informazione”. (Agg. di Valentina Dardari)

Ultime notizie, Giorgia Meloni da Biden: “Relazioni Italia-Usa sono forti”

Il governo ha annunciato le prime risorse a sostegno di Lombardia e Sicilia, regioni in emergenza per maltempo e incendi e nel contempo il premier Giorgia Meloni ha annunciato un grande piano idrogeologico di prevenzione: “l’obiettivo di medio termine che il Governo si dà è quello di superare la logica degli interventi frammentati varando un grande piano di prevenzione idrogeologico”.

Sulla vicenda si sta muovendo anche il presidente della repubblica, Sergio Mattarella, che ha chiamato il governatore della Sicilia Renato Schifani, dichiarandosi disponibile ad interventi anche in prima persona se necessari. Il capo dello stato è stato a sua volta invitato a “sensibilizzare l’Ue, gli altri Paesi del Mediterraneo e la comunità internazionale, al fine di agire più rapidamente ed efficacemente” per contrastare i rischi climatici così come riferisce l’Ansa.

Ultime notizie, ancora incendi e maltempo in varie regioni italiane

L’Italia si trova ancora alle prese con incendi e maltempo in varie regioni e si sta ragionando per la proclamazione dello “stato di emergenza” in alcune di queste. Intanto per 5 regioni è stata dichiarato lo stato di allerta giallo. In particolare nei dintorni di Reggio Calabria si sta lottando contro gli incendi ed anche in Sicilia ci sono problemi mentre il bollino rosso oggi è stato soltanto per due città del sud, Bari e Catania.

Al nord proseguono i nubifragi con vento fortissimo e grandine e sia la protezione civile che i vigili del fuoco sono al lavoro per cercare di liberare strade e piazze dagli alberi caduti e dai detriti. Per quanto riguarda i danni legati al clima potrebbe arrivare anche un decreto che prevede la Cig per le attività colpite. Le raffiche di vento che hanno colpito Milano nella giornata di ieri sono state misurate a circa 115 chilometri orari, mentre il friuli ha visto circa l’80% delle sue coltivazioni colpite dal maltempo.

Ultime notizie, in Grecia continua la lotta contro il fuoco

Non di ferma la lotta contro il fuoco che le autorità greche hanno intrapreso da giorni per cercare di salvare le isole e le altre zone turistiche del paese. Molti resort sono stati evacuati, ma le autorità si trovano anche a dover lottare contro gli stessi turisti che non vogliono rinunciare alle loro ferie. Inoltre è in atto una forte protesta contro i rimborsi mancati e viene richiesto un confronto immediato con gli operatori turistici.

In molte zone la battaglia contro il fuoco è improba ed anche la disponibilità di elicotteri e aerei per contenere le fiamme non è sufficiente. Due delle tre vittime che sono state registrate sino a questo momento sono proprio due piloti di un Canadair. Le zone più colpite nell’isola di Corfù sono quelle del monte Pantokratos e le località di Imerolia, Loutses, Rou e Kalamaki. In molti casi gli incendi sono stati dichiarati dolosi.

Ultime notizie, tris di medaglie per l’Italia nella scherma

Ai campionati mondiali di scherma in corso di svolgimento a Milano tris di medaglie per l’Italia nel fioretto femminile con Alice Volpi che ha conquistato l’oro battendo Arianna Errigo, mentre al terzo posto si è classificata la Favaretto. Un en-plein favoloso per le ragazze italiane.

Ultime notizie, Federica Pellegrini stoppa le voci sulla gravidanza

Continuano a circolare voci sulla presunta gravidanza di Federica Pellegrini e dopo lo “scoop” di Dagospia è stato il settimanale Chi a rilanciare degli scatti della Divina con delle presunte rotondità. Nelle immagini in questione si vede l’ex campionessa della vasca in costume, in vacanza con il marito Matteo Giunta, mentre mostra un pancino sospetto: rigonfiamento dovuto alla postura o veramente Federica Pellegrini è incinta?

Un chiacchiericcio che non sembrerebbe andare a genio alla stessa Pellegrini che proprio ieri ha rilasciato un’intervista ai microfono di Repubblica dicendo: “Il tutto mi sembra intollerabile e assurdo, perché si parte sempre da un presupposto fisico che io non tollero”. Vedremo se la vicenda troverà la parola fine, magari con l’ufficialità della gravidanza da parte della stessa Pellegrini.

Ultime notizie, choc a Torino: padre abusa di 13enne incinta

Choc a Torino dove un uomo di circa 35 anni originario delle Filippine, è stato arrestato in flagranza di reato mentre abusava della figlia 13enne, incinta, presso l’ospedale Sant’Anna di Torino. La vicenda è stata riportata nella giornata di ieri dai colleghi di TgCom24.it ed ora il 35enne si trova in carcere al Lorusso e Cutugno, accusato di abuso sessuale aggravato.

La ragazza, presentatasi a inizio luglio in ospedale, non ha saputo fornire informazioni certe sul padre del figlio che attende, di conseguenza non è da escludere che alla fine il padre abbia già abusato in passato della giovane mettendola incinta. Sono attesi gli esiti degli esami del Dna da cui si avranno maggiori certezze, in ogni caso il padre del nascituro, a meno che non abbia 13 anni, è perseguibile per legge in quanto la futura madre ha meno di 14 anni.

Ultime notizie, Santanchè in Senato: mozione di sfiducia

Si è tenuta ieri in Senato l’esame della mozione di sfiducia per quanto riguarda le possibili dimissioni della ministra del Turismo, Daniela Santanchè, dopo l’inchiesta della procura di Milano nei confronti di una sua società. “Non intendo entrare nel merito in quanto ho già esposto i fatti con chiarezza e trasparenza. Ribadisco che il 5 luglio non ero stata raggiunta da informazione o avviso di garanzia da parte della procura di Milano”, l’intervento dell’onorevole e ministro del turismo, in Aula. Ha poi aggiunto: “Anche i giornali hanno scritto che nella mia residenza è arrivata il 17 luglio l’informazione di garanzia. Quindi in Aula ho detto la verità, e chi dice il contrario mente sapendo di mentire”.

La ministra Santanchè ha proseguito: “Ho qualche difficoltà a comprendere come si possa promuovere sulla base di elementi di un’inchiesta pseudo-giornalistica una mozione di sfiducia individuale che non ha come oggetto il mio operato da ministro della Repubblica”, “ma che ha per oggetto dei fatti che, se verranno evidenziati, antecedenti al mio giuramento da ministro”. La mozione di sfiducia è stata respinta dalla maggioranza con 111 no, mentre i si sono stati 67 con il gruppo dei senatori di Azione – Italia Viva che non ha votato. Nei confronti di Daniela Santanchè, che alla fine della giornata ha dichiarato “è stata una bellissima giornata” il governo si è mosso con estrema compattezza e in aula erano presenti 11 dei 23 ministri della compagine governativa, compreso il ministro per la Protezione Civile, Musumeci, la cui presenza è stata stigmatizzata dai banchi dell’opposizione in un momento nel quale una delle regioni italiane, la Sicilia, sta bruciando.

 





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie