Calciomercato Milan/ Ufficiale, Astori resta a Cagliari

Dopo Alessandro Matri, l’allenatore del Milan, Massimiliano Allegri, voleva Davide Astori; ma il difensore bergamasco non si muove da Cagliari, c’è il comunicato ufficiale di Cellino

02.09.2013 - La Redazione
astori_esterno
Davide Astori, difensore del Cagliari (Foto Infophoto)

Adesso è ufficiale: Davide Astori resta a Cagliari. E’ arrivato il comunicato di Massimo Cellino, poco dopo la notizia che il presidente stava per rientrare in Sardegna; il difensore di San Giovanni Bianco non si muove dalla squadra rossoblu, e con lui Radja Nainggolan che era cercato dalla Juventus. Confermato dunque il primo comunicato del Cagliari, che già giorni fa aveva chiuso il proprio calciomercato estivo.

Sembra che la strada per Davide Astori si stia per chiudere: il Milan ha provato un ultimo disperato assalto al difensore del Cagliari, ma poco fa Gianluca Di Marzio ha riportato la notizia secondo cui Massimo Cellino starebbe per rientrare in Sardegna. Questo dovrebbe significare la chiusura di ogni trattativa: dunque, Astori è destinato a rimanere a Cagliari, stessa cosa per Radja Nainggolan che, cercato dalla Juventus, attende novità circa il suo futuro.

Il Milan punta Davide Astori: galvanizzato dal ritorno di Kakà, Adriano Galliani vuole anche il difensore centrale del Cagliari, che andrebbe a rinforzare un reparto arretrato che sembra aver bisogno di qualche rinfrescata. Tuttavia, la strada per il bergamasco potrebbe essere complicata: su di lui infatti ci sarebbe anche l’Everton, che avrebbe effettuato un sondaggio con il club isolano.

Potrebbe non essersi ancora concluso con l’arrivo di Ricardo Kakà il calciomercato estivo del 2013. La ciliegina della torta rossonera potrebbe infatti essere Davide Astori. Dopo Alessandro Matri, mister Massimiliano Allegri sta spingendo per avere il suo secondo pupillo, e ieri sera, al termine di Milan-Cagliari, ha mandato un sms che non ammette repliche: “Con Cellino ho parlato della partita, ma posso dire che Astori è tra i migliori difensori italiani. Può fare comodo a tante squadre. Mancano 24 ore alla fine del mercato e qualcosa può succedere”. E’ evidente e sotto gli occhi di tutti la necessità per il Milan di assicurarsi un nuovo innesto per la retroguardia, che ha subito 3 reti nelle prime 4 partite ufficiali, (due contro il PSV Eindoven, l’Hellas Verona e il Cagliari ieri). Il nazionale azzurro del Cagliari costa però parecchio, attorno ai 15 milioni di euro, e Massimo Cellino ha sempre fatto muro. Non è da escludere che nella trattativa possa rientrare qualche contropartita tecnica milanista gradita al Cagliari, come ad esempio M’Baye Niang, che potrebbe lasciare Milanello sul gong in cerca di una nuova squadra con cui fare le ossa. Il modulo a due punte penalizza moltissimo il giovane transalpino e anche in caso di tridente il talento d’oltralpe sarebbe scavalcato da Robinho e dal fresco arrivo di Kakà.

Attenzione poi ad un altro caso che sta nascendo in queste ore in quel di Milanello, quello con protagonista Stephan El Shaarawy. Il Faraone è finito in panca ieri sera nella sfida contro il Cagliari e ciò ha destato molto scalpore. Secondo alcuni il bomber italo-egiziano potrebbe addirittura lasciare Milanello entro oggi ma l’operazione appare quasi impossibile visti i tempi tecnici ridotti e soprattutto sarebbe un autogol clamoroso. In realtà nelle scorse ore si erano rincorse le voci più disparate con la possibilità addirittura di uno scambio fra Stephan e Ozil, esterno del Real Madrid, poi smentite. Resta il fatto che il broncio di ieri di El Shaarawy, in panca a San Siro, lascia spazio a poche repliche, ma il Conte Max dopo la sfuriata di mercoledì scorso e la conquista della Champions ha ora il coltello dalla parte del manico…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori