Festival di Sanremo 2019/ La giuria d’Onore: Mauro Pagani presidente, i quattro sistemi di voto

Conferenza stampa del Festival di Sanremo 2019: Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele presentano la 69° edizione della kermesse canora.

04.02.2019, agg. alle 19:40 - Carmine Massimo Balsamo
69esimo Festival di Sanremo
Festival di Sanremo 2019 (LaPresse, 2019)

Domani si apriranno le porte della 69esima edizione del Festival di Sanremo 2019. Oltre alle indiscrezioni sul cast, gli ospiti ed i cantanti, abbiamo scoperto da poco quali saranno i nomi della giuria d’onore della kermesse musicale più famosa d’Italia. L’obiettivo principale sarà quello di vincere l’intera manifestazione e per farlo, i Big in gara avranno a disposizione quattro metodi di votazione. Il primo sarà il Televoto, al 50% per tutte e cinque le serate. Il secondo invece, riguarderà la Giuria Demoscopica, al 20% nelle prime tre serate. Il terzo riguarda la Giuria della Sala Stampa, con il 30% per tutte e cinque le serate. Il quarto e ultimo, riguarda la Giuria d’Onore, al 20% nelle ultime due serate del Festival. A tal proposito, la giuria di esperti di questa nuova edizione in partenza è composta dal poli-strumentista, compositore e produttore discografico Mauro Pagani (nelle vesti di presidente). Di seguito i giurati: Camila Raznovich, Elena Sofia Ricci, Serena Dandini, Ferzan Ozpetek, Claudia Pandolfi, Beppe Severgnini e Joe Bastianich. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

ANCHE RICCARDO COCCIANTE TRA GLI OSPITI

Nel corso della conferenza stampa del Festival di Sanremo, che aprirà i battenti domani su RaiUno, Claudio Baglioni (che ha appena ricevuto un tapiro d’oro gigante) ha tenuto a fare alcuni chiarimenti in merito al contenuto delle parentesi non dedicate alla gara. «Non sarà un festival politico, almeno non nell’accezione che si può pensare. Il nostro sarà un festival che si basa sulle canzoni. – ammette il cantante – Quando mi hanno chiamato, ho chiarito che con me non ci sarebbe stata la parte di costume e di spettacolo, che c’era stata con i conduttori classici. Nella parte dell’intrattenimento vincerà la leggerezza». In merito a Claudio Bisio e alla possibilità che si faccia satira politica sul palco, l’attore e comico risponde stizzito al giornalista: «No non parlerò di migranti, neppure del Venezuela, di Bolsonaro, nè del buco dell’ozono». (Aggiornamento di Anna Montesano)

ANCHE RICCARDO COCCIANTE TRA GLI OSPITI

E’ tutto pronto per il Festival di Sanremo 2019: domani prende il via la 69° edizione della kermesse canora, in questi minuti si sta tenendo la conferenza stampa di Claudio Baglioni, Virginia Raffaele e Claudio Bisio. Giunge già il primo annuncio: tra i grandi ospiti, citiamo Andrea Bocelli e il figlio Matteo tra gli altri, ci sarà anche Riccardo Cocciante, che si esibirà nella seconda serata. Il direttore artistico Baglioni ha spiegato: «Ho cercato, tra le oltre 400 proposte sottoposte al vaglio della commissione selezionatrice, di scegliere una fotografia piuttosto reale della nostra musica corrente: la parte tradizionale la colmeremo con una serie di duetti e tributi, ma vogliamo che le canzoni in concorso avessero uno spettro molto largo». Prosegue Baglioni: «Ho assunto questo compito sapendo che mi sarei fatto 24 amici e 360 persone che se potessero ammazzarmi con le loro mani, lo farebbero: io sarei colui che non li ha fatti arrivare al Festival. D’altronde, mi diceva Baudo, dura lex sed lex: questo è il compito di noi che abbiamo dovuto scelto».

LE PAROLE DI VIRGINIA RAFFAELE E CLAUDIO BISIO

Baglioni poi scherza, in relazione anche al caos migranti: «Per fortuna mi hanno lasciato degli spazi per parlare del Festival, i rischi che di altro si parli non ci sono. Io sono al sacrestano del Festival, ci tengo che sia una messa cantata, ma cantata al meglio possibile. Il Festival è più importante di tutti noi: raccoglie le speranze e le emozioni di tantissime persone». Il direttore artistico poi presenta chi sarà al suo fianco: «Il dato spettacolare sarà arricchito dal talento incredibilmente visto in questi giorni di prove di Claudio Bisio e Virginia Raffaele». «Per me è un regalo essere qui, spero di essere all’altezza», le parole della comica, con Bisio che ha sottolineato: «Sono contentissimo di essere qui, Claudio mi ha chiamato in tempi non sospetti e ne sono felice. Ho conosciuto due artisti eccezionali, due amici ormai. Siamo tesi, non pensavo che fosse così Sanremo: l’anno prossimo faccio 40 anni di carriera ma una cosa così non mi era mai capitata. Non vedo l’ora di scendere in campo e andare sul palco. Prometto garbo ma anche di essere me stesso». Clicca qui per seguire la diretta video.

© RIPRODUZIONE RISERVATA