Calciomercato Inter/ Xhaka: sarebbe un sogno giocare con i nerazzurri. Notizie dal 28 dicembre (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Parla Granit Xhaka, centrocampista svizzero del Borussia Monchengladbach che è nel mirino dell’Inter: onorato, ma al momento nega l’esistenza di contatti concreti con i nerazzurri

granit_xhaka_r400
Granit Xhaka (Infophoto)

Il centrocampista svizzero di origini kosovare Granit Xhaka, attualmente in forza al Borussia Monchengladbach, è uno degli obiettivi dell’Inter per rinforzare la mediana nel prossimo calciomercato di gennaio. In un’intervista rilasciata al quotidiano albanese Telegrafi, Xhaka si è mostrato molto disponibile, ma smentisce l’esistenza di contatti già in corso fra lui e il suo entourage da una parte e la società nerazzurra dall’altra. Ecco dunque le esatte parole rilasciate da Xhaka: “Dei contatti si occupa mio padre, ho sentito dell’interesse dell’Inter ma non posso aggiungere altro. Certo che mi piace l’Inter, è un grandissimo club e piacerebbe a chiunque giocarci. Il mio futuro, tuttavia, per adesso è al Borussia Moenchengladbach. Sono in un buono stato di forma e sto vivendo un ottimo momento. Penso al Mondiale in Brasile e non vedo l’ora che inizi la seconda parte della stagione”. Insomma, le classiche dichiarazioni che rilascia un calciatore che è al centro di trattative ed ipotesi, per tenere buona sia l’attuale società sia quella che ti sta seguendo con attenzione. Per capèire cosa c’è di vero e se Walter Mazzarri potrà contare su di lui, bisognerà naturalmente aspettare gennaio…

Secondo l’agente FIFA Roberto Malfitano Ezequiel Lavezzi arriverà all’Inter. Se non a gennaio, come poteva sembrare fino a qualche giorno fa, il matrimonio si farà a giugno. Queste le dichiarazioni di Malfitano in esclusiva per ilsussidiario.net: “Pensavo che Lavezzi fosse il grande acquisto di calciomercato dell’Inter a gennaio, ma ora non ne sono più tanto convinto e credo invece che potrebbe arrivare a giugno. Se poi Mazzarri vorrà giocare con due punte, sarà Icardi l’attaccante da lanciare insieme al Pocho“. Lavezzi è legato al Paris Saint-Germain da un contratto fino al 2016 e di recente ha ammesso il suo gradimento per l’interesse dell’Inter. Anche se i parigini stanno facendo muro in vista della sessione di calciomercato a gennaio, è probabile che l’Inter tornerà alla carica in estate. Dipenderà anche da chi riusciranno ad acquistare i nerazzurri nel prossimo mese: se sarà un attaccante di prima fascia l’arrivo del Pocho potrebbe allontanarsi, con buona pace di Walter Mazzarri. Eppure Erick Thohir ha sinora affermato che concorderà ogni mossa con dirigenti ed allenatore: anche per questo, considerando i trascorsi comuni al Napoli, i destini di Lavezzi e Mazzarri potranno reincrociarsi a Milano. Inoltre l’attacco dell’Inter potrebbe aver bisogno di elementi più esperti l’anno prossimo, soprattutto de Diego Milito deciderà di tornare in Argentina. 

Altre ipotesi di calciomercato per Ishak Belfodil. Secondo il quotidiano di Siviglia Estadio Deportivo il Betis è interessato a rinforzare l’attacco con l’attaccante algerino, che in Italia piace già al Sassuolo. Per il numero 7 nerazzurro si è parlato anche di Premier League nelle settimane scorse, eppure il futuro resta ancora poco definito. Prima del derby il diretto interessato aveva ribadito di voler restare all’Inter, ed anche il suo procuratore, George Atangana, si era espresso in tal senso. Ora dalla Spagna si parla della possibilità-Betis: la squadra biancoverde, allenata da Juan Carlos Garrido, è attualmente ultima nella Liga. Dopo 17 giornate il Betis ha 10 punti: la quota salvezza non è lontanissima (15) ma urgono miglioramenti immediati. Quanto all’Inghilterra nelle ultime ore si è rifatto sotto il West Ham, mentre dal versante italiano il Sassuolo sta cercando di trattare col Parma l’altra metà del cartellino. Belfodil è attualmente in compartecipazione tra gli emiliani e l’Inter.

Notizie di calciomercato riguardanti Diego Milito. L’attaccante argentino sta ancora recuperando dopo l’ultimo infortunio (uno stiramento), e dovrebbe essere disponibile dopo la pausa per le feste. Nel frattempo è tornato in Argentina dove ha preso parte alla partita di addio al calcio giocato del fratello Gabriel, ex nazionale argentino (42 presenze, 1 gol) e difensore di Independiente (1997-2003), Saragozza (2003-2007) e Barcellona (2007-2011). Dopo il match El Principe ha rilasciato alcune dichiarazioni alla Radio La Red, parlando del possibile ritorno in patria: “Firmerei in bianco anche domani il rinnovo con l’Inter, ma il mio sogno è sempre stato quello di chiudere la carriera al Racing, e non escludo l’idea di tornare a giugno. il Racing è un club molto importante nella mia carriera, mi ha dato tanto. Il mio contratto con l’Inter scade a giugno, non escludo l’idea di tornare, vedremo a giugno. Ora il mio desiderio è quello di tornare a giocare, di avere continuità proprio come stava succedendo prima dell’infortunio“. Milito è ancora il giocatore che guadagna di più nella rosa dell’Inter con i suoi 5 milioni di euro a stagione: se dimostrerà di poter tornare ai suoi livelli migliori il contratto potrà essere allungato di un altro anno; altrimenti il ritorno in Argentina potrebbe essere la soluzione migliore per tutti.

E’ Dzeko l’innesto perfetto per questa Inter. Ad affermarlo con estrema convinzione è Pezzuto, agente FIFA, intervistato da IlSussidiario.net sul mercato di gennaio dei nerazzurri. Secondo Marlia, agente Fifa, la scelta ideale per l’attacco sarebbe l’ex Roma Pablo Daniel Osvaldo: ecco le sue dichiarazioni in esclusiva ai nostri microfoni.

No a Lavezzi, si a Pastore. E’ questa la risposta del Paris Saint Germain all’Inter. La società transalpina campione in carica, non vorrebbe perdere il Pocho, a meno che non venga presentata una proposta monstre che in corso Vittorio Emanuele, ora come ora, non sembrano in grado di presentare. Più facile invece arrivare al 24enne trequartista argentino ex Palermo, ormai panchinaro fisso in quel del Parco dei Principi. Nonostante smentite di rito El Flaco gradirebbe una nuova destinazione a partire dal prossimo gennaio, conscio che rimanendo in panchina a lungo a Parigi rischierebbe di perdere il treno per i Mondiali del 2014. L’Inter ha risposto in maniera un po’ freddina visto che Pastore sarebbe un po’ meno adatto rispetto a Lavezzi al 3-5-2 o al 3-4-3 che avrebbe in mente Walter Mazzarri. A questo punto potrebbe tornare di moda l’idea che porta ad Erik Lamela, stella della nazionale argentina in forza al Tottenham, che ha lasciato la Roma durante la scorsa estate.

Anche in questo caso, però, non sarà semplice arrivare al giocatore in questione, pagato ben 35 milioni di euro dagli Spurs soltanto 6 mesi fa. Ecco perché in quel di corso Vittorio Emanuele bisognerà cercare di fare cassa se si vorrà agguantare un giocatore offensivo di primissimo livello. In cima alla lista dei partenti continua ad esservi Fredy Guarin, ma il nazionale colombiano ex Porto sembrerebbe essersi allontanato negli ultimi giorni dal Chelsea e soprattutto i Blues non sarebbero disposti ad offrire quei 20 milioni di euro richiesti dai nerazzurri. Ci sarebbe Andrea Ranocchia, che continua a piacere a molte big, sia italiane quanto estere, e attenzione anche al giovane talento Mateo Kovacic, reduce da una metà stagione sicuramente deludente, e nel mirino del Manchester United, pronto a ricoprire d’oro sia la compagine nerazzurra quanto lo stesso ex Dinamo Zagabria.

Tiene banco ancora il nome di Ezequiel Lavezzi per il calciomercato dell’Inter nel mese di gennaio ormai imminente. Sul possibile sbarco del Pocho a Milano per ritrovare il suo ex allenatore Walter Mazzarri, e anche per poter giocare con maggiore continuità rispetto a quanto attualmente gli riesca con la maglia del Paris Saint Germain, si è già scritto molto. IlSussidiario.net ha chiesto un’opinione in merito a Gianni Di Marzio, grande esperto delle vicende di mercato, il quale in esclusiva ci ha risposto che l’affare è possibile, pur con una precisazione doverosa: “Sì, l’arrivo di Lavezzi all’Inter è possibile. Mazzarri lo ha avuto a Napoli e il giocatore ha fatto più di un apprezzamento su Milano: gli piacerebbe andare lì. Questi sono indizi importanti. Anche se tatticamente penso che abbiano più bisogno di una prima punta da affiancare a Palacio”. In effetti è noto che in attacco i nerazzurri abbiano bisogno soprattutto di una prima punta da affiancare ad un Rodrigo Palacio eccezionale ma che non potrà ancora a lungo fare gli straordinari: se da Mauro Icardi e Diego Milito non arriveranno risposte del tutto rassicuranti, questa dovrà essere la priorità del presidente Erick Thohir, e certamente Lavezzi non risponderebbe ai requisiti tecnici. Tuttavia, l’ipotesi non va esclusa appunto perché c’è Mazzarri in panchina, perché Lavezzi gradirebbe tornare in Italia (si era parlato anche del Milan in passato) e perché il magnate indonesiano vorrà presentarsi con un nome di primissimo livello a gennaio, nella sua prima sessione di calciomercato da presidente. In ogni caso, non sarà così semplice portare Lavezzi all’Inter, anche perché lo stipendio che attualmente percepisce al Psg è decisamente pesante per i parametri della società nerazzurra (e dell’intero calcio italiano): insomma, ci sono tutti gli ingredienti per immaginare che il tormentone possa accompagnarci ancora per molti giorni…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori