Probabili formazioni/ Arsenal-Marsiglia, le ultime novità (Champions League, gruppo F)

Probabili formazioni di Arsenal-Marsiglia, partita della quinta giornata di Champions League 2013-2014 (gruppo F): le scelte e le dichiarazioni degli allenatori Wenger e Baup

26.11.2013 - La Redazione
arsenal_emirates_tribuna
Foto Infophoto

Partita molto importante questa sera alle ore 20.45 all’Emirates Stadium: Arsenal-Marsiglia è un crocevia fondamentale per il gruppo F, certamente il più emozionante dell’intera Champions League, con tre squadroni dei quali purtroppo uno dovrà salutare la compagnia già prima di Natale. Gli altri due sono naturalmente Napoli e Borussia Dortmund, che stasera si affrontano in Germania: l’Arsenal di Arsene Wenger, dal canto suo, deve pensare a vincere contro l’Olympique, perché lasciare punti all’anello debole del gruppo sarebbe quasi certamente deleterio. Il Marsiglia è ancora fermo al palo, prima vittima del crudele sorteggio: in altri gironi i francesi avrebbero fatto certamente una figura migliore. Tuttavia stasera i riflettori saranno tutti sui Gunners, e da Dortmund ci saranno due squadre molto interessate all’esito della partita. Eccovi dunque le ultime notizie sulle probabili formazioni delle due squadre, che saranno dirette dall’arbitro spagnolo Lahoz.

Così ha parlato Arsene Wenger nella conferenza stampa di ieri: “Le gioie in Champions League possono darci la spinta giusta anche in Premier. Battere il Marsiglia è importante per il futuro in Europa: dobbiamo evitare di affrontare la partita di Napoli con l’acqua alla gola. Henry e Pires si stanno allenando con noi, ma escludo ritorni. Sono solo nostri ospiti”. Protagonista del momento è il gallese Aaron Ramsey, che al sito della Uefa ha raccontato: “Mi sto divertendo molto in questo periodo, sono molto fiducioso. Tutta la squadra è fiduciosa e questo è sempre un bene. Io non sono mai stato meglio e mi sto godendo questo momento. Le statistiche mi interessano poco, mi basta giocare bene e che la squadra renda al massimo. Ragioniamo partita per partita, ma siamo fiduciosi. Dopo la sconfitta in casa contro il Borussia Dortmund abbiamo avvertito un po’ di pressione, ma siamo riusciti a fare risultato in trasferta. Ora siamo in un’ottima posizione quindi puntiamo a vincere la prossima partita per fare un altro passo verso la qualificazione. C’è sempre modo per migliorare, basta lavorare duro. E’ bello che una leggenda come Henry torni ad allenarsi con noi. Ha vinto molto qui e spero che la sua esperienza possa tornare utile a noi giovani.”. In attacco ci sarà però un altro francese, cioè Giroud, sostenuto proprio da Ramsey, ma anche dal tedesco Ozil e dallo spagnolo Cazorla sulla trequarti nel 4-2-3-1 di Wenger. Sfida ai connazionali anche per i difensori Sagna e Koscielny e per il centrocampista ex Milan Flamini, d’altronde l’Arsenal di Wenger ha sempre avuto una forte anima Bleus. In difesa però l’uomo del momento è il tedesco Mertesacker, che di recente ha punito proprio l’Inghilterra a Wembley in amichevole tra le due Nazionali.

Tra i giocatori a disposizione di Wenger ne segnaliamo tre in particolare, uno per reparto: in difesa Vermaelen, a centrocampo il veterano Rosicky e in attacco Walcott. Come si può dunque capire, non mancheranno alternative di lusso ai Gunners a partita in corso.

Tra i giocatori che invece stasera non potranno essere della partita, ecco il centrocampista Diaby e gli attaccanti Oxlade-Chamberlain e Podolski: assenze di un certo peso in avanti, anche se comunque non mancheranno i campioni per Wenger all’Emirates Stadium.

Queste sono state le parole di Elie Baup nella conferenza stampa di ieri: “Il nostro gruppo è un mix di giovani ed esperti. Tanti stanno scoprendo ora la Champions League, e questa esperienza li aiuterà a migliorare. Evidentemente non siamo messi bene in classifica, ma i miei giocatori sono capaci di fare una buona prestazione anche qui a Londra. Abbiamo sempre provato a fare il nostro gioco, anche contro squadre che sono più forti di noi. Già dal momento del sorteggio tutti ci avevano messo al quarto posto del girone. Contro l’Arsenal all’andata avevamo giocato bene per almeno un’ora, ma loro ci hanno punito appena abbiamo rallentare: questo è ciò che può fare una formazione di più alto livello. Non vogliamo chiudere senza nemmeno un punto, faremo il nostro massimo nelle ultime due partite”. Nel 4-2-3-1 dell’OM ci sarà Gignac titolare, assistito da Jordan Ayew, Valbuena e Thauvin: la qualità dunque non mancherà, ma il compito più difficile sarà affidato alla difesa, a partire dal portiere Mandanda e da quel Nkoulou che è nel mirino del Napoli, e che se fermasse gli inglesi farebbe certamente un grosso favore ai partenopei…

Tra gli uomini a disposizione di Baup, segnaliamo in particolare Diawara per la difesa, Imbula a centrocampo e Khalifa per l’attacco. E’ tuttavia proprio andando a vedere le panchine che si può cogliere la differenza di qualità complessiva fra le due rose.

Gli assenti sono André Ayew e payet: entrambi incideranno sul reparto avanzato, specie il primo, che lascerà “solo” il fratello Jordan in questa partita così difficile per i francesi.

 

Szczesny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Flamini, Arteta; Ramsey, Ozil, Cazorla; Giroud. All. Wenger.

A disp.: Fabianski, Vermaelen, Monreal, Rosicky, Gnabry, Walcott, Bendtner.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Diaby, Podolski, Oxlade-Chamberlain.

Mandanda; Abdallah, Mendes, Nkoulou, Mendy; Romao, Cheyrou; Thauvin, Valbuena, J. Ayew; Gignac. All. Baup.

A disp.: Samba, Diawara, Fanni, Morel, Imbula, Lemina, Khalifa.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: A. Ayew, Payet.

 

Arbitro: Lahoz (Spa).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori