PROBABILI FORMAZIONI CHELSEA SLAVIA PRAGA/ Diretta tv: Giroud guida l’attacco

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Chelsea Slavia Praga: diretta tv, le scelte dei due allenatori per la partita di Stamford Bridge valida come ritorno dei quarti di finale dell’Europa League.

Mateo Kovacic Chelsea lapresse 2018
Probabili formazioni Chelsea Slavia Praga, ritorno quarti Europa League (Foto LaPresse)

Eccoci allo studio dell’attacco per quanto riguarda le probabili formazioni di Chelsea Slavia Praga. Ancora una volta Gonzalo Higuain sembra destinato alla panchina: da quando è arrivato il Pipita non ha mai giocato in Europa con i Blues, non venendo convocato nel ritorno degli ottavi e per il resto sedendo in panchina. Il che significa che il suo ultimo gol risale al 4 ottobre, quando vestiva la maglia del Milan e aveva punito l’Olympiacos nella seconda giornata della fase a gironi; il titolare in Europa League rimane Olivier Giroud che ha già segnato 9 gol nel torneo. Per Higuain comunque le cose non vanno troppo bene nemmeno in Premier League: il suo ultimo gol resta infatti quello del 3 marzo sul campo del Fulham, da allora sono passate cinque partite con lui il campo e il digiuno si è allungato. Il dato globale parla di tre reti nelle 13 partite disputate con il Chelsea: non è esattamente il fatturato che Maurizio Sarri si aspettava quando lo ha chiesto a gran voce alla sua società, adesso sta all’argentino dimostrare che in questo finale di stagione può essere ancora in grado di fare la differenza e condurre i Blues alla vittoria dell’Europa League e al quarto posto in campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

Nel centrocampo dei Blues, per le probabili formazioni di Chelsea Slavia Praga, la composizione voluta da Maurizio Sarri dovrebbe essere la stessa ma forse con una leggera differenza tattica, che di fatto avevamo visto già all’andata. Il modulo di partenza del Chelsea resta il 4-3-3 che è il marchio di fabbrica del tecnico, ma la posizione di Ross Barkley si alza quando gli inglesi sono in possesso del pallone; di fatto si va a formare una sorta di 4-2-1-3 nel quale Mateo Kovacic e Jorginho restano a formare la linea davanti alla difesa che imposta la manovra, mentre l’ex Everton va a dare una mano al tridente offensivo nel quale Willian e Pedro si abbassano a giocare palla. Il 4-2-3-1 dunque è uno schema classico e non troppo distante dal 4-3-3; da questo punto di vista Sarri aveva sperimentato qualcosa di simile nel Napoli, dove Marek Hamsik giocava più alto rispetto ad Allan e allo stesso Jorginho quando i partenopei erano a trazione anteriore. Esperimento ripetuto qui, vedremo se giovedì sera l’idea tattica dell’allenatore del Chelsea troverà riscontri sul campo. (agg. di Claudio Franceschini)

IN DIFESA

Come abbiamo già detto, nelle probabili formazioni di Chelsea Slavia Praga dovrebbe essere dato nuovamente campo ad Andreas Christensen: il difensore centrale danese ha 23 anni ed è una delle “scoperte” di Antonio Conte, che lo scorso anno lo ha fatto giocare titolare in cinque delle otto partite di Champions League e in 23 occasioni in Premier League. Christensen arrivava dal Borussia Monchengladbach dove si era messo in gran luce; quest’anno invece le cose non sono andate esattamente come sperato perchè Maurizio Sarri gli ha sempre preferito l’esperienza di David Luiz e Antonio Rudiger. Il danese ha giocato la prima partita di campionato solo all’inizio di dicembre, e ne ha sommate appena 5; meno della metà di quelle di Europa League, dove invece è stato sempre titolare e non è mai uscito dal campo. Da questo punto di vista l’ex allenatore del Napoli ha fatto un turnover mirato; dovrebbe essere così anche giovedì sera per il ritorno dei quarti. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Nelle probabili formazioni di Chelsea Slavia Praga studiamo le scelte dei due allenatori per la partita che, giovedì 18 aprile alle ore 21:00, è valida per il ritorno dei quarti di finale di Europa League 2018-2019. Maurizio Sarri arriva dalla sconfitta di Liverpool che ha nuovamente messo a rischio la possibilità di tornare a giocare in Champions League, ma ha ormai questo torneo come principale obiettivo della stagione: nella partita di Stamford Bridge parte abbastanza al sicuro visto che una settimana fa i Blues sono andati a vincere a Praga con il gol di Marcos Alonso maturato nel finale. Lo Slavia ha confermato la sua competitività in questa Europa League e fuori casa può dare parecchio fastidio; il Chelsea dovrà stare attento perchè già all’andata ha sofferto più del dovuto ma in ogni caso la qualificazione non dovrebbe sfuggire. Intanto però valutiamo le potenziali scelte dei due allenatori per questa partita, analizzando nel dettaglio dubbi e certezze da parte dei due allenatori nelle probabili formazioni di Chelsea Slavia Praga.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Chelsea Slavia Praga sarà trasmessa in diretta tv soltanto sui canali della televisione satellitare: appuntamento riservato agli abbonati che potranno seguirla su Sky Sport 253, ma anche su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone attivando su di essi senza costi aggiuntivi, come al solito, il servizio di diretta streaming video grazie all’applicazione Sky Go.

PROBABILI FORMAZIONI CHELSEA SLAVIA PRAGA

GLI 11 DI SARRI

Tutto sommato Maurizio Sarri dovrebbe affrontare Chelsea Slavia Praga con gli stessi undici che hanno vinto l’andata: dovrebbero esserci poche sorprese in termini di formazione per quanto riguarda i Blues. Davanti ad Arrizabalaga vedremo allora Christensen e Rudiger fare coppia centrale, con Azpilicueta che avrà la maglia da terzino destro e Marcos Alonso, matchwinner all’andata, che giocherà regolarmente a sinistra. A centrocampo Jorginho come sempre rappresenta il perno centrale e l’impostatore della manovra, cui il suo allenatore non rinuncia praticamente mai; ci sarà poi spazio per Kovacic e Barkley sulle mezzali, i due di fatto hanno sempre giocato in questa edizione di Europa League a scapito di Kanté, insostituibile in campionato ma tenuto a riposo nelle coppe. Pedro e Willian sono i favoriti sugli esterni, a meno che stavolta Eden Hazard non giochi come titolare; il belga però dovrebbe essere un’arma per il secondo tempo, mentre Giroud sarà la prima punta della squadra.

LE SCELTE DI TRPISOVSKI

Stessa squadra anche per Jindrich Trpisovsky, l’allenatore dello Slavia Praga: i suoi hanno giocato molto bene l’andata e non c’è motivo per cambiare. Davanti a Kolar avremo Ngadeu-Ngadjui schierato al fianco di Deli nella coppia centrale, poi Coufal e Boril saranno i due terzini che dovranno spingere e formare catene con gli elementi che invece partiranno dalla linea dei trequartisti. Masopust dovrebbe giocare a destra, con Stoch preferito eventualmente a Zmrhal sulla corsia mancina; a proteggere questi due laterali saranno Ibrahim Traoré e Kral con il supporto che arriverà anche da Sevcik, schierato sulla trequarti ma pronto a scalare in mediana per ripiegare e costruire la manovra. La prima punta sarà ancora Olayinka: il suo sostituto, Skoda, non è stato utilizzato nemmeno per un minuto nella partita di andata.

IL TABELLINO

CHELSEA (4-3-3): 1 Arrizabalaga; 28 Azpilicueta, 2 Rudiger, 27 Christensen, 3 Marcos Alonso; 17 Kovacic, 5 Jorginho, 8 Barkley; 11 Pedro, 18 Giroud, 22 Willian
A disposizione: 13 Caballero, 21 Zappacosta, 30 David Luiz, 7 Kanté, 12 Loftus-Cheek, 9 Higuain, 10 E. Hazard
Allenatore: Maurizio Sarri
Squalificati:
Indisponibili: Emerson P.

SLAVIA PRAGA (4-2-3-1): 1 Kolar; 5 Coufal, 13 Ngadeu-Ngadjui, 19 Deli, 18 Boril; 27 I. Traoré, 33 Kral; 28 Masopust, 23 Sevcik, 17 Stoch; 9 Olayinka
A disposizione: 31 Kovar, 25 Frydrych, 15 Kudela, 10 Husbauer, 8 Zmrhal, 14 Van Buren, 21 Skoda
Allenatore: Jindrich Trpisovsky
Squalificati:
Indisponibili:

© RIPRODUZIONE RISERVATA