Valentino Rossi, caduta al Mugello/ Video MotoGp: scivola Yamaha, disastro Gp Italia

- Niccolò Magnani

Valentino Rossi, brutta caduta al Mugello: gara e Gran Premio d’Italia da dimenticare per il Dottore che scivola con la sua Yamaha nella ghiaia. Il video

Caduta Valentino Rossi al Mugello 2019
Caduta Valentino Rossi al Mugello 2019 (Twitter Sky Sport)

Si chiude con una brutta caduta il Gp d’Italia 2019 per Valentino Rossi, un disastroso weekend al Mugello che il Dottore avrebbe volentieri evitato: sia perché scivola sulla ghiaia davanti alla marea gialla che ha invaso come sempre il circuito di casa per il n.46 di Tavullia e sia perché così i residui sogni di classifica rischiano di sparire anche per questa stagione. Dopo una brutta partenza, e dopo una ancor peggiore qualifica, Rossi ha cercato di recuperare dalle ultime posizioni per iniziare la classica cavalcata di rimonta che compete solo ai grandi come lui: peccato che attorno all’ottavo giro, mentre era in 21esima posizione, Valentino Rossi curva verso destra e scivola inesorabilmente nella terra. La sua Yamaha non si riaccende e così il Dottore è costretto al ritiro, tornando verso i box da solo mentre la moto viene pian piano rialzata dai commissari di gara del Mugello.

CADUTA VALENTINO ROSSI AL MUGELLO: WEEKEND DA DIMENTICARE

Tremenda delusione per chi come Valentino Rossi nel “suo” Gp di casa spera ogni anno di fare bottino pieno: un weekend assolutamente da dimenticare con i problemi di assetto e poi con la qualifica che lo ha relegato al 18esimo in griglia di partenza. Poi la brutta partenza e la conseguente caduta all’ottavo giro: nulla si salva in questo Gp Mugello 2019 per Valentino Rossi che ora vede allontanarsi tutti i suoi diretti concorrenti in Classifica generale, da Marquez a Rins fino a tutti i ducatisti (Dovizioso e Petrucci). La domenica del campionissimo Moto Gp si chiude dunque nel peggiore dei modi e ci saranno tempi e modi ora per riflettere su cosa non è andato al Mugello, al netto della sfortuna che sicuramente ha giocato un ruolo centrale nella tre giorni del Gran Premio d’Italia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA