Calciomercato Milan/ Coletta (ag. FIFA): El Shaarawy, sacrificio necessario. A centrocampo un sogno… (esclusiva)

- int. Fabio Coletta

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente Fifa Fabio Coletta ha parlato del mercato del Milan e in particolare del possibile arrivo di Astori in difesa. A centrocampo piace Cigarini.

davide_astori_cagliari_r400
Davide Astori - Infophoto

E’ sempre Carlos Tevez l’obiettivo numero uno del Milan, ma adesso la situazione è cambiata: la Juventus ha fatto passi avanti sul calciatore argentino e sembra essere in vantaggio. Il motivo? I rossoneri in questo momento non hanno i soldi da presentare al Manchester City, devono necessariamente vendere qualcuno. Anche in questo senso si spiega il viaggio effettuato da Adriano Galliani nel Principato di Monaco: l’ad sa bene che i transalpini sono ambiziosi, hanno grande disponibilità economica e devono ancora completare la rosa. Sul piatto ci sono due nomi: quello di Kevin Prince Boateng e quello di Stephan El Shaarawy. Ieri sono giunte indiscrezioni che parlavano di un’offerta shock pari a 60 milioni di euro per prenderli entrambi: fosse così, è chiaro che da una parte verrebbero a mancare due giocatori che tra alti e bassi sono comunque importanti per la squadra, ma dall’altra il Milan avrebbe i soldi necessari per puntare a tutti gli obiettivi di calciomercato. Tra i quali, oltre a Tevez, anche Davide Astori per la difesa e un nome tornato a circolare per il centrocampo, quello di Luca Cigarini che in questa stagione ha mostrato grandi progressi e potrebbe davvero essere quel regista che Allegri cerca. Da risolvere anche il rebus portiere: per il momento sembra che il Milan abbia scelto di puntare su Christian Abbiati, ma la decisione potrebbe cambiare se si riuscisse a mettere le mani su un numero uno giovane e affidabile, tenendo sempre conto del fatto che in rosa c’è Gabriel sul quale i rossoneri puntano. Per un commento sulle trattative di calciomercato del Milan IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva l’agente FIFA Fabio Coletta.

Carlitos Tevez nuovamente nel mirino del Milan. E’ l’anno giusto per il suo sbarco a Milano? Di Tevez al Milan si parla ormai da due anni perché si tratta di un giocatore che piace molto ai rossoneri. Per arrivare all’argentino però sarà necessario che qualcuno parta.

Intende El Shaarawy? Il problema è questo, secondo me solo se cedono El Shaarawy riusciranno a puntare sull’Apache. Ma non venderei un talento del ’92 che ha già dimostrato tanto.

In difesa continua il pressing su Astori. Potrebbe essere il rinforzo giusto? Secondo me sì, anche qui parliamo di un giocatore che è in orbita Milan da diverso tempo. Potrebbe davvero essere il calciatore adatto alla difesa rossonera.

Servirà sicuramente un centrocampista diverso da De Jong e Montolivo. Si parla di Cigarini… E’ un buon giocatore, questo è assodato; però non lo vedo da top team come il Milan. I rossoneri dovrebbero puntare su un giocatore di livello più alto.

Ha in mente qualcuno? Sì, Marco Verratti. Ma è un sogno irrealizzabile: costa tantissimo e non arriverebbe al Milan.

Il Milan ha deciso di puntare su Abbiati come primo portiere. Scelta giusta? Sì, perché Abbiati ha comunque dimostrato di essere un portiere di grande livello. E’ giusto che il Milan continui a puntare su di lui. Sono d’accordo anche sulla scelta di puntare su Gabriel come secondo.

Perchè? E’ meglio avere un giovane come secondo portiere in grado di poter rubare qualche segreto al numero uno, piuttosto che un veterano che magari ha già dato tutto e non ha più nulla da dimostrare. (Claudio Ruggieri)

(clicca qui per il riepilogo delle principali notizie di calciomercato del Milan di oggi, 19 giugno 2013)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori