Diretta/ Cska Mosca-Real Madrid (risultato finale 1-0) streaming video Sky: grande impresa dei russi!

- Mauro Mantegazza

Diretta Cska Mosca Real Madrid streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Champions League (oggi 2 ottobre)

Cska_Champions_lapresse_2017
Diretta Cska Mosca Viktoria Plzen - LaPresse

DIRETTA CSKA MOSCA-REAL MADRID (RISULTATO FINALE 1-0): GRANDE IMPRESA DEI RUSSI!

Impresa del CSKA Mosca che batte a sorpresa il Real Madrid campione d’Europa in carica per 1 a 0 e sale in testa al gruppo G di Champions League 2018-19: patendo sofferenze indicibili soprattutto nel finale gli uomini di Goncharenko sono riusciti a difendere il risultato con le unghie e con i denti, scrivendo una pagina di storia del club russo che storicamente le ha sempre prese dai blancos. Invece stasera la musica è diversa, per la terza gara consecutiva la formazione di Lopetegui non riesce a segnare e la porta di Akinfeev resta stregata anche quando il portiere russo viene espulso dall’arbitro rumeno Hategan per le reiterate proteste dopo essere stato ammonito per perdita di tempo. Nel frattempo le merengues proseguono l’assalto all’area di rigore avversaria, colpendo il terzo legno con Mariano Ruiz mentre a tempo praticamente scaduto Varane non trova lo specchio da pochissimi passi. Il triplice fischio del direttore di gara consegna agli almanacchi il risultato più inaspettato del martedì di Champions. {agg. di Stefano Belli}

LA PORTA DI AKINFEEV RESTA INVIOLATA

Quando mancano dieci minuti al novantesimo il Real Madrid è ancora sotto di un gol sul campo della CSKA Mosca, inutili i tentativi dei blancos che dall’inizio del secondo tempo sta letteralmente assediando l’area di rigore avversaria, i padroni di casa si sono dovuti rintanare nella loro trequarti per contenere le avanzate degli uomini di Lopetegui per i quali la porta di Akinfeev, stasera, sembra davvero stregata. Momento di massimo sforzo per gli ospiti che faticano però a finalizzare le tante azioni d’attacco create, al 73′ Kroos calcia dai 22 metri ma ci vuole ben altro per impensierire l’estremo difensore di Goncharenko. Difesa stoica della compagine russa che vuole proteggere un risultato storico, non capita tutti i giorni di battere i campioni d’Europa in carica. {agg. di Stefano Belli}

ASENSIO IMPEGNA AKINFEEV

Al decimo minuto del secondo tempo il CSKA Mosca è sempre in vantaggio per 1 a 0 sul Real Madrid. La sfortuna continua ad accanirsi sui blancos che dopo i due legni colpiti con Casemiro e Benzema hanno anche perso per infortunio Carvajal che ha dovuto lasciare il posto a Odriozola. L’undici di Lopetegui non si dà per vinto tanto facilmente (altrimenti non avrebbe vinto con Zidane in panchina le ultime tre edizioni della Champions League) e continua ad affacciarsi in avanti, al 49′ Asensio avanza palla al piede e da fuori area libera il tiro scaldando i guantoni di Akinfeev che prima sventa la conclusione dell’attaccante spagnolo e poi se la prende con i suoi compagni, colpevoli di aver lasciato troppo spazio al numero 20 del Real. Gara apertissima, gli ospiti alla ricerca del pari devono però stare attento a non scoprirsi troppo e a non farsi infilare in contropiede dai padroni di casa. {agg. di Stefano Belli}

PALO DI CASEMIRO, TRAVERSA DI BENZEMA

Si è concluso sul punteggio di 1 a 0 in favore della formazione di Goncharenko il primo tempo di CSKA Mosca-Real Madrid, match della seconda giornata di Champions League (girone G). Dopo aver letteralmente regalato la prima mezz’ora agli avversari, i blancos cominciano finalmente a fare sul serio, al 31′ Casemiro avanza palla al piede per vie centrali e libera la conclusione che si infrange sul palo, ospiti a un passo dal pareggio e grosso sospiro di sollievo per i padroni di casa che hanno concesso troppo spazio al numero 14 di Lopetegui. Gli ospiti alzano il baricentro e aumentano i giri del motore, ma stasera la Dea bendata tifa per il CSKA visto che al 40′ il Real colpisce il secondo legno del match con la traversa di Benzema che con un colpo di testa fa letteralmente tremare la porta di Akinfeev. Se non altro i campioni d’Europa in carica stanno mettendo alle corde la retroguardia locale e vogliono far sudare i tre punti agli uomini di Goncharenko. {agg. di Stefano Belli}

I BLANCOS STENTANO A REAGIRE

Alla mezz’ora del primo tempo resiste il vantaggio del CSKA Mosca sul Real Madrid, la formazione di Goncharenko è sempre avanti di un gol con gli uomini di Lopetegui incapaci sin qui di rimettersi in carreggiata e ristabilire l’equilibrio sul terreno di gioco. Gli ospiti provano a prendere in mano la situazione, i padroni di casa si propongono in contropiede con Dzagoev che innesca Chalov, tuttavia il numero 9 locale viene murato da Nacho che toglie le castagne dal fuoco a Navas. Non sta piacendo per niente l’atteggiamento dei blancos che peccano di umiltà nonostante le numerose assenze che stanno certamente condizionando il rendimento odierno dei campioni d’Europa in carica. Che comunque al 24′ sfiorano il pareggio con l’inserimento di Casemiro che sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina viene anticipato da Oblyakov che salva quasi sulla linea. {agg. di Stefano Belli}

VLASIC INGUAIA I BLANCOS

Allo stadio di Mosca è cominciata la sfida valevole per la seconda giornata del gruppo G di Champions League 2018-19 tra Cska e Real Madrid, al decimo minuto del primo tempo il punteggio vede i padroni di casa in vantaggio per 1 a 0. I blancos, orfani di isco, Bale e Marcelo e con Ramos in panchina, vengono subito trafitti dagli avversari con Vlasic che al 2′ approfitta del grave errore in disimpegno di Kroos e trafigge Navas inguaiando la formazione di Lopetegui: l’ex-commissario tecnico della nazionale spagnola ha fatto debuttare il giovane Reguilon ma la mancanza di inesperienza in serate come questa può essere fatale. Le merengues provano a reagire ma Benzema viene fermato da Becao che gli impedisce di accentrarsi e di creare pericoli dalle parti di Akinfeev. Chi pensava che per i campioni d’Europa quella in Russia sarebbe stata una gita di piacere si sarà già ricreduto. {agg. di Stefano Belli}

FORMAZIONI UFFICIALI!

Curioso o meno che sia, i precedenti di Cksa Mosca Real Madrid sono appena due: l’unica volga in cui queste due squadre si sono incrociate era il febbraio 2012, ottavi di finale di una Champions League che per i blancos, alla seconda stagione del triennio di José Mourinho, si sarebbe conclusa in semifinale come quella precedente e quella successiva. Al Luzhniki, casa del Cska, i russi guidati da Leonid Slutski avevano pareggiato una partita incredibile all’ultimo secondo: l’immancabile Cristiano Ronaldo aveva portato in vantaggio le merengues, ma al 93’ Pontus Wernbloom aveva trafitto Casillas regalando alla sua squadra un risultato insperato. Che però lasciava il Real Madrid clamorosamente favorito in vista del ritorno: doppietta di CR7, sigilli di Gonzalo Higuain e Karim Benzema e russi eliminati, capaci soltanto di andare a segno con Zoran Tosic (sullo 0-3 e a 13 minuti dal termine della partita) così da rendere meno amaro il passivo. Oggi la terza sfida, e il Cska è ancora a caccia della prima vittoria contro i campioni d’Europa. CSKA MOSCA (4-2-3-1): 35 Akinfeev; 2 Mario Fernandes, 50 Rodrigo Becao, 3 Chernov, 14 Nababkin; 29 Bijol, 77 Akhmetov; 8 Vlasic, 10 Dzagoev, 98 Oblyakov; 9 Chalov. REAL MADRID (4-3-3): 1 Keylor Navas; 2 Carvajal, 5 Varane, 6 Nacho, 23 Reguilon; 8 Kroos, 14 Casemiro, 24 D. Ceballos; 17 Lucas Vazquez, 9 Benzema, 20 Asensio. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Cska Mosca Real Madrid sarà trasmessa in diretta tv sui canali della televisione satellitare: l’appuntamento per tutti gli abbonati è sul canale Sky Sport Football (numero 203) oppure su Sky Sport 253, e ovviamente sarà possibile assistere alla partita anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, collegandone un massimo di due al proprio abbonamento per attivare la diretta streaming video garantita dall’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

LE STATISTICHE

Nel presentare Cska Mosca Real Madrid è inevitabile parlare del fatto che i blancos non abbiano segnato nelle ultime due partite e abbiamo realizzato un misero gol nelle ultime tre: sconfitta netta a Siviglia e pareggio interno nel derby contro l’Atletico, l’attacco dei campioni d’Europa ha prodotto 14 gol nelle prime cinque partite stagionali (compreso il 3-0 alla Roma in Champions League) ma poi si è incredibilmente fermato, con la difesa che ha concesso 6 reti e la metà di queste al Sanchez Pizjuan. Julen Lopetegui deve insomma ritrovare un po’ di equilibrio; il Cska Mosca in campionato non sta dominando, anzi in questo momento si trova al quarto posto avendo già perso una volta in casa e pareggiato in quattro occasioni. Nelle ultime quattro gare tuttavia sono arrivati 10 punti, con 9 gol segnati e uno solo subito; il Cska ha vinto le ultime due partite in trasferta – dove non ha mai perso – e ha segnato 16 gol nelle prime 10 uscite stagionali, incassandone soltanto 6. Due di questi però sono costati quella che sarebbe stata un’importante vittoria esterna all’esordio nel girone di Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

I BOMBER

Con l’addio di Cristiano Ronaldo il peso dell’attacco delle merengues se l’è caricato sulle spalle Karim Benzema che sarà titolare al centro dell’attacco anche oggi in CSKA Mosca- Real Madrid. Il classe 1987 è passato in Spagna nell’estate del 2009 dopo essersi fatto conoscere con la maglia dell’Olympique Lione. Con il Real ha realizzato 131 reti in 283 partite, sacrificandosi anche per la squadra. La partenza del lusitano gli ha dato sicuramente più spazio davanti e la possibilità di tornare a mettersi in mostra. Da sempre pupillo del Presidente Florentino Perez in estate è stato più volte accostato al Napoli anche se alla fine è rimasto al Real Madrid. Dall’altra parte invece è interessante provare a scoprire Fedor Chalov. L’attaccante classe 1998 è un prodotto del vivaio della squadra russa e sta dimostrando di essere calciatore dotato di un grande istinto del gol. Quest’anno ha già segnato moltissimo, basti pensare che in nove partite di Russian Premier League ha segnato sette reti. Nonostante la forza dell’avversario è un giocatore da tenere sotto controllo, anche perché ha dimostrato di saper segnare in tutti i modi possibili grazie a tecnica abbinata a fisico. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’ARBITRO

Cska Mosca Real Madrid sarà diretta questa sera nella capitale russa dall’arbitro rumeno Ovidiu Hategan, di conseguenza tutta la squadra arbitrale per questa partita della seconda giornata di Champions League arriverà dalla Romania. I due guardalinee saranno i signori Octavian ?ovre e Sebastian Gheorghe, mentre come quarto uomo agirà Radu Ghinguleac. Infine i due arbitri addizionali d’area, che saranno i signori Radu Petrescu e Sebastian Coltescu. Il signor Ovidiu Hategan, nato il 14 luglio 1980, è sicuramente un arbitro ben noto, essendo internazionale fin dal 2008. Il suo anno migliore è stato il 2016, nel quale Hategan è stato selezionato sia per gli Europei in Francia sia per le Olimpiadi di Rio de Janeiro. In Champions League invece il signor Hategan vanta 18 presenze nel tabellone principale e in queste partite ha comminato 77 cartellini gialli, quattro espulsioni (equamente divise fra somme di ammonizioni e rossi diretti) e assegnato altrettanti calci di rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Cska Mosca Real Madrid, diretta dall’arbitro Ovidiu Hategan, sarà una partita valida per la seconda giornata di Champions League: siamo nel girone G e si giocherà allo stadio Luzhniki alle ore 21.00 italiane, cioè le 22.00 di Mosca – che, detto per inciso, non ci sembra un orario ideale, anche se per fortuna l’inverno non è ancora così vicino. Il Real Madrid di Julen Lopetegui è naturalmente la squadra di riferimento in questo gruppo e ha cominciato la nuova avventura europea con una netta vittoria per 3-0 contro la Roma che vorrà bissare per fare un passo avanti verso la qualificazione, pratica da chiudere velocemente per poi dare per qualche mese la priorità alla Liga, che stavolta il Real vuole contendere fino in fondo al Barcellona. Il Cska Mosca invece ha debuttato con un buon pareggio esterno (2-2) sul campo del Viktoria Plzen, ma da questa partita potrà iniziare a capire se il suo obiettivo realistico può essere il terzo posto o se potrà anche ambire a un posto agli ottavi di finale.

PROBABILI FORMAZIONI CSKA MOSCA REAL MADRID

Diamo adesso uno sguardo alle probabili formazioni di Cska Mosca Real Madrid. L’allenatore dei padroni di casa, il bielorusso Viktar Hancarenka, dovrebbe schierare il Cska secondo il modulo 3-5-1-1: in porta Akinfeev, protetto da una retroguardia a tre composta da Chernov, Becao e Nababkin; nel folto centrocampo a cinque potremmo invece attenderci titolari da destra a sinistra Mario Fernandes, Oblyakov, Bijol, Vlasic ed Efremov; la fase offensiva invece dovrebbe essere affidata al trequartista Dzagoev e alla prima punta Chalov. Quanto al Real Madrid, è prevedibile il solito 4-3-3 per gli uomini di Julen Lopetegui: in porta Keylor Navas, in questa fase portiere di Coppa; Carvajal terzino destro, Sergio Ramos on c’è dunque Vallejo e Varane difensori centrali, Nacho a sinistra perché anche Marcelo è indisponibile; nessun problema invece a centrocampo, dove giocheranno Casemiro, Kroos e Modric; tra gli assenti ci sono pure Isco e Bale, dunque nel tridente si possono schierare Lucas Vazquez, Benzema e Asensio.

PRONOSTICO E QUOTE

Il Real Madrid appare favorito per la vittoria in casa del Cska Mosca, al quale dunque non dovrebbe bastare nemmeno il fattore campo. L’agenzia di scommesse Snai crede senza ombra di dubbio al colpaccio degli spagnoli. La quota del segno 2 è infatti appena di 1,60 per la vittoria del Real Madrid in terra di Russia. Si sale poi già a 4,00 volte la posta in palio in caso di pareggio (segno X), mentre in caso di vittoria casalinga del Cska Mosca il segno 1 ripagherebbe 5,50 volte la posta in palio chi avrà creduto nel successo moscovita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori