CALCIOMERCATO/ Napoli, quanti obiettivi per la difesa! E Vargas…

Il Napoli continua a scandagliare il mercato dei difensori ma nel contempo spera che la squalifica di Cannavaro e Grava per il calcio scommesse venga annullata: ecco tutte le mosse

16.01.2013 - La Redazione
edu_vargas_napoli
Edu Vargas in campo contro l'AIK Solna (INFOPHOTO)

Ancora ventiquattro ore poi il Napoli potrà conoscere il proprio destino. E come impostare la sessione di mercato di Gennaio. Nella giornata di domani è infatti attesa la sentenza della Corte Federale che dovrà decidere se confermare la squalifica per Paolo Cannavaro e Gianluca Grava, nonché i due punti di penalizzazione inflitti dalla Commissione Disciplinare, o se ribaltare il tutto, restituendo quindi il sorriso agli amici partenopei. Da tale decisione deriva naturalmente il mercato di riparazione di casa Napoli, che in queste ore sta effettuando diversi sondaggi per provare ad assicurarsi un difensore di qualità che avrebbe il compito di sostituire i due squalificati di cui sopra, nonché Salvatore Aronica, già ufficializzato dal Palermo qualche giorno fa. Le ultime indiscrezioni circolanti vogliono il club campano aver ristretto i propri obiettivi a due giocatori in particolare: Davide Astori e Neto. Per il centrale difensivo del Cagliari sarebbero stati offerti ben 12 milioni di euro. L’operazione rasenta però l’impossibile visto che anche il Milan ci sta provando in queste ore ma il patron rossoblu, Massimo Cellino, ha chiuso la porta a doppia mandata, rimandando eventualmente ogni discorso alla prossima estate. Astori non è in vendita mentre pare aver già le valigie in mano il portoghese del Siena, Neto, una delle rivelazioni di questa prima metà di Serie A 2012-2013. Il club toscano è pronto a cedere il centrale lusitano al miglior offerente ma non intende fare sconti e per il proprio giocatore chiede almeno 8 milioni di euro. Il Napoli studia e medita, conscio delle potenzialità del giocatore, ma vorrebbe prima cercare una soluzione più low cost per poi eventualmente fiondarsi sul senese. Ecco perché non è da escludere un tentativo per Marco Andreolli, centrale di difesa del Chievo, con un passato già in una big (Inter e Roma) e il cui contratto scadrà al 30 giugno del 2013, fra poco meno di sei mesi. Il ragazzo piace moltissimo anche al Milan e all’Inter ma il Napoli attende alla finestra, pronto ad inserirsi in eventuali trattative. Continua ad essere studiato con attenzione anche Matias Silvestre, centrale di difesa dell’Inter, in parte deludente da agosto ad oggi. I nerazzurri vorrebbero cederlo e non è da escludere che visti gli ottimi rapporti con il Napoli possano favorire la partenza dell’ex Palermo e Catania destinazione Castelvolturno. Ultimo nome caldo, infine, quello di Rolando, difensore del Porto che è da tempo ai margini della prima squadra. Alcuni dirigenti del Porto si trovano attualmente in Italia, a Milano, e pare abbiano già tenuto dei colloqui con l’Inter e con il Napoli. Il giocatore potrebbe trasferirsi al San Paolo in prestito con obbligo di riscatto, formula già utilizzata dalla società lusitana negli affari Pereira e Guarin. con l’Inter. In queste ore, intanto, è attesa la firma fatidica di Eduardo Vargas al Gremio. Dopo essere stato ad un passo dal trasferimento al San Paolo, il talento della nazionale cilena, ex Universidad de Chile, dirà si ai brasiliani di Porto Alegre. La fumata bianca si verificherà a brevissimo e il giocatore potrà dare man forte al club carioca nella Copa Libertadores. Ha sorpreso anche il direttore sportivo Bigon la pratica relativa a Vargas, giocatore che in Serie A, dal gennaio dell’anno scorso ad oggi, ha deluso le attese, ma che continua ad avere moltissimo mercato, non soltanto in Sud America ma anche in Europa (come le squadre medio-piccole italiane e l’Arsenal). Vargas avrà modo di redimersi tornando in Sudamerica, ambiente a lui più familiare, per poi fare ritorno a Castelvolturno in estate. A quel punto il Napoli prenderà la decisione definitiva: provare a credere nuovamente nel giocatore oppure cederlo al miglior offerente.

Ieri sono stati intanto presentati Pablo Armero ed Emanuele Calaiò, i due nuovi acquisti invernali del Napoli. Il primo avrà il compito di sostituire Andrea Dossena, trasferitosi pochi giorni fa in Sicilia, mentre il secondo dovrà dire la sua quando chiamato in causa al posto di Edinson Cavani. Gli azzurri vorrebbero dosare il minutaggio del Matador ed hanno quindi deciso di puntare sull’Arciere, già con un positivo passato a Napoli. Con l’ingresso di Armero qualcuno temeva l’addio di Zuniga, tentato in questi giorni da big d’Europa, leggasi Arsenal e Barcellona. Uscendo allo scoperto il connazionale dell’ex Udinese ha voluto tranquillizzare tutti. Se ne riparlerà comunque la prossima estate…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori