Barbara d’Urso Vs Pamela Prati/ Le assurde condizioni: la redazione risponde picche…

- Emanuela Longo

Barbara d’Urso contro Pamela Prati: in scena il confronto finale a Live Non è la d’Urso? Ecco la frecciatina dell’ex showgirl alla conduttrice

barbara durso live
Barbara d'Urso contro Pamela Prati, Live Non è la d'Urso

Barbara d’Urso per dovere di cronaca e trasparenza, ha raccontato per quale motivo ieri sera Pamela Prati non fosse presente in trasmissione da lei. Alle richieste avanzate dalla showgirl ed i suoi avvocati, la redazione del programma ha risposto picche. Ed infatti la Prati, chiedeva oltre che un cachet assurdo, anche delle condizioni particolari che la nostra Queen della verità ha deciso categoricamente di non accettare. E così, seduta da sola sul divano bianco, ha raccontato ai telespettatori l’accaduto, concludendo con una intervista “fantasma” insieme a Mark Caltagirone. Con questo passo falso con molta probabilità, la Prati si è giocata anche l’ultima possibilità di potersi riscattare. Dopo avere passato una vacanza a Capri con i Vip, Giovanni Ciacci presente in puntata ieri sera, ha confidato che nessuno avrebbe chiesto un selfie all’ex star del Bagaglino. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

LE SPIEGAZIONI DI BARBARA D’URSO

Pamela Prati avrebbe dovuto partecipare a Live non è la d’Urso, ma a poche ore dalla diretta ha scelto di dare forfait. La sua ospitata “ovviamente – spiega la padrona di casa – doveva essere a tutolo gratuito”, anche perché “Pamela ha sempre detto di non voler lucrare”. Poco prima dell’inizio dell’intervista, però, gli avvocati della showgirl avrebbero cominciato a proporre alla trasmissione delle “richieste particolari” e, oltre a una “dichiarazione scritta di domande” concordate, avrebbero richiesto il totale supporto della conduttrice: “addirittura che alla fine avrei dovuto alzarmi ed abbracciarla”, spiega la D’Urso. “Per me era importante non che si chiarisse con me, ma che si chiarisse con voi”, continua la padrona di casa, che parla di richieste tutto sommato superabili; “ma nel tardo pomeriggio – continua – arriva un messaggio che che ho visto, al produttore di questa trasmissione, dall’avvocato di Pamela Prati […] che non sarebbe scesa dall’auto se non le avessimo garantito una cifra molto, molto alta, decine di migliaia di euro”. Barbara D’Urso e il suo staff hanno quindi deciso di non assecondare la richiesta: “Abbiamo ritenuto che non fosse il caso, non voglio utilizzare la parola ricatto”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

SEBASTIAN E REBECCA, LA VERITÀ?

Barbara d’Urso contro Pamela Prati: siamo giunti allo scontro finale? Dopo l’indiscrezione di ieri avanzata da Dandolo secondo la quale l’ex showgirl sarebbe stata avvistata in Mediaset, in tanti si sono domandati se per caso stesse per registrare una intervista per Live Non è la d’Urso. L’ultima volta che la Prati è stata nel programma di Barbara non aveva ancora confessato l’inesistenza di Mark Caltagirone, ma anzi con forza aveva ribadito non solo di aver visto e sentito il suo mancato promesso sposo, ma aveva confermato l’esistenza dei bambini in affido, Sebastian e Rebecca. Quando poi ha deciso di confessare la sua “verità” da Silvia Toffanin a Verissimo, la d’Urso si è estremamente risentita per le parole che solo pochi giorni prima, con convinzione, le aveva riferito l’ex diva del Bagaglino. In particolare, la conduttrice lo scorso 29 maggio, in occasione di una nuova puntata di Live Non è la d’Urso si era scagliata duramente contro la Prati al punto da averla invitata – qualora ne avesse avuto il coraggio – a dirle in faccia la verità soprattutto sulla storia dei bambini. Nel corso delle settimane, infatti, la verità è venuta tristemente a galla: Rebecca non è mai esistita, mentre Sebastian era interpretato da un bambino-attore, iscritto alla Aicos (ma del quale Eliana Michelazzo ne era all’oscuro) e gestito da Pamela Perricciolo.

BARBARA D’URSO, L’ATTACCO A PAMELA PRATI IN DIRETTA TV

“Bisogna capire per quale motivo Pamela Prati che è una vittima ha nascosto alcune cose”, si domandava nelle passate settimane Barbara d’Urso a Live Non è la d’Urso. Tante le verità che nell’ultima intervista all’ex showgirl non erano ancora emerse, come poi accaduto nei giorni successivi. Quindi la conduttrice aveva avanzato una richiesta proprio alla Prati: “Io vorrei se avesse il coraggio – ma non ce l’ha – che venisse qui a spiegarmi perchè da vittima truffata è venuta per esempio in trasmissione da me a raccontare di aver preso questi due bambini in affido”. Il delicatissimo punto dei bambini, infatti, è realmente l’aspetto più inquietante nonché gravissimo dell’intera vicenda. La d’Urso aveva ricordato come in trasmissione da lei la Prati avesse mostrato i braccialetti che i due presunti figli le avrebbero donato. “E’ andata da Mara Venier a dire che li porta a scuola, che ha preso l’aereo mano nella mano con Sebastian (Caltagirone, ndr): per quale motivo hai inventato tutto questo? Perchè hai detto tutte queste bugie? Perchè eri plagiata? Perchè eri convinta?”, le aveva domandato guardando dritta la telecamera. Ma ciò che proprio non era riuscita a mandare giù, era stata la storia dei bambini: “Quanto è bello essere mamma, diceva? Ma tu che ne sai di quanto è bello essere mamma di un bambino in affido! Vieni qua a raccontarmelo guardandomi negli occhi, l’avevo detto che mi sarei incazz*ta e l’ho fatto!”, aveva chiosato. CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

PAMELA PRATI, FRECCIATINA ALLA CONDUTTRICE

Non sappiamo ancora se Pamela Prati si sia realmente armata di coraggio decidendo di affrontare faccia a faccia Barbara d’Urso, forse in una intervista registrata e in assenza del pubblico (come accaduto con Verissimo). Ma apprendiamo oggi l’ennesima frecciatina dell’ex showgirl sessantenne rivolta proprio alla conduttrice Mediaset, contenuta in una intervista rilasciata al settimanale Chi. Al giornale diretto da Alfonso Signorini ha parlato ampiamente dei bambini e del suo primo incontro con il finto Sebastian, dopo un anno di corrispondenza virtuale. Quindi ha motivato il perchè parlasse dei bambini nelle varie trasmissioni, dando la colpa all’inesistente Mark Caltagirone: “Mi ripeteva che dovevo dire di conoscere i bambini e che li avevo vissuti, altrimenti loro ne avrebbero sofferto. Mi veniva detto che piangevano quando non li citavo, mi accusavano di vergognarmi di loro perché erano bambini cresciuti in un istituto e non miei figli biologici”. Ed ecco la frecciatina riservata a Barbara d’Urso: “Perché quando a Live-Non è la d’Urso intervistano tutti i personaggi a cui è stato fatto quello che è stato fatto a me, con un sistema che si ripete da dieci anni, gli altri sono vittime e io no? Il motivo è che ho parlato in tv di matrimonio e figli?  Ma, quando l’ho fatto, è perché ci credevo e volevo condividere la mia gioia”. A differenza della d’Urso però, la sola – sempre a detta della Prati – in grado di capire il suo stato d’animo sarebbe stata Silvia Toffanin che ha pubblicamente ringraziato. Come replicherà Barbarella?

© RIPRODUZIONE RISERVATA