CALCIOMERCATO/ Napoli, Perrelli (ag. FIFA): la crisi “conferma” Cavani, ma Astori (esclusiva)

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente Fifa Pasquale Perrelli, ha parlato delle prossime mosse si mercato del Napoli, dall’eventuale cessione di Cavani al possibile acquisto di Astori

29.03.2013 - int. Pasquale Perrelli
balotelli_astori
Villa (infophoto)

Secondo le ultime indiscrezioni di calciomercato, il Napoli sta valutando la cessione di Edinson Cavani e l’acquisto di Davide Astori. Che siano operazioni consequenziali o meno, il Napoli resterà competitivo: questo filtra dalle recenti parole di Aurelio De Laurentiis. Che però intanto vorrebbe tenersi stretto Walter Mazzarri, l’allenatore del “ciclo della rinascita” partenopea: il contratto è sempre in scadenza, la decisione ancora rinviata. Probabilmente i tifosi sperano nella doppia permanenza, di Cavani e Mazzarri, persone cui la città è molto legata. Uno scenario in bilico ma ancora possibile, almeno secondo l’agente FIFA Pasquale Perrelli, che abbiamo intervistato in esclusiva per parlare del mercato del Napoli.

Crede che Mazzarri sia davvero vicino alla conferma? Io ho sempre fatto il tifo per questo, perché credo che Mazzarri stia facendo davvero grandi cose con una rosa non certo all’altezza di vincere lo Scudetto. Se pensiamo che il Napoli è davanti a squadre importanti come Milan, Inter, Roma si capisce come l’attuale allenatore sia quello giusto.

Anche perché i possibili sostituti hanno rinnovato con le proprie società… Appunto e non vedo grosse alternative al tecnico toscano. Fa bene De Laurentiis ad accontentare le richieste di Mazzarri di volere una squadra importante per poter vincere qualcosa.

Diverso il discorso di Cavani, che sembra destinato ad andare via… Io leggo troppa convinzione riguardo al futuro di Cavani. Non sarei così sicuro di una sua partenza a fine stagione per un motivo molto semplice: non vedo dei club pronti a sborsare 63 milioni di euro per un singolo giocatore.

Neanche gli sceicchi vari? Io credo che la crisi economica abbia colpito tutti, anche gli sceicchi di Psg e Manchester City. E poi i giocatori non sembrano così convinti di andare a giocare in Francia, visto che le tasse sono altissime e alcuni di loro vorrebbero anzi ritornare in Italia. E poi se De Laurentiis avesse ricevuto 63 milioni di euro avrebbe già dato l’ok per la cessione di Cavani, che ritengo comunque uno dei più forti al mondo.

Con Cavani in squadra servirebbe una seconda punta importante?

Io credo che Insigne sia un ottimo giocatore che però deve trovare più spazio. Lo scorso anno dissi che l’erede di Lavezzi era lui, perché conosco molto bene il ragazzo e le sue potenzialità.

In difesa piace molto Astori: è il giocatore giusto? Io credo che in difesa servirà un nome importante soprattutto in chiave Champions League. Per questo non penso che Astori sia il difensore giusto.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori