PAGELLE/ Roma Basilea (1-3): i voti, la cronaca, il tabellino

- La Redazione

Gli svizzeri riaprono la crisi in casa giallorossa

totti_sconsolato_r375x255_05mag10
Francesco Totti (Ansa)

Ennesima battuta d’arresto per la Roma di Claudio Ranieri. Questa volta ci ha pensato il Basilea a espugnare l’Olimpico con un sonoro 3-1 davanti a circa 20mila persone (tra cui 200 svizzeri in delirio). Mai in vantaggio, i giallorossi hanno dovuto rincorrere per tutta la durata del match senza però riuscire a ribaltare la situazione. Non basta il gol di Borriello, nè la grande prestazione di capitan Totti: gli svizzeri fanno il colpaccio a due passi dal Tevere e, con i tre punti, raggiungono Roma e Cluj nel girone di Champions.

La doccia fredda arriva prestissimo per i giallorossi. Minuto dodicesimo, la prima occasione del Basilea è sui piedi di Frei che dal limite dell’area batte Lobont con un destro. Al ventunesimo la reazione dei padroni di casa: Totti serve uno splendido spunto di prima per Borriello che si avvia verso la porta avversaria e insacca. L’Olimpico ci crede e la Roma prova a rialzare la testa ma il pareggio illusorio viene scombussolato dall’astuzia del Basilea che al 44esimo torna in vantaggio grazie alla rete di Inkoom.

La Roma deve recuperare e si lancia all’attacco mentre gli ospiti svizzeri chiudono gli spazi e sono pronti a sfruttare le ripartenze. Tanti i tentativi giallorossi, non sempre assistiti dalla giusta lucidità. Taddei corre da una parte all’altra, Totti continua a dare il suo importante contributo e Pizarro ci prova con i lanci per l’attacco. Nonostante svariati tentativi, tra cui un palo di Taddei e una punizione del capitano, la Roma non si sblocca e, nei minuti finali, deve subire il gol dell’umiliazione ad opera di Cabral.

1-3 (primo tempo 1-2)

 

Frei (B) al 12’, Borriello (R) al 21’, Inkoom (B) al 44’ p.t.; Cabral (B) al 47’ s.t.

 

(4-4-2): Lobont; Cassetti, Mexes, N. Burdisso, Riise (Castellini dal 15’ s.t.); Taddei, Brighi, Pizarro, Perrotta (Baptista dal 29’ s.t.); Borriello, Totti. (Doni, Juan, Cicinho, Simplicio, Okaka). All. Ranieri.

 

(4-4-2): Costanzo; Inkoom, Abraham, Ferati, Safari; Shaqiri, Yapi, Huggel, Stocker (Chipperfield dal 25’ s.t.); Frei (Almerares dal 45’ s.t.), Streller (Cabral dal 35’ s.t.). (Sommer, Atan, Kusunga, Tembo). All. Fink.

 

Nikolaev (Rus).

 

Spettatori 25.000 circa. Ammoniti Cassetti, Inkoom e Chipperfield. Recuperi: 1’ p.t.; 4’ s.t.

 

 

Lobont 5: In ritardo su almeno due dei tre gol, i suoi rinvii non aiutano la squadra a salire.

 

Cassetti 5,5: Nel primo tempo se la cava bene tra chiusure difensive e iniziative sulla fascia (tra cui un tunnel). Nella ripresa spinge come un matto ma sbaglia parecchio.

 

Mexes 4,5: Il primo gol nasce da un suo mancato intervento, tentenna in più occasioni, svirgola nei rinvii. Sembra un altro francese.

 

Burdisso 6: Buona tempistica nelle chiusure, eccezion fatta per la terza rete degli ospiti in cui manca il contrasto decisivo.

 

Riise 5: Qualcosa sulla fascia, poco o nulla in difesa, assente ingiustificato al momento del secondo gol svizzero. Castellini s.v.: Volenteroso. Subentra a Riise e prova a dare sprint alla fascia sinistra.

 

Taddei 6: Molta voglia di fare che a volte si traduce in imprecisioni e leggerezze. Dai suoi piedi partono spunti offensivi e un tiro che si infrange sul palo. Ha dato tutto e nella seconda parte della ripresa boccheggia.

 

Pizarro 6: Recupera palloni a ripetizione, Fa il difensore aggiunto e prova ad accendere le iniziative giallorosse. Tanti lanci interessanti, qualche passaggio sbagliato.

 

Brighi 5,5: Incide poco nel primo tempo, sbaglia molto nel secondo nonostante diverse occasioni interessanti sulla trequarti.

 

Perrotta 5,5: Consueto lavoro in quantità, fa la spola tra centrocampo e attacco provando a incidere come esterno. Fatica e viene sostituito. Julio Baptista s.v. : E’ vivo e si fa vedere con alcune buone giocate tra cui un cross e qualche scatto. Ma ormai è tardi e il grosso è stato fatto.

 

Totti 6,5: Incursioni e spunti dal primo al novantesimo. Il capitano mette il turbo, fa segnare (assist per Borriello) e vorrebbe segnare ma traiettoria e portiere avversario glielo impediscono. Una partita da leader.

 

Borriello 6: Gol da bomber e chilometri di corsa con palla al piede. Non sempre assistito dai compagni, nel primo tempo se la cava bene. Nella ripresa si perde tra le maglie della difesa svizzera e non trova guizzo decisivo.

 

Ranieri 5: Mancano De Rossi, Menez, Vucinic. Ma il problema non è costituito dalle assenze. La squadra, sfortunata al momento del primo gol, non ci pensa neppure a dominare il campo nel primo tempo e si riduce a dover tentare il tutto per tutto nella ripresa. Aspettando invano la sostituzione di uno stremato Taddei.

 

BASILEA: Costanzo 6, Inkoom 6.5, Abraham 6, Ferati 6.5, Safari 6.5, Shaqiri 6.5, Huggel 6, Yapi Yapo 6, Stocker 7 (25′ st Chipperfield 6), Frei 7 (44′ st Almerares sv), Streller 6.5 (35′ st Cabral 6.5). All.: Fink 6.5.

 

(Marco Fattorini)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori