VIDEO/ Juventus Bayer Leverkusen (3-0): gol e highlights, pezzo di bravura di Higuain

- Stefano Belli

Video Juventus Bayer Leverkusen (risultato finale 3-0): highlights e gol della partita, valida nella seconda giornata della fase a gironi di Champions league.

Ronaldo_Juventus_gol_Sassuolo_lapresse_2018
Video Juventus Bayer Leverkusen (Foto LaPresse)

Nel video di Juventus Bayer Leverkusen va assolutamente analizzato il grande gol con cui Gonzalo Higuain ha sbloccato la partita. Il Pipita non segnava in Champions League dagli ottavi 2018, quando aveva dato inizio alla rimonta sul campo del Tottenham: un anno e mezzo dopo ha timbrato l’undicesima rete bianconera in questa competizione. Al 17’ minuto Cuadrado, dalla linea di metà campo, ha mandato un pallone profondo al limite dell’area, in posizione centrale; Tah, difensore del Bayer Leverkusen, si è avventato sulla sfera e di testa ha cercato di allontanarla, mandandola però ad impennarsi. A quel punto Higuain ha mostrato tutte le sue doti di attaccante di razza: controllo, palla spostata verso destra per liberare spazio e conclusione a incrociare, non troppo angolata ma sufficiente per prendere in contropiede Hradecky e infilarsi in porta. Per il Pipita si tratta del secondo gol in questa stagione dopo quello realizzato al Napoli; tornato titolare dopo le esclusioni in campionato, martedì sera è tornato prepotentemente a far sentire la sua voce in una stagione che potrebbe essere quella del rilancio definitivo. (agg. di Claudio Franceschini)

VIDEO JUVENTUS BAYER LEVERKUSEN

Diamo un’occhiata al video con i gol e gli highlights di Juventus-Bayer Leverkusen 3-0: i bianconeri tornano a vincere in Europa e assieme all’Atletico Madrid – che ha battuto la Lokomotiv Mosca per 2 a 0 – si portano in vetta al gruppo D di Champions League 2019-2020. All’Allianz Stadium i padroni di casa faticano a carburare con gli ospiti che affrontano i campioni d’Italia con grande personalità e senza timori reverenziali, serve l’acuto di Gonzalo Higuain per mettere la gara in discesa. Con un grande controllo di palla l’attaccante argentino trafigge Hradecky e porta in vantaggio la Vecchia Signora che poi rischia grosso sull’imbucata di Havertz per Volland, chiuso in calcio d’angolo dall’impeccabile Bonucci, leader incontrastato della difesa e al tempo stesso un’ottima chioccia per De Ligt. Higuain va anche vicino alla doppietta ma Hradecky fa il possibile per tenere in partita i suoi. Nel secondo tempo la Juve prova a chiuderla con Cristiano Ronaldo che sbaglia gol che solitamente segnerebbe a occhi chiusi e con le mani legate, il raddoppio porta la firma di Federico Bernardeschi che alla prima da titolare ripaga con gli interessi la fiducia del mister. Nel finale ci sarà gloria anche per il fuoriclasse portoghese che a ridosso del novantesimo trova il modo di lasciare la sua impronta anche quando non brilla e fatica più del previsto. Questa vittoria è sicuramente di buon auspicio alla vigilia della super sfida di domenica prossima contro l’Inter di Conte che vale il primo posto in campionato.

LE DICHIARAZIONI

Subito dopo il triplice fischio Gonzalo Higuain è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: “Vittoria importante, dopo il pari a Madrid dovevamo conquistare i tre punti per avvicinarci alla qualificazione, abbiamo giocato benissimo contro una grande squadra, sono contento per i miei compagni e soprattutto per i tifosi. È sempre bello segnare in Champions League ora pensiamo a riposarci, domenica prossima ci aspetta un’altra battaglia contro l’Inter. Ho una grande voglia di riscattarmi dopo le delusioni dello scorso anno e di onorare questa maglia”. Le parole di Juan Cuadrado, uno dei migliori in campo: “Da quando è arrivato Sarri ho provato a calarmi nel mio nuovo ruolo di terzino, so che posso migliorare ancora tantissimo e lo sa bene anche il mister che mi pungola tutti i giorni per spronarmi a dare sempre il massimo”. La vera sorpresa della serata è stata Federico Bernardeschi, in pochi lo avrebbero immaginato in campo dal primo tempo: “L’ho saputo alla riunione pre-gara che avrei indossato una maglia da titolare. Sono contento che il mister creda in me, è da diverse settimane che lavoro bene e penso che stasera si sia vista la vera Juventus, la stessa che ammirerete contro l’Inter”. Il commento di Maurizio Sarri: “Bernardeschi mi era piaciuto un sacco negli ultimi giorni in allenamento e ho pensato che fosse arrivato il momento di dargli una possibilità, anche perché Ramsey era stanco e aveva bisogno di rifiatare. È stata una partita difficile, il Bayer Leverkusen fa molto possesso palla e con questo atteggiamento costringe gli avversari a stancarsi parecchio. Non è un caso che siamo emersi nel secondo tempo quando i tedeschi sono calati e ci hanno concesso più campo e iniziativa”.

VIDEO JUVENTUS BAYER LEVERKUSEN, HIGHLIGHTS

© RIPRODUZIONE RISERVATA