Diretta / Real Madrid-Borussia Dortmund (risultato finale 2-2) info streaming video e tv: Reus gela il Bernabeu! (oggi, Champions League 2016)

- La Redazione

Diretta Real Madrid-Borussia Dortmund: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Champions League è in programma mercoledì 7 dicembre 2016

Isco_Real_Madrid
(LaPresse)

Tempo scaduto al Santiago Bernabeu, Real Madrid e Borussia Dortmund pareggiano 2 a 2 dopo una partita bellissima dove la formazione di Tuchel, inizialmente sotto di due gol, è riuscita a difendere il primato nel gruppo F di Champions League 2016-2017, in questa maniera il Bvb eviterà le italiane, il Barça, l’Atletico Madrid e l’Arsenal agli ottavi. All’88’ arriva il clamoroso pari degli ospiti, Emre Mor ruba palla a Marcelo e dà il via al contropiede aprendo per Aubameyang che a sua volta servirà l’assist decisivo per Reus che in scivolata realizza il gol del 2-2 gelando il pubblico del Bernabeu. Nel recupero la formazione di Tuchel rischia addirittura di vincerla con la spallata di Carvajal su Aubameyang lanciatissimo a rete, l’arbitro Marciniak grazia il Real Madrid e non concede il calcio di rigore, sarà questa l’emozione di un match non adatto ai deboli di cuore. 

Quando siamo giunti al quarantesimo minuto del secondo tempo, il punteggio di Real Madrid-Borussia Dortmund è sempre di 2 a 1 in favore della formazione allenata da Zinedine Zidane. In questa fase del match i blancos provano a chiudere definitivamente i conti per smorzare le velleità di rimonta degli ospiti. Al 74′ Benzema apre per Vazquez con la difesa del Bvb che riesce in qualche modo a metterci una pezza, quattro minuti più tardi Cristiano Ronaldo fa tutto alla perfezione entrando in area e scavalcando Weidenfeller col destro, ma il numero 7 del Real angola troppo il pallone che si stampa sul palo, poco dopo Sergio Ramos stacca di testa ma sulla sua strada trova l’estremo difensore avversario. All’82’ Sokratis contiene Cristiano Ronaldo impedendogli di involarsi verso la porta, gara ancora apertissima al Bernabeu. 

Real Madrid-Borussia Dortmund 2-1 al venticinquesimo minuto del secondo tempo. Partita che continua a rimanere bellissima al Bernabeu, merito delle due squadre che non rinunciano a giocare sebbene i blancos possano gestire i due gol di vantaggio, mentre gli ospiti non lasciano nulla di intentato per accorciare quantomeno le distanze e rientrare in partita, e infatti al 61′ la formazione di Tuchel va a segno con Aubameyang che trafigge Navas e firma la rete dell’1-2 che rimette l’undici di Zidane sull’attenti. Al 64′ Bvb vicinissimo al 2-2 con il nuovo entrato Emre Mor che prova a servire il pallone della doppietta su un piatto d’argento ad Aubameyang, a due passi dalla porta il numero 17 non riesce a trovare la deviazione vincente. Al 69′ altro intervento decisivo di Weidenfeller questa volta su Cristiano Ronaldo alla ricerca ossessiva del gol, poco dopo Reus salva sulla linea negando la tripletta a Benzema, la girandola di emozioni continua. 

