Diretta/ Napoli Salisburgo (finale 3-0) streaming video Tv8: Meret strepitoso

- Claudio Franceschini

Diretta Napoli Salisburgo, streaming video Tv8: al San Paolo i partenopei cercano riscatto in Europa League (andata degli ottavi) dopo essere scivolati a 16 punti dalla Juventus in Serie A.

calciomercato napoli
L'esultanza dei giocatori del Napoli (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI SALISBURGO (FINALE 3-0): MERET STREPITOSO

Nonostante tante occasioni per il poker, il Napoli nel finale ha dovuto ringraziare il suo portiere per essere riuscito a mantenere inviolata la propria porta, particolare sempre molto importante nelle Coppe Europee. Proprio al novantesimo infatti Meret si è prodotto in un salvataggio miracoloso, deviando in maniera fulminea un diagonale di Gulbrandsen, un destro che sembrava indirizzato all’angolino. L’ex portiere della Spal ha permesso invece agli azzurri di mantenere il 3-0, risultato importantissimo in vista del ritorno in Austria tra una settimana. Nel finale di partita due ammonizioni per gli uomini di Ancelotti, sanzionati Maksimovic e Ounas, ma gli azzurri non potevano davvero chiedere di più da questo match d’andata degli ottavi di finale. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Salisburgo è in chiaro per tutti, essendo quella scelta per essere trasmessa su Tv8; in alternativa, per gli abbonati alla televisione satellitare, la partita sarà sul canale Sky Sport Uno (201) oppure su Sky Sport 252, e in assenza di un televisore potrà essere seguita attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone dove attivare – senza costi aggiuntivi – l’applicazione Sky Go per la diretta streaming video. Ricordiamo anche la possibilità di seguire il programma Diretta Gol Europa League, che sul canale Sky Sport 251 manda in onda in tempo reale le principali fasi di ciascuna partita in contemporanea, con i cronisti che si passano la linea.

RAMALHO EVITA IL 4-0

Il Napoli prova a dilagare una volta raggiunti tre gol di vantaggio contro il Salisburgo. Al 24′ Mertens pesca Callejon che conclude praticamente a botta sicura, Walke è superato ma Ramalho evita al Salisburgo, con un miracoloso salvataggio sulla linea, di incassare il poker. Insistono i partenopei che alla mezz’ora vedono Milik rubare il tempo a Walke, il pallone esce a lato d’un soffio. Azzurri padroni assoluti del gioco e chiamati solo a fare attenzione a non subire un gol che potrebbe restituire speranze al Salisburgo in vista del match di ritorno. Ancelotti al 27′ ha richiamato in panchina Mertens ed ha inserito Lorenzo Insigne. (agg. di Fabio Belli)

AUTOGOL DI ONGUENE’

Il Napoli ha ipotecato la vittoria in questo match d’andata degli ottavi di finale di Europa League, e probabilmente anche il passaggio del turno, portandosi sul 3-0 contro il Salisburgo allo stadio San Paolo. La formazione di Ancelotti ha iniziato ad alti ritmi anche la seconda frazione di gioco, andando molto vicina al tris al 7′ con Milik che ha lanciato Mertens in campo aperto: a tu per tu con Walke, il belga ha cercato la conclusione potente ma centrale, permettendo al portiere degli austriaci di alzare sopra la traversa. 3-0 solo rimandato: al 9′ ammonito Schlager per un fallo tattico su Milik, poi al 13′ va ancora in gol il Napoli con Onguené, che di testa schiaccia rovinosamente nella sua rete un pallone arrivato in area su un cross teso di Mario Rui. (agg. di Fabio Belli)

ANCELOTTI GESTISCE

Sta gestendo in tranquillità il risultato il Napoli dopo le reti di Milik e Fabian Ruiz. Un paio di incursioni di Wolf e una conclusione dalla distanza di Juzunovic che si spegne sul fondo le uniche fiammate del Salisburgo, ancora sotto di due gol allo stadio San Paolo. Situazione difficile per la squadra di Marco Rose, col Napoli che dopo una grande mezz’ora offensiva sta pensando a gestire con attenzione la situazione e soprattutto a non subire gol in casa, per gestire al meglio la sfida di ritorno. Azzurri che cercheranno di sfruttare ancora le ripartenze nella ripresa per riuscire a ipotecare la qualificazione già in questo primo match. (agg. di Fabio Belli)

RADDOPPIA FABIAN RUIZ

Napoli travolgente e già in vantaggio 2-0 contro gli austriaci del Salisburgo a metà secondo tempo. Dopo il gol del vantaggio per la squadra di Carlo Ancelotti siglato da Milik, al 18′ è arrivato il raddoppio. Cross di Mario Rui e sponda di Callejon per l’inserimento di Fabian Ruiz, che con un gran tiro al volo non lascia scampo a Walke. Il Napoli domina e il Salisburgo fatica a reagire, lasciando per giunta grandi spazi alle micidiali ripartenze dei partenopei. Unico rischio per il Napoli, al 21′ un brutto pallone perso da Callejon che innesca Lainer, ma salva ancora Koulibaly immolandosi. Proprio il senegalese al 26′ rimedia il primo cartellino giallo della partita inflitto ai padroni di casa. (agg. di Fabio Belli)

SUBITO MILIK!

Si è sbloccato dopo 10′ il risultato tra Napoli e Salisburgo: in gol il polacco Milik, che ha saltato Walke e ha depositato il pallone in rete sfruttando una grande invenzione di Dries Mertens, che con un passaggio filtrante perfetto ha messo il centravanti in condizione di andare in gol. Il match era partito con una conclusione di Schlager ribattuta da Koulibaly, mentre al 12′ è stato Ramalho a salvare il Salisburgo dopo un altro grande assist di Mertens, che aveva innescato Zielinski bravo a servire Fabian Ruiz al limite dell’area. Napoli subito ad alti ritmi e in vantaggio 1-0 contro il Salisburgo allo stadio San Paolo dopo il primo quarto d’ora di gioco. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per avere inizio la diretta di Napoli Salisburgo, e già le formazioni ufficiali del match stanno per fare il loro ingresso in campo: vediamo però qualche numero interessante prima di dare la parola al campo. Ricordiamo subito che gli azzurri in Europa league quest’anno hanno realizzato solo due partite, trovando in entrambe la vittoria. Per i gol, segnaliamo che i ragazzi di Ancelotti hanno firmato 5 gol ovvero una media di 2,5, incassandone appena uno. Sono invece otto i match disputati nella coppa europea dal Salisburgo, dove ha trovato un tabellino con 7 successi e appena una sola sconfitta. Imponenti i numeri degli austriaci anche per le reti: la squadra ospite a San Paolo ha segnato a oggi 22 gol (2,75 a match) con solo 8 incassati finora. Diamo quindi spazio al campo: nel Napoli poche sorprese se non l’esclusione di Lorenzo Insigne: giocano Mertens e Milik davanti, in porta Meret che sarà squalificato in campionato. Ora si gioca! NAPOLI (4-4-2): 1 Meret; 23 Hysaj, 19 Ni. Maksimovic, 26 Koulibaly, 6 Mario Rui; 7 Callejon, 5 Allan, 8 Fabian Ruiz, 20 Zielinski; 99 Milik, 14 Mertens. Allenatore: Carlo Ancelotti SALISBURGO (4-3-1-2): 33 Walke; 22 Lainer, 15 André Ramalho, 6 Onguéné, 17 Ulmer; 42 Schlager, 8 Samassékou, 16 Junuzovic; 13 Wolf; 20 Daka, 9 Dabbur. Allenatore: Marco Rose (agg Michela Colombo)

GLI ALLENATORI

Si avvicina la diretta di Napoli Salisburgo: a sfidare Carlo Ancelotti sarà oggi Marco Rose, tedesco di 42 anni che come difensore ha speso l’intera carriera con tre squadre (VfB Lipsia, Hannover e Mainz) e che già nel 2010 era il vice della seconda squadra di Magonza. Le sue fortune come allenatore però si sono incrociate con quelle del Salisburgo: la squadra controllata dalla Red Bull aveva già vissuto l’epopea di Roger Schmidt e si era poi affidata ad Adi Hutter (oggi tecnico dell’Eintracht Francoforte), ma con Rose la formazione austriaca ha fatto il salto in avanti in Europa: già protagonista di ottime edizioni di Europa League (aveva vinto un girone a punteggio pieno), il Salisburgo lo scorso anno ha centrato una fantastica semifinale eliminando la Lazio con una prestazione offensiva devastante nella partita di ritorno, e ha costretto ai supplementari l’Olympique Marsiglia. Dettaglio non particolare, la rosa austriaca a disposizione dell’allenatore era composta da giovanissimi affacciatisi per la prima volta a quei livelli; quanto fatto vedere fino a qui dal Salisburgo sembra portare alla conferma di quel cammino, ma di fronte c’è il Napoli che è tra le grandi favorite per vincere l’Europa League dunque questa per Rose sarà una sorta di prova del nove… (agg. di Claudio Franceschini)

IL BOMBER MUNAS DABBUR

Nella diretta di Napoli Salisburgo c’è un giocatore che va particolarmente tenuto d’occhio da parte della difesa partenopea: Munas Dabbur è il capocannoniere di Europa League con 7 gol, messi a segno in 8 partite con la media di una realizzazione ogni 99 minuti. In stagione le reti di Dabbur sono 24, bottino che già all’inizio di marzo ha avvicinato l’intera somma dello scorso anno (29 gol); di nazionalità israeliana e di 26 anni, Dabbur è arrivato in Austria nel 2016 ma la prima esperienza con il Salisburgo era stata poco fortunata, tanto che era tornato in prestito al Grasshoppers, sua squadra precedente e alla quale ha regalato 51 reti in 104 apparizioni. Con l’addio di Jonathan Soriano al club della Red Bull, l’attaccante israeliano è diventato centrale nel progetto di Marco Rose: a oggi ha segnato 59 gol in 114 partite e arriva a questo ottavo di andata contro il Napoli con una doppietta messa a referto nel 3-0 al Wolfsberger in campionato, dove ha raggiunto la doppia cifra arrivando a 11 reti. E’ però in Europa League che i gol di Dabbur sono particolarmente attesi: il Napoli dovrà stare molto attento ai guizzi di questo attaccante che, almeno dal punto di vista offensivo, rappresenta il primo pericolo per la doppia sfida internazionale. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Allo stadio San Paolo, Napoli Salisburgo viene diretta come già detto da Aleksei Kulbakov: il prossimo dicembre compirà 40 anni e sta provando a scalare le gerarchie del calcio internazionale. Il bielorusso ha arbitrato una partita dei sedicesimi di Europa League, l’andata di Malmoe-Chelsea con la vittoria dei Blues per 2-1; aveva già una gara dei turni preliminari, ma è riuscito a entrare nella fase a gironi della Champions League con tre gare, tra cui il 3-0 del Borussia Dortmund al Monaco e la vittoria del Bayern sul campo dell’Aek Atene. Curiosamente in ambito europeo tre delle cinque partite dirette si sono concluse con una vittoria della squadra in trasferta; va anche ricordato che Kulbakov è stato l’arbitro del 3-2 con cui la Croazia ha battuto la Spagna nell’ultima giornata della Nations League, un big match decisivo che ha impedito alle Furie Rosse di qualificarsi alla finale. Appena otto le partite dirette in questa stagione dal bielorusso, tutte in ambito internazionale: spicca soprattutto il fatto che non abbia ancora dovuto usare il cartellino rosso. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Napoli Salisburgo verrà diretta dall’arbitro bielorusso Aleksei Kulbakov, e si gioca allo stadio San Paolo, per l’andata degli ottavi di finale in Europa League 2018-2019: squadre in campo alle ore 21:00 di giovedì 7 marzo. Impegno certamente non scontato per i partenopei, che arrivano dalla sconfitta interna contro la Juventus: al termine di una partita pazza, nella quale hanno anche sbagliato un rigore, gli azzurri sono scivolati a 16 punti dalla vetta della Serie A e dunque hanno sostanzialmente detto addio al sogno scudetto. Già eliminato dalla Coppa Italia, il Napoli ha dunque nell’Europa League la possibilità di rendere comunque ottima la sua stagione: metterebbe un altro trofeo in bacheca – il primo internazionale in quasi 30 anni – e rilancerebbe le proprie quotazioni anche per l’annata che verrà. Come detto però non sarà facile avere ragione del Salisburgo, una realtà cresciuta esponenzialmente anche con l’aiuto della Red Bull e capace di conquistare la semifinale di Europa League un anno fa. Il gruppo è rimasto quasi lo stesso; dopo aver schiantato il Bruges nei sedicesimi, gli austriaci sono ancora oggi la grande mina vagante del torneo e c’è da scommettere che metteranno in difficoltà Carlo Ancelotti e i suoi. Ad ogni modo andiamo ora a vedere le probabili formazioni di questa sfida, mentre ci avviciniamo sempre più alla diretta di Napoli Salisburgo che inizia ormai tra poche ore.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI SALISBURGO

Secondo le ultime indicazioni, per Napoli Salisburgo Ancelotti non dovrebbe stravolgere la squadra che ha perso contro la Juventus: da valutare il portiere, Ospina era in vantaggio ma l’espulsione di Meret – che salterà la prossima di campionato – potrebbe far cambiare idea al tecnico, per il resto intenzionato a dare riposo a Nikola Maksimovic affiancando dunque Chiriches a Koulibaly. Sugli esterni Hysaj potrebbe tornare a destra con Mario Rui a sinistra, ma se la gioca anche Malcuit nonostante il grave errore di domenica sera; a centrocampo Amadou Diawara scalpita ma i favoriti restano Allan e Fabian Ruiz, con Callejon e Zielinski sugli esterni. Davanti confermati Lorenzo Insigne e Milik: il polacco ha giocato meno di mezz’ora nella grande sfida contro la Juventus. Il Salisburgo ritrova André Ramalho al centro della difesa: il brasiliano giocherà insieme a Pongracic davanti a Walke, mentre sulle corsie laterali ci saranno Lainer (vicino al Napoli in estate) e capitan Ulmer. A centrocampo, secondo un modulo con il rombo, Samassékou sarà il vertice basso di uno schieramento che ha invece in Wolfe il trequartista, con Schlager e Junuzovic a rappresentare le due mezzali. Il tandem offensivo sarà formato da Dabbur, capocannoniere di Europa League con 7 gol, e uno tra Minamino e lo zambiano Daka, ennesimo giovanissimo di questa squadra e reduce dalla doppietta al Bruges.

QUOTE E PRONOSTICO

Nonostante le difficoltà insite nella partita, per Napoli Salisburgo il vantaggio del pronostico – tracciato in questo caso dall’agenzia di scommesse Snai – va ai partenopei: il segno 1 regola la loro vittoria e vi permetterebbe di guadagnare una cifra pari a 1,47 volte la cifra investita, già per il pareggio (ipotesi sulla quale scommettere il segno X) arriviamo ad un valore di 4,50 volte la somma puntata mentre l’eventualità del successo esterno, per il quale giocare il segno 2, porterebbe ad una vincita corrispondente a 6,25 volte l’investimento con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA