Video/ Milan Juventus (1-1) highlights e gol. Castillejo: “Meritavamo la vittoria”

- Fabio Belli

Video Milan Juventus (risultato finale 1-1) highlights e gol del match di andata, semifinale Coppa Italia. Ronaldo su rigore al 90′ riacciuffa i rossoneri.

Cristiano Ronaldo esultanza braccia lapresse 2020
Video Spal Juventus, Serie A 25^ giornata (Foto LaPresse)

Come si vede nel video di Milan Juventus, tra i protagonisti della sfida di San Siro, andata delle semifinali della Coppa Italia, vi è pur il rossonero Samu Castillejo, che bloccato nel post match dai microfoni di Milan Tv, ha dichiarato: ”Dopo il Derby, non era facile tornare a giocare, specialmente contro la Juventus, una squadra davvero forte, ma penso che abbiamo fatto una grandissima partita, abbiamo davvero dato tutto, animo  e cuore: penso che è stato un gran risultato, al di là del rigore”. Lo spagnolo ha poi aggiunto: “Meritavamo la vittoria. All’inizio dell’anno avevano detto che quando i difensori saltano girati e la palla colpisce il braccio non è rigore. Quindi non so perché lo ha fischiato. Noi abbiamo dato tutto, ora pensiamo al Torino”. Castillejo, che poi sarà costretto a saltare la sfida di ritorno perché squalificato, ha aggiunto in tal senso: “Quando ha fischiato quel fallo che non c’era mi sono arrabbiato molto e ho avuto quella reazione. Non era fallo”. (agg Michela Colombo)

CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI CASTILLEJO

PIOLI: ORGOGLIOSO DEI MIEI

Al termine della sfida tra Milan e Juventus, semifinale di andata della Coppa Italia, è intervenuto ai microfoni di Milan Tv il tecnico dei rossoneri, che si è detto subito molto orgoglioso della prova messa in campo ieri sera dai suoi a San Siro. Il tecnico infatti ha commentato: “Sono orgoglioso dei miei giocatori, questo senza dubbio, perché stiamo comunque mettendo sul campo delle prestazioni importanti: è giusto sottolineare il cuore e la generosità, ma abbiamo anche fatto una prestazione di qualità, mettendo in difficoltà un’avversario più forte di noi.”. Pioli ha poi aggiunto: “Vi è però anche rimpianto e rammarico per il risultato finale: avremmo meritato un risultato difensore e credo che anche con decisione diverse si poteva vincere, anche giocando in 10. E’ un peccato, ma c’è la partita di ritorno”. A tal proposito il tecnico ha aggiunto: “Certo a Torino saremo in difficoltà perchè stranamente molti di quelli che erano diffidati sono stati anche ammoniti, però adesso ci ributtiamo sul campionato e poi penseremo al ritorno”. (agg Michela Colombo)

CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI PIOLI

LA SFIDA A SAN SIRO

Nella semifinale d’andata di Coppa Italia il Milan mette alle corde la Juventus ma non riesce a battere i bianconeri per un contestato rigore allo scadere. Come si vede nel video di Milan Juventus, ottima partenza per il Milan nel primo quarto d’ora, i rossoneri ci provano subito con un destro di Kessie, poi con una potente conclusione di Rebic che viene respinta con i pugni da Buffon. Al 22′ è ancora il Milan a rendersi pericoloso con una gran botta di Calabria che Buffon deve togliere da sotto la traversa, ma prima dell’intervallo c’è una tegola per Pioli costretto a rinunciare per la partita di ritorno a Ibrahimovic e Theo Hernandez, entrambi diffidati e entrambi ammoniti. Dopo 2′ nella ripresa il Milan ha una nuova chance per portarsi in vantaggio, gran botta di Rebic, imbeccato da Ibrahimovic, ma Buffon si oppone con un grande riflesso. Al 7′ anche Castillejo riesce ad angolare in maniera efficace il tiro, ma anche in questo caso il numero uno bianconero non si lascia sorprendere. Al 16′ i rossoneri riescono a passare in vantaggio: Castillejo scodella in area un cross che non trova la deviazione aerea di Ibrahimovic, alle sue spalle però sbuca Rebic che batte Buffon con una girata beffarda che rimbalza all’angolino. La Juventus fatica a reagire ma al 26′ il Milan resta in inferiorità numerica: Hernandez entra duro su Dybala e rimedia il secondo cartellino giallo e la conseguente espulsione. Con l’uomo in più la Juventus cerca di produrre il massimo sforzo offensivo e allo scadere viene premiata: rovesciata in area di Cristiano Ronaldo col pallone che sbatte sul braccio di Calabria: dopo l’on field review l’arbitro Valeri accorda il rigore ai bianconeri e lo stesso CR7 firma quello che sarà il gol del definitivo pareggio.

LE DICHIARAZIONI DEI TECNICI

Il pareggio riacciuffato in rimonta ha fatto tirare un bel sospiro di sollievo all’allenatore della Juventus, Maurizio Sarri, che non rinuncia però ad analizzare criticamente la prestazione dei suoi. “In questo momento non vedo un miglioramento. Fino a venti giorni fa eravamo in crescita, in questa fase facciamo fatica. Stasera abbiamo palleggiato bene da dietro ma siamo mancati negli ultimi venti metri. Per stasera va bene così. Preoccupato non sono, mi sento bene e le preoccupazioni vere le ho solo per la salute. Siamo in un momento di crescita bloccata, ma possiamo ripartire dal palleggio di stasera e lavorare su evitare qualche gol evitabile. Il calcio non è più come pochi anni fa, le squadre che finiscono con 18-20 gol subiti non ci sono più. Ci sembra di prenderne tanti, ma abbiamo due gol presi in più rispetto alla miglior difesa del campionato.” Stefano Pioli ha comunque apprezzato la reazione del suo Milan dopo la rimonta subita nel derby: “Avevo chiesto ai miei di uscire stasera senza rimpianti. Stremati. I miei non devono averne, forse qualcun altro sì, ma non loro. Io sono orgoglioso e penso anche i tifosi. Volevamo e meritavamo un risultato diverso, ma è solo l’andata. Ci prepareremo per fare meglio al ritorno. Sul rigore mi sono arrabbiato perché c’era un fallo su Ibrahimovic ad inizio azione, e il rigore non sarebbe mai arrivato. Ricordo poi anche la riunione con gli arbitri, e il fatto che il rigore fischiato contro Cerri in Cagliari-Brescia non lo fosse. Mi sembra la stessa. Chi ha giocato sa che si salta con le braccia, ed è stato tra l’altro colpito prima che potesse ricadere e togliere le braccia. Sono confuso, non capisco quali siano mani e quali no. Il nostro giocatore oggi non poteva scomparire.

CLICCA QUI PER IL VIDEO MILAN JUVENTUS, HIGHLIGHS

© RIPRODUZIONE RISERVATA