Al decimo minuto del secondo tempo il Real Madrid è in vantaggio sul Borussia Dortmund per 2 a 0. Prima del riposo gli ospiti si rendono pericolosissimi in contropiede ma Schurrle sbaglia la misura del passaggio per Aubameyang che aveva la porta praticamente spalancata. Partita caratterizzata dai continui capovolgimenti di fronte, al 43′ Cristiano Ronaldo sfiora il raddoppio mancando l’impatto col pallone che gli aveva servito Benzema. Nonostante lo svantaggio la formazione di Tuchel se la gioca comunque a viso aperto, nel recupero Gonzalo Castro scarica il destro addosso a Navas. A inizio ripresa Dembélé sfiora nuovamente il gol del pari al 48′ quando al termine di una grande azione personale non trova la porta col pallone che esce di un soffio. Gli ospiti stanno giocando davvero bene e meriterebbero di pareggiare, ma gli uomini di Tuchel non trovano mai il modo di arrivare all’ultimo passaggio. Al 52′ grandissima parata di Weidenfeller su Benzema ma poco dopo l’estremo difensore tedesco si deve inchinare per la seconda volta davanti al centrocampista francese che fa doppietta e consente ai blancos di allungare. 

Quando mancano solamente cinque minuti all’intervallo si è sbloccato il punteggio al Bernabeu con il Real Madrid avanti sul Borussia Dortmund per 1 a 0. La gara non sta affatto deludendo le aspettative e lo spettacolo è degno del blasone che riveste le due squadre protagoniste sul terreno di gioco. Al 28′ Carvajal ha campo libero e può comodamente servire l’assist per Benzema che davanti alla porta non può far altro che depositare il pallone in rete portando in vantaggio i Blancos che anche sull’1 a 0 non accennano a fermarsi continuano ad attaccare e a mettere in apprensione la difesa della formazione tedesca che riesce comunque a guadagnare campo e ad affacciarsi dalle parti di Navas che al 38′ fa il suo dovere nei confronti di Dembélé negandogli la rete del pari e un minuto più tardi para la conclusione angolata di Schurrle direttamente da calcio di punizione. 

Al venticinquesimo minuto del primo tempo il punteggio di Real Madrid-Borussia Dortmund rimane fermo sullo 0-0. Ritmi davvero alti al Bernabeu con i blancos che intendono assolutamente scavalcare gli avversari nella classifica del gruppo F per impossessarmi del primato, ma gli ospiti vogliono vendere cara la pelle. I padroni di casa vanno più volte vicini al gol con il colpo di testa di Casemiro e il destro di Vazquez, entrambi però non riescono a inquadrare la porta di Weidenfeller. Gli uomini di Tuchel lasciano l’iniziativa ai giocatori di Zidane, l’arma che caratterizza il BVB è il contropiede e dunque aspettano che il Real si scopra in difesa per sferrare il colpo nelle ripartenze. Al 18′ Weidenfeller è bravo a chiudere su James Rodriguez lanciatissimo a rete grazie al suggerimento geniale di Cristiano Ronaldo. 

Al Santiago Bernabeu è cominciata la partita valida per il gruppo F di Champions League 2016-2017 tra Real Madrid e Borussia Dortmund, al decimo minuto del primo tempo il punteggio rimane fermo sullo 0-0. Le due squadre si giocano il primato del girone e dunque la posta in palio è davvero molto alta sebbene entrambe abbiano già avuto la certezza matematica della qualificazione agli ottavi. Pronti, via, e gli ospiti vanno subito a invadere la metà campo avversaria, Tuchel vuol far capire a Zidane che stasera sarà autentica battaglia sul terreno di gioco. Al 4′ prima palla gol per i tedeschi, Schurrle da ottima posizione non riesce a trovare la porta difesa da Keylor Navas. La risposta dei blancos arriva al 8′ con Benzema che, innescato da Cristiano Ronaldo, scarica il tiro addosso a Weidenfeller. 

Eccoci arrivati al big match nella serata di Champions League: Real Madrid-Borussia Dortmund, decisiva per il primo posto nel girone F. Le partite di ieri in realtà hanno aperto il grande dubbio: davvero è auspicabile arrivare primi, viste le squadre che si potrebbero incrociare? Difficile comunque che due formazioni di questo calibro possano fare calcoli, anche perché cè di mezzo una bella rivalità; e allora, vediamo subito quali sono le formazioni ufficiali della partita che inizia alle ore 20:45 nel prestigioso scenario dello stadio Santiago Bernabeu. REAL MADRID (4-3-3): 1 K. Navas; 2 Carvajal, 5 Varane, 4 Sergio Ramos, 12 Marcelo; 19 Modric, 14 Casemiro, 10 James Rodriguez; 17 Lucas Vazquez, 9 Benzema, 7 Cristiano Ronaldo. Allenatore: Zinedine Zidane. BORUSSIA DORTMUND (4-3-3): 1 Weidenfeller; 26 Piszczek, 25 Papastathopoulos, 5 Bartra, 29 Schmelzer; 27 Castro, 33 Weigl, 22 Pulisic; 7 Dembelé, 17 Aubameyang, 21 Schurrle. Allenatore: Thomas Tuchel.

Nel Gruppo F di Champions League si gioca Real Madrid-Borussia Dortmund per decidere chi passerà come prima e chi come seconda di questo girone. I blancos sono secondi a -2 dai gialloneri dopo tre vittorie e due pari con 14 gol fatti e 8 subiti, mentre dall’altra parte i tedeschi hanno vinto quattro partite e sono stati fermati solo da un pari con 19 reti siglate e 7 incassati. I padroni di casa segnano una media di 2.8 rispetto ai 3.8 degli ospiti, quelli incassati invece sono di media 1.6 a 1.4. Entrambe le compagini segnano molto in tutti i modi possibili di destro 6 a testa, di sinistro 5 a 6 e di testa 2 a 5. I galaticos tirano di più, le conclusioni sono infatti 95 a 86, con i tedeschi più cinici dato che le conclusioni in porta sono 33 a 43. La precisione dei passaggi è alta per entrambe, 90% a 89%, mentre il possesso palla vede avanti i gialloneri 54% a 61%.

Visti lalta levatura di Real Madrid e Borussia Dortmund, non sorprende affatto che le due squadre, oggi in campo si siano già scontrate diverse volte in ambito europeo: il bilancio infatti stando alle statistiche Uefa ci riportano ben 11 testa a testa, dove si contano 5 affermazioni dei Blancos e 3 successi dei tedeschi. Il precedente più recente è chiaramente la sfida di andata di questo girone di ChampionsELague, che vide sullo sfondo della città di Dortmund un sofferto pareggio per 2 a 1 realizzato grazie ai gol di Aubemayang e Schurrle per i padroni di casa e Ronaldo e Varane per i colori del club spagnolo. Come detto Real Madrid e Borussia Dortmund si sono già incontrate diverse volte ma tra queste dobbiamo segnalare certamente le due semifinali di Champions League, nella stagione 1997-1998 e in quella più recente degli anni 2012-2013: negli anni novanta furono i Blancos ad affermarsi sia in casa che fuori, ottenendo il passaggio del turno e la finalissima con al Juventus, poi vinta. Negli anni duemila invece il trend si invertì: fu infatti il Bortussia Dortmund a vincere in entrambi gli scontri diretti e anche con risultati eclatanti, che gli valsero la finalissima contro la connazionale Bayern Monaco, poi vincitrice del suo quinto titolo.

diretta dall’arbitro polacco Szymon Marciniak, si gioca alle ore 20:45 di mercoledì 7 dicembre presso lo stadio Santiago Bernabeu della capitale spagnola; è valida per la sesta e ultima giornata del girone F di Champions League 2016-2017. Partita fra le più interessanti della giornata, perché in una fase che ha già emesso molti verdetti nella corsa agli ottavi di finale della competizione, il girone F vedrà scontrarsi due vere e proprie super-squadre per il primo posto nel raggruppamento. 

Comanda il girone, per il momento, il Dortmund di Tuchel a quota tredici punti: i gialloneri hanno compiuto pienamente il loro dovere battendo sia all’andata sia al ritorno lo Sporting Lisbona ed il Legia Varsavia, pareggiando in casa l’andata contro un Real apparso in grande spolvero sul fronte interno. Il dato più importante per la formazione allenata da Zinedine Zidane è l’essere ancora imbattuta in partite ufficiali dopo quattro mesi di stagione vissuti ai massimi livelli.

Un’annata iniziata lo scorso nove agosto con la vittoria nella Supercoppa Europea contro il Siviglia ed arrivata al pari nel ‘Clasico’ contro il Barcellona: due partite che hanno in comune il gol di Sergio Ramos in extremis che ha impedito agli avversari dei ‘Blancos’ di sconfiggerli, col difensore che nel 2014 fu allo stesso modo uomo della provvidenza nella finale di Champions League contro l’Atletico Madrid. Una costante che mantiene il Real in fuga in campionato, primo con sei punti di vantaggio proprio sul Barcellona.

In Champions servirà però a tutti i costi la vittoria al Bernabeu per strappare il primo posto nel girone al Dortmund e garantirsi così un sorteggio potenzialmente migliore in vista degli ottavi di finale della massima competizione europea. 

Ecco le formazioni che scenderanno in campo stasera: Real Madrid schierato col numero uno della Nazionale del Costa Rica, Navas, alle spalle di una linea difensiva a quattro composta da Carvajal, dal francese Varane, da Sergio Ramos e dal brasiliano Marcelo rispettivamente dalla fascia destra alla fascia sinistra. centrocampo a quattro con Lucas a destra e Asensio a sinistra sulle fasce laterali, mentre la coppia di centrali della mediana sarà tutta croata con Modric e Kovacic titolari. In attacco ci sarà il francese Karim Benzema al fianco del portoghese Cristiano Ronaldo.

Risponderà il Borussia Dortmund con Weidenfeller a difesa della porta, Rode schierato in posizione di terzino destro e Passlack schierato in posizione di terzino sinistro, mentre i centrali di difesa saranno Ginter e lo spagnolo Bartra. Il turco Sahin sarà schierato come playmaker arretrato alle spalle degli altri due centrali di centrocampo, Mario Gotze e Gonzalo Castro. L’americano Pulisic giocherà sull’out di destra e il francese Dembelé sull’out di sinistra, mentre Reus sarà schierato di punta al centro dell’attacco.

Zidane lavorerà per mantenere la qualità e l’equilibrio della squadra ad alti livelli anche dopo un impegno dispendioso come il ‘Clasico’, con un 4-4-2 che sfrutta maggiormente la qualità del centrocampo, visto che senza Gareth Bale (che per un grave infortunio al tendine resterà probabilmente fuori fino a Primavera) il tridente non è più l’opzione principale per il tecnico francese, o per lo meno quella da utilizzare a tutti i costi.

La ragnatela del 4-1-4-1 disegnata da Tuchel per il Borussia Dortmund all’andata ha messo in difficoltà un Real Madrid che è uscito comunque imbattuto di fronte al ‘muro giallo’ del Signal Iduna Park. Servirà ancora più forza ai tedeschi per resistere all’impatto dello stadio Santiago Bernabeu.

Il Dortmund avrà il vantaggio di poter puntare a mantenere il primo posto con due risultati su tre a disposizione, ma dopo l’otto a quattro contro il Legia Varsavia il Real sa che sarà la difesa il punto debole da attaccare per conquistare il primo posto nel girone. Il Real Madrid imbattuto in questa stagione viene considerato favorito dai bookmaker per la conquista del primo posto nel girone, con affermazione interna quotata 1.91 da Bet365, mentre Tipico.it moltiplica per 4.00 la quota dell’eventuale pareggio e William Hill offre alla stessa quota il successo esterno dei tedeschi.

Real Madrid-Borussia Dortmund, mercoledì 7 dicembre 2016 alle ore 20.45, sarà trasmessa in diretta tv su Mediaset Premium, in particolare sul canale Premium Calcio 1; tutti gli abbonati, come al solito, avranno la possibilità di assistere al match anche in diretta streaming video, grazie al servizio Premium Play che, senza costi aggiuntivi, si può attivare su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori