Diretta / Manchester City-Psg (risultato finale 1-0) info streaming video-tv: storico City! E’ semifinale (Canale 5, Champions League 2016)

- La Redazione

Diretta Manchester City-Psg, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca all’Etihad, valida per il ritorno dei quarti di finale di Champions League

hart_kompany_cavani
Foto Infophoto

Manchester City-Psg termina 1-0 e i citizens sono – per la prima volta nella loro storia – in semifinale di Champions League! Vittoria meritata per gli uomini di Pellegrini, che dopo il rigore sbagliato da Aguero nel primo tempo si sono dimostrati comunque superiori, nonostante lo sfoggio di individualità offensive da fantacalcio del Psg. Bravo Hart a chiudere la sua porta nel finale a Cavani, abbastanza deludente nel complesso, valutando la doppia sfida. Annullato anche un gol a Ibrahimovic, per fuorigioco evidente. Fuori tra gli applausi nel City i due migliori in campo De Bruyne (uomo del match) e David Silva; prestazione di carattere e maturità per la squadra di Pellegrini, che sogna un addio da film – arriverà Guardiola a fine stagione – con l’epilogo di Milano… 

Manchester City-Psg 1-0 quando siamo entrati nell’ultimo spicchio di match all’Etihad Stadium e il City ha sbloccato la contesa, prenotando di fatto il passaggio (storico) in semifinale! Psg sbilanciato in avanti da metà frazione, con Blanc che ha gettato nella mischia anche il Flaco Pastore, disegnando un centrocampo con Di Maria, Rabiot ed appunto Pastore, privo di fatto di mediani e ricco di fantasia e imprevedibilità: in realtà di tiri in porta pericolosi per Hart non ne sono arrivati, se non su calcio piazzato, con colpo di testa di Thiago Silva, deviato in corner dal portiere inglese. A far calare la mannaia sulle ambizioni di Ibra & co è stato però De Bruyne, al minuto 76: lunghissima azione dei citizens, da una fascia all’altra, per portare il belga al tiro in zona centrale. Angolino centrato e 1-0 a referto: al Psg servono ora due reti per ribaltare tutto, impresa che avrebbe dell’incredibile! 

ripartita senza cambi e dal pari a reti inviolate della prima frazione: ce la fa dunque Aguero, ripresosi dopo l’infortunio al ginocchio patito nei minuti finali di primo tempo. Era entrato invece proprio in chiusura Lucas, al posto dell’infortunato Thiago Motta. In avvio subito pericoloso Ibrahimovic: ancora una punizione-bomba, come nell’unica altra occasione costruira dai francesi finora, respinta nuovamente in angolo da Hart. Il copione è simile a quello dei primi 45′ di gioco: non sfonda il City, si copre senza strafare il Psg. Che però dovrà cambiare registro nel corso della ripresa, per centrare la qualificazione. La sensazione è che il match sia completamente in balìa degli episodi, vedi rigore sbagliato da Aguero. Di sicurezze, al momento, se ne intravedono poche: molto dipenderà da chi riuscirà a sbloccare per primo lo 0-0… 

Manchester City-Psg resta sullo 0-0 dopo i primi 45 minuti di gioco all’Etihad Stadium. Non arrivano buone notizie per i citizens, che dopo il rigore sbagliato rischiano di perdere proprio l’autore dell’errore dagli 11 metri – Sergio Aguero – infortunatosi al ginocchio, con un movimento innaturale dopo un salto. Vedremo se il Kun rientrerà ad inizio ripresa. Nessuna altra enorme occasione da gol nel finale di frazione, dopo i “botti” di metà tempo: da segnalare solo un destro largo di Jesus Navas, che ha sprecato un’ottima occasione dopo errore in appoggio di Aurier. Tanti i disimpegni errati dai francesi, che rischiano parecchio; out per infortunio Thiago Motta proprio in chiusura, dentro al suo posto Lucas, con ovvio cambio di modulo per Blanc. Restando così le cose, a livello di punteggio, in semifinale andrà il City in virtù del 2-2 dell’andata. 

Manchester City-Psg 0-0 alla mezzora del primo tempo ed i padroni di casa non riescono a mettere le redini al match, soffrendo l’atteggiamento tattico e le individualità del Psg. In particolare grande prestazione, ancora una volta, di Rabiot, il migliore in campo per il momento; numeri, tecnica, utilità su tutto l’arco del centrocampo per il giovane francese, sempre al centro del gioco. Grande movimento anche di Di Maria, con meno spunti interessanti, così come sull’altro fronte si sta mettendo in evidenza Aguero: due conclusioni per il Kun, con il mancino e poi con il destro, a sfiorare i pali della porta difesa da Trapp. Unico acuto per gli ospiti, su punizione, quello di Ibrahimovic: per lo svedese “bomba” dai 25 metri e respinta centrale di Hart, attento e abile nella deviazione in corner. In generale l’inerzia si sta spostando però a favore degli inglesi, spinti dai proprio tifosi: è record di presenze per i supporters citizens, questa sera. L’occasione clamorosa è arrivata proprio a cavallo della mezzora: rigore conquistato ma sbagliato da Aguero, che dopo il fallo di Trapp in uscita ha calciato a lato dagli 11 metri! 

iniziata su ritmi indiavolati! Ospiti abbastanza “coperti” tatticamente, schierati da Blanc con un 3-5-2 accorto e che prevede Van der Wiel e Maxwell sugli esterni, due terzini offensivi ma – sulla carta – difensori. Quindi pronti a trasformare la difesa in una linea a 5 elementi. Aggressivo il City in particolare con lo scatenato Aguero, mobilissimo e sempre pericoloso palla al piede. Pochi palloni utili per Cavani e Ibra sul fronte offensivo del Psg, mancano per il momento solo le conclusioni in porta per accendere ed infuocare la competizione! Si resta sullo 0-0 ma è una partita tutta da gustare, al City of Manchester. 

Prende il via Manchester City-Psg: le formazioni ufficiali di questa affascinante partita dellEtihad ci dicono che nel Manchester City Kompany non viene rischiato e rimane fuori, si gioca con De Bruyne e David Silva in appoggio ad Aguero mentre Yaya Touré va in panchina a favore di Fernando. Nel Psg cè una grande sorpresa: Aurier viene schierato da difensore centrale e, spiazzando tutti, Laurent Blanc lascia in panchina sia Pastore che Lucas destinando Marquinhos al ruolo di perno davanti alla difesa, spostando Thiago Motta a mezzala. Calcio dinizio alle ore 20:45. MANCHESTER CITY (4-2-3-1): 1 Hart; 3 Sagna, 30 Otamendi, 20 Mangala, 22 Clichy; 25 Fernandinho, 6 Fernando; 15 Jesus Navas, 17 De Bruyne, 21 David Silva; 10 Aguero. In panchina: 13 Caballero, 5 Zabaleta, 11 Kolarov, 18 Delph, 42 Yaya Touré, 72 Iheanacho, 14 Bony. Allenatore: Manuel Pellegrini PSG (4-3-3): 16 Trapp; 23 Van der Wiel, 19 Aurier, 2 Thiago Silva, 17 Maxwell; 25 Rabiot, 5 Marquinhos, 8 Thiago Motta; 11 Di Maria, 10 Ibrahimovic, 9 Cavani. In panchina: 30 Sirigu, 3 Kimpembe, 20 Kurzawa, 4 Stambouli, 27 Pastore, 7 Lucas, 35 Ongenda. Allenatore: Laurent Blanc 

Analizziamo la possibile chiave tattica di Manchester City-Psg. Il tecnico cileno Manuel Pellegrini confermerà al livello tattico il 4-2-3-1 già visto al Parco dei Principi, mentre l’allenatore francese Laurent Blanc proporrà il 4-3-3 che ha messo in evidenza non poche lacune difensive però nella partita d’andata. In patria il Paris Saint Germain continua a vincere in scioltezza pur avendo già messo in cassaforte il titolo di Francia lo scorso 13 marzo. In Europa il PSG trova di fronte a sé una concorrenza mancata tra le mura francesi in questa stagione, e questo può rappresentare un problema sul piano dell’intensità. Dei black out della squadra di Blanc ha saputo approfittare il City, che ha compiuto un passo avanti nella corsa Champions in Premier League nel weekend, consolidando il quarto posto battendo in casa il West Bromwich Albion, approfittando così del ko dei cugini dello United in casa del Tottenham. Per Guardiola la possibilità di essere l’anno prossimo in ballo nell’Europa che conta alla guida dei citizens è più concreta.

Sale lattesa per Manchester City-Psg: fino a questo momento il Manchester City ha giocato soltanto una volta in casa contro una squadra francese, visto che la sua storia nelle coppe europee ha breve durata. Lunico precedente peraltro è contro lo stesso Psg: era la fase a gironi di Coppa UEFA 2008-2009, finì 0-0 in un gruppo che non prevedeva partite di andata e ritorno ma soltanto una partita secca con campo sorteggiato in precedenza. Sono invece 7 le trasferte nella terra dAlbione: il bilancio è in negativo, lunica vittoria però è anche nella partita più recente (1-2 sul campo del Chelsea, e conseguente qualificazione in semifinale lo scorso 9 marzo) mentre ci sono tre pareggi e tre sconfitte a completare il quadro. In negativo la differenza reti: i gol subiti sono 17, uno in più di quelli realizzati.

La partita Manchester City-Psg verrà diretta da Carlos Velasco Carballo, arbitro spagnolo. Il direttore di gara in questa stagione di Champions League ha già diretto il match tra il Psg ed il Chelsea agli ottavi di finale, match vinto 2-1 dai francesi. In quella occasione ha estratto cinque cartellini gialli, tre per i francesi e due per gli inglesi. Velasco Carballo ha diretto settantasei partite internazionali, estraendo duecentottantasette cartellini gialli, sette cartellini rossi e ha fischiato in totale ventotto calci di rigore. Nel corso di questa stagione ha diretto anche i match della fase a gironi tra Porto e Dinamo Kiev (finita 0-2), tra CSKA Moska e Manchester United (terminata 1-1) e quella tra Olympiacos e Bayern Monaco (finita 0-3) oltre al match di qualificazione tra Bayer Leverkusen e Lazio terminata 3-0 per i tedeschi. 

Se parliamo di statistiche in Manchester City-Psg, dobbiamo notare come Zlatan Ibrahimovic domini i numeri individuali: lo svedese ha segnato 5 gol e smazzato 4 assist decisivi ai compagni, ma è anche secondo nei tiri fuori dallo specchio (19, in testa Cristiano Ronaldo con 23) ed è anche il calciatore terminato più volte in fuorigioco (21 volte, alle sue spalle Diego Costa con 14). Tra i calciatori del Manchester City, oltre a Wilfried Bony che ha distribuito 4 assist, tra i primi cinque delle principali voci statistiche troviamo soltanto Fernandinho: poco lusinghiero il dato che riguarda il centrocampista brasiliano, risultato infatti il calciatore ad aver commesso più falli (26) in questa edizione di Champions League.

Tuttavia il Manchester City è una delle squadre ad aver ricevuto meno ammonizioni: sono 10, come il Cska Mosca e con solo il Siviglia alle spalle (ma entrambe hanno giocato solo la fase a gironi). Il Psg invece ha ricevuto 19 cartellini gialli; nessun espulso per le due squadre fino a questo momento. 

Manchester City-Psgdiretta dall’arbitro spagnolo Carlos Velasco Carballo, si gioca martedì 12 aprile 2016 e sarà una sorta di appuntamento con la storia per entrambi i club. La gara di ritorno dei quarti di finale di Champions League 2015-2016 infatti indicherà quale delle due formazioni potrà raggiungere una semifinale che rappresenterebbe il massimo picco toccato dai due club da quando le rispettive proprietà arabe sono salite sul ponte di comando.

La partita di andata peraltro non è andata come previsto: il PSG partiva favorito anche in base all’eccellente performance negli ottavi di finale contro il Chelsea. Il City, che annaspava in Premier League, aveva avuto un avversario più morbido nel turno precedente, gli ucraini della Dinamo Kiev. Tanti errori si sono visti al Parco dei Principi ed il due a due finale può essere ritenuto più che soddisfacente come risultato dalla squadra allenata da Pellegrini.

Che pur essendo arrivato a fine ciclo (sulla panchina dei citizens l’anno prossimo siederà Pep Guardiola) sembra determinato a lasciare finalmente il segno in Europa come mai era riuscito a fare il Manchester City negli ultimi anni. Davanti al Paris Saint Germain si pone invece lo spauracchio della terza eliminazione consecutiva ai quarti di finale.

Il dominio nella Ligue 1 lasciava presagire ad una squadra finalmente matura per compiere il salto di qualità anche in campo internazionale. Ora la situazione è in bilico e quasi sicuramente a Ibrahimovic e compagni servirà una vittoria all’Etihad Stadium per piazzarsi finalmente tra le prime quattro d’Europa.

Ecco quali saranno le probabili formazioni: Manchester City in campo con Hart in porta, i francesi Sagna e Clichy sulle corsie laterali di destra e di sinistra in difesa ed il connazionale Mangala impiegato come centrale al fianco dell’argentino Otamendi, a completare la retroguardia.

Duo brasiliano composto da Fernando e Fernandinho al centro del campo, alle spalle dello spagnolo David Silva, del belga De Bruyne e dell’altro spagnolo Jesus Navas, mentre il ‘kun’ Aguero sarà come sempre chiamato a guidare l’attacco.

Nel Paris Saint Germain davanti all’estremo difensore tedesco Trapp sarà schierata una linea difensiva a quattro con l’ivoriano Aurier sulla corsia di destra e i brasiliani Thiago Silva e David Luiz al centro e Maxwell sulla fascia sinistra. L’azzurro Thiago Motta sarà il perno del centrocampo, con Rabiot e Matuidi a girargli intorno, mentre nel tridente offensivo con Zlatan Ibrahimovic ci saranno l’argentino Angel Di Maria e l’uruguaiano Cavani.

Lievissimo favore del pronostico assegnato dai bookmaker al Paris Saint Germain, ma le quote per questo match di ritorno dei quarti di finale ricalcano l’equilibrio indicato dal match d’andata. Vittoria interna inglese quotata 2.80 da 888.it, che propone a 3.65 la quota del pareggio, mentre l’affermazione esterna dei transalpini viene quotata 2.60 da William Hill.

Manchester City-Psg, martedì 12 aprile 2016, sarà visibile in diretta tv sia dagli abbonati Mediaset Premium, sul canale Premium Sport HD o in diretta streaming video – in assenza di un televisore – sul sito play.mediasetpremium.it (attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Premium Play), sia da tutti gli appassionati in chiaro su Canale 5, o in diretta streaming video con un collegamento da qualsiasi personal computer, tablet oppure smartphone sul sito www.mediaset.it/live-streaming.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori