ULTIME NOTIZIE/ Oggi ultim’ora Egitto: Patrick Zaki sarà scarcerato, ma non assolto

- Davide Giancristofaro Alberti

Ultime notizie, ultim’ora oggi 7 dicembre 2021: Egitto, il Tribunale ha deciso per la scarcerazione di Patrick Zaki anche se “non è stato assolto dalle accuse”. Nuova udienza il 1 febbraio

Patrick Zaki
Patrick Zaki, foto dai social

Lo studente egiziano Patrick Zaki sarà scarcerato dopo quasi 2 anni di carcere, «anche se non è stato assolto dalle accuse» e dovrà ripresentarsi in aula il prossimo 1 febbraio: questo ha deciso il Tribunale di Mansura al termine della micro-udienza durata solo 4 minuti e sospesa con appuntamento previsto il per il 1 febbraio 2022.

Alle urla di gioia della famiglia di Zaki, assieme a quelle degli attivisti di Amnesty International, si accompagna la prudenza per una situazione tutt’altro che definita e conclusa per il ragazzo accusato di aver diffuso false notizie sul regime egiziano. «Un enorme sospiro di sollievo perché finisce il tunnel di 22 mesi di carcere e speriamo che questo sia il primo passo per arrivare poi ad un provvedimento di assoluzione», commenta le ultime notizie su Zaki all’ANSA Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, «L’idea che Patrick possa trascorrere dopo 22 mesi una notte in un luogo diverso dalla prigione ci emoziona e ci riempie di gioia. In oltre dieci piazze italiane questa sera scenderemo con uno stato d’animo diverso dal solito e più ottimista». Prima della decisione odierna, Zaki aveva fatto sapere ad un diplomatico italiano che era riuscito ad intrattenersi per pochi istanti con lui prima dell’udienza: «grazie per quello che l’Italia e l’ambasciata stanno facendo per me». Il suo legale all’ANSA ha spiegato che Patrick potrebbe essere liberato già in giornata. (agg. di Niccolò Magnani)

Ultime notizie Covid, record di Green Pass scaricati

Nella giornata di ieri ha debuttato il green pass rafforzato, quello per entrare nei ristoranti, bar, teatri, cinema, stadi e via discorrendo, solo con vaccinazione o guarigione, e nello stesso giorno è stato record di green pass scaricati. Come fa sapere l’agenzia Ansa, sono stati ben 1.3 milioni i certificati verdi scaricati nella giornata di ieri dagli italiani, e la grande maggioranza, ben 970mila, associati alla vaccinazione, chiaro indizio di come il decreto covid abbia spinto gli scettici e gli indecisi a sottoporsi alla puntura contro il coronavirus. Ovviamente è presto per tirare le somme e per capire se questa tendenza continuerà, visto che serviranno i prossimi giorni per capirlo, fatto sta che queste prime 24 ore di super green pass sono state decisamente positive.

Ultime notizie turismo: disdette per l’8 dicembre

Nuovo duro colpo al turismo a seguito delle restrizioni anti covid. Dopo le limitazioni delle ultime due estati, e soprattutto, quelle della stagione invernale a cavallo fra il 2020 e il 2021, gli albergatori speravano in una stagione più serena, ma i contagi risaliti nell’ultimo mese hanno obbligato il governo ad introdurre nuove misure, che hanno inficiato le vacanze natalizie degli italiani, a cominciare da quelli che programmavano di passare il ponte dell’Immacolata lontano da casa. A complicare la situazione, il fatto che col nuovo decreto entrato in vigore ieri si è reso necessario il green pass per alloggiare negli alberghi, oltre che il super green pass per tutte le attività cosiddette sociali. «Pesano l’incertezza per la variazione di norme, legate al Green pass negli alberghi, visto che non era richiesto fino al 6 dicembre e le notizie sull’aumento dei contagi e sulla variante Omicron»; in particolare, «l’eccessivo allarmismo sulla nuova variante ha determinato una frenata delle prenotazioni», ha denunciato all’dnKronos il vicepresidente vicario di Assohotel-Confesercenti Nicola Scolamacchia.

Ultime notizie, Massimo Ferrero arrestato

Choc nel mondo del calcio: nella mattinata di ieri è stato arrestato il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, accusato di reati societari e di bancarotta. Il numero uno del club blucerchiato è finito in manette per delle vicende che non avrebbero a che fare con la squadra ligure, che sarebbe infatti totalmente al sicuro. Come riferito dall’Ansa, oltre all’arresto in carcere di Ferrero sono finite agli arresti domiciliari cinque persone, tutte riguardati un’inchiesta della procura di Paola. Ai domiciliari vi è anche la figlia del presidente della Samp, Vanessa, a cui viene contestato il reato di bancarotta, nonché il nipote Giorgio, mentre l’identità degli altre tre fermati non è stata resa pubblica. Ferrero è stato arrestato dagli agenti della guardia di finanza in quel di Milano e poi trasferito presso il carcere di San Vittore: l’avvocato del noto imprenditore, il legale Pina Tenga, ha presentato un’istanza affinché il proprio cliente possa essere trasferito a Roma e consentirgli di assistere alla perquisizione e procedere all’apertura di una cassaforte all’interno di un’abitazione.

Ultime notizie, Fedriga sotto scorta dopo minacce no vax

Sta vivendo sotto scorta il governatore della regione Friuli Venezia Giulia, presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga. Dalla scorsa settimana sta girando sotto protezione a causa delle numerose minacce ricevute dal mondo no vax negli ultimi tempi, “colpevole” di essersi espresso a favore della vaccinazione. A svelarlo è stato il quotidiano Il Piccolo che ha riportato anche le parole dello stesso Fedriga: “Spero soprattutto per la mia famiglia, che questa situazione possa risolversi nel minor tempo possibile”. Renato Brunetta, ministro della Pubblica Amministrazione, ha commentato: “Mando un abbraccio all’amico Fedriga per le vili minacce ricevute da fanatici no green pass per la sua posizione chiara e ferma a tutela della salute dei cittadini e della ripresa economica. Con Max, dalla sua stessa parte, dalla parte di chi ha a cuore l’Italia”.

Ultime notizie, il Cancelliere austriaco Nehammer ha giurato

E’ arrivato nella giornata di ieri il giuramento del nuovo Cancelliere austriaco, l’equivalente del nostro primo ministro. Karl Nehammer, così come riportato dai colleghi dell’agenzia Ansa, ha giurato nelle mani del presidente Alexander Van der Bellen con la classica formula di rito. Si tratta del diciassettesimo ‘presidente del consiglio’ austriaco dal dopoguerra ad oggi, e sarà a capo di un governo composto da Oevp e Verdi, dopo le dimissioni del suo predecessore, Alexander Schallenberg. Questi aveva fatto un passo indietro di modo da permettere a Nehammer di poter svolgere al meglio il doppio ruolo di Cancelliere e numero uno di Oevp, dopo l’addio alla politica di Sebastian Kurz. Schallenberg è invece divenuto, ruolo già ricoperto in passato, il nuovo ministro degli esteri.

Ultime notizie, il bollettino di ieri del coronavirus

Ieri in Italia il bollettino giornaliero relativo al coronavirus segnala 9.503 nuovi casi di contagio, con tasso di positività in netta risalita, al 3,1%, e 92 decessi, numero che raddoppia quello del giorno precedente. Anche i ricoveri aumentano, con un incremento di 7 unità per le terapie intensive e 282 unità per i reparti ordinari. I tamponi effettuati sono stati 301.560. Nel bollettino è indicato anche il numero dei guariti, pari a 5,567. Dal punto di vista delle regioni continua a d essere il veneto quella con il maggior numero di casi registrati, con 1.709, davanti ad Emilia Romagna e Lazio, altre due regioni che superano quota 1.000.

Ultime notizie, l’ex Premier Conte declina la candidatura per le suppletive di Roma

Giuseppe Conte, ex Premier ed ora leader del M5S ha annunciato ufficialmente che non correrà per le elezioni suppletive della Camera dei deputati per il seggio che è stato liberato dal neo sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. A pesare sulla decisione di Giuseppe Conte anche la prospettiva di scontrarsi con Giuseppe Calenda che nella zona interessata dal voto aveva conquistato il 30% dei consensi nelle votazioni per il sindaco. Intanto la scelta dei nuovi presidenti del M5S sarà fatta il 9 e 10 dicembre mediante una consultazione online.

Ultime notizie, i dati settimanali del coronavirus

La crescita dei casi settimanali del coronavirus è continuata anche nella settimana appena conclusa, nella quale si è registrato un +23,3%. Aumentano in modo minore i ricoveri, mentre sono in calo anche se limitato, i decessi. Tra le regioni che risentono maggiormente dell’aumento il Piemonte ha fatto registrare un + 42% ed anche la Calabria potrebbe passare in zona gialla nella prossima settimana. L’aumento è leggermente più basso di quello della settimana precedente quando si era fermato attestato al 27,6% e di quella ancora prima, quando i nuovi casi avevano fatto registrare una salita del 42,1%. Il superamento di quota 100mila nuovi casi in una settimana riporta indietro al mese di aprile. Le maggiori preoccupazioni riguardano la nuova variante Omicron, che per ora è stata accertata soltanto in pochissimi casi nel nostro paese. In Alto Adige, nonostante l’ingresso della regione nella zona “gialla”, c’è stato un aggravamento con la morte di 6 persone in sole 24 ore, dato che non si verificava dal marzo 2020. Nella regione ora i morti dall’inizio dell’epidemia di covid sono 1.255. Per quanto riguarda la Calabria, l’eventuale passaggio in giallo sarà deciso nella riunione settimanale della cabina di regia che si terrà venerdì prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA