Probabili formazioni / Rapid Vienna Inter: Spalletti punta su Soares (Europa League)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Rapid Vienna Inter: problemi per Luciano Spalletti che perde Skriniar e Brozovic per squalifica e deve decidere se dare fiducia a Lautaro Martinez o rilanciare Icardi.

perisic bayern monaco
Lautaro e Perisic (Foto LaPresse)

Chi potrebbe essere il protagonista nelle probabili formazioni di Rapid Vienna Inter? Scegliamo un nome che potrebbe essere piuttosto ovvio ma che aspettiamo di vedere all’opera, vale a dire Cédric Soares: Luciano Spalletti lo ha già lanciato in campionato ma ora lo testa in Europa League. Si tratta di un ventottenne portoghese, terzino destro: inevitabile l’accostamento con Joao Cancelo che, nonostante i sei mesi ottimi in nerazzurro, non è stato riscattato e può essere un rimpianto, viste le prestazioni con la Juventus. Cresciuto nello Sporting Lisbona, Soares ha giocato le ultime tre stagioni e mezzo con il Southampton, di cui è stato un titolare; segna poco (4 gol in 246 partite con i club) ma garantisce buona spinta sulla corsia e ha una buona esperienza internazionale. Vanta 18 presenze nelle coppe internazionali: nel 2016 avrebbe potuto sfidare l’Inter con i Saints ma era infortunato al piede in entrambe le gare del girone. Elemento fisso della nazionale portoghese, ha vinto gli Europei giocando da titolare tutte le partite ad eliminazione diretta, prendendo il posto di Vieirinha che era stato la prima scelta di Fernando Santos per la fascia destra. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS SUGLI AUSTRIACI

Studiando le probabili formazioni di Rapid Vienna Inter, bisogna dire che è piuttosto difficile capire in che modo i nuovi arrivati in casa biancoverde possano incidere sulla squadra: va infatti ricordato che il Rapid non gioca da metà dicembre perchè, dopo la clamorosa sconfitta per 1-6 nel derby contro l’Austria, il campionato è andato in vacanza e ripartirà solo tra nove giorni. Ad ogni modo gli austriaci hanno speso poco meno di 2 milioni di euro per far arrivare Aliou Badji: nei turni preliminari di Europa League l’attaccante senegalese aveva segnato due gol con la maglia del Djurgarden ma di fatto è fermo da allora. L’altro acquisto è quello di Srdjan Grahovac, bosniaco di passaporto serbo: arriva dall’Astana che però lo ha tenuto per appena due settimane prima di darlo nuovamente in prestito (in precedenza era al Rijeka, in Croazia). A proposito di prestiti, Albin Gashi era impegnato nella Seconda Divisione olandese con il Den Bosch: il Rapid Vienna lo ha fatto rientrare per poi girarlo all’Horn, nella 2 Liga austriaca. Inoltre a gennaio sono partiti Jérémy Guillemenot, Aleksandar Kostic, Philipp Malicsek e Christoph Haas, elementi poco utilizzati da Dietmar Kuhbauer. (agg. di Claudio Franceschini)

OUT SKRINIAR E ICARDI

Studiamo le probabili formazioni di Rapid Vienna Inter, la partita che, in programma alle ore 18:55 di giovedì 14 febbraio, si gioca per l’andata dei sedicesimi di finale dell’Europa League 2018-2019. I nerazzurri affrontano la trasferta dell’Allianz Stadion in un contesto nel quale non si volevano trovare: l’eliminazione dal girone di Champions League è stata bruciante per il modo in cui è arrivata, con un pareggio interno contro il modesto Psv e soprattutto dopo aver vinto le prime due partite del girone. Adesso per Luciano Spalletti, che innanzitutto deve difendere il suo quarto posto in campionato, c’è comunque la possibilità di mettere le mani su un trofeo internazionale ridando lustro al cammino europeo della squadra; attenzione però all’avversario, perchè i biancoverdi austriaci non hanno il blasone e la rosa su cui possono contare i nerazzurri ma hanno già dimostrato di poter essere ostici. Andiamo dunque a vedere in che modo i due allenatori potrebbero disporre le loro squadre sul terreno di gioco dell’Allianz Stadion, analizzando nel dettaglio le probabili formazioni di Rapid Vienna Inter.

QUOTE E PRONOSTICO

E’ ovviamente quella nerazzurra la squadra favorita nel pronostico di Rapid Vienna Inter: l’agenzia di scommesse Snai ha sancito una quota di 1,60 volte la posta in gioco per il segno 2, che identifica la vittoria esterna della banda di Luciano Spalletti. Per il segno 1 che regola il successo austriaco il valore arriva a 5,75 volte quello che avrete deciso di mettere sul piatto; l’eventualità del pareggio è regolata dal segno X e vi farebbe guadagnare un corrispettivo di 3,85 volte la puntata.

PROBABILI FORMAZIONI RAPID VIENNA INTER

LE SCELTE DI KUHBAUER

Dovrebbero esserci pochi dubbi per Dietmar Kuhbauer: avendo una rosa non troppo allargata, in Rapid Vienna Inter la formazione scelta potrebbe ricalcare quella vista in campionato, anche se l’ultima partita risale allo scorso dicembre e dunque qualcosa potrebbe essere comunque cambiata. Per esempio nella linea dei trequartisti potrebbe trovare spazio Veton Berisha, che potrebbe giocare da esterno al posto di uno tra Murg e Schobersberger con la conferma di Klassnmuller da centrale alle spalle della prima punta Alar. A centrocampo Schwab sarà sicuramente in campo e sarà lui a dettare i tempi della manovra biancoverde, al suo fianco si candida Martic anche se Ljubicic sarà squalificato per la prossima partita di campionato e dunque non avrà bisogno di rifiatare. Muldur e Potzmann dovrebbero essere nuovamente i due terzini (il secondo è stato il giocatore che ha evitato che il passivo nel derby contro l’Austria diventasse ancora più pesante), al centro della difesa agiranno Dibon e Barac mentre il portiere sarà Strebinger. Come detto però il Rapid Vienna non gioca da due mesi, dunque le scelte di Kuhbauer potrebbero anche essere diverse rispetto a quanto ipotizzato.

I DUBBI DI SPALLETTI

Ha qualche problema Luciano Spalletti, che ha lasciato fuori dalla lista Joao Mario e Gagliardini e adesso deve fronteggiare la squalifica di Brozovic: dunque a centrocampo, nel 4-2-3-1, dovrebbe essere Borja Valero ad affiancare Matias Vecino, a meno che Nainggolan non venga arretrato liberando uno spazio per Candreva, che potrebbe a quel punto giocare da trequartista con Keita Baldé Diao e uno tra Perisic e Politano sugli esterni. Davanti Lautaro Martinez giocherà sicuramente vista la mancata convocazione di Mauro Icard (cui è stata anche tolta la fascia di capitano), un caso che andrà approfondito nei prossimi giorni. Anche in difesa c’è uno squalificato, ed è Skriniar: dunque al centro dello schieramento, davanti ad Handanovic che dovrebbe essere confermato, ci sarà una maglia per Ranocchia che potrebbe affiancare Miranda, così da far riposare anche un De Vrij che sarà importante per i prossimi impegni di campionato. A sinistra giocherà Asamoah, anche perchè Dalbert è stato ancora escluso dalla rosa per l’Europa League; a destra le soluzioni sono due, ma il nuovo arrivato Cèdric Soares dovrebbe avere una maglia per prendere ritmo, D’Ambrosio allora potrebbe anche scalare sulla corsia mancina dove ha già dimostrato di poter giocare.

IL TABELLINO

RAPID VIENNA (4-2-3-1): 1 Strebinger; 3 Muldur, 17 Dibon, 4 Barac, 19 Potzmann; 8 Schwab, 39 Ljubicic; 7 Schobersberger, 28 Knassmullner, 9 Ve. Berisha; 29 Alar
A disposizione: 21 Knoflach, 24 Auer, 47 Greiml, 5 Bolingoli-Mbombo, 15 Martic, 97 Ivan, 10 Murg
Allenatore: Dietmar Kuhbauer
Squalificati:
Indisponibili: Szanto

INTER (4-2-3-1): 1 Handanovic; 21 Cédric Soares, 13 Ranocchia, 23 Miranda, 18 Asamoah; 8 Vecino, 20 Borja Valero; 87 Candreva, 14 Nainggolan, 11 Keita B.; 10 L. Martinez
A disposizione: 27 Padelli, 33 D’Ambrosio, 6 De Vrij, 16 Politano, 60 Schirò, 44 Perisic
Allenatore: Luciano Spalletti
Squalificati: Skriniar, Brozovic
Indisponibili:

© RIPRODUZIONE RISERVATA