ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora. Brexit: oggi si vota il no-deal (13 marzo 2019)

- Carmine Massimo Balsamo

Ultime notizie di oggi, ultim’ora. Brexit: oggi il voto per no-deal, l’Ue si dice preoccupata (13 marzo 2019)

La May a Downing Street
Downing Street, Premier Theresa May (LaPresse, 2019)

Oggi si voterà il “no-deal” al parlamento britannico, ovvero, la possibilità che il Regno Unito lasci l’Unione Europea, la Brexit, senza alcun accordo. Uno scenario quasi apocalittico che solamente un folle potrebbe avvallare, ma vista la situazione caotica che si sta vivendo dalle parti di Londra in queste ore, nulla è da lasciare al caso. La premier Theresa May si è lanciato in un appello in vista della votazione prevista per le 20 di questa sera, ore italiani: «Il voto contro il no-deal nella mozione Brexit per stasera – ha spiegato – resta nell’obiettivo di questo Governo: abbiamo sempre lavorato per far uscire il Regno Unito dall’Ue con un buon accordo il 29 marzo». Nonostante l’ipotesi “no-deal” sia decisamente poco probabile, i vertici dell’Ue non sono affatto tranquilli, e lo si capisce chiaramente dalle parole rilasciate nelle ultime ore da Michel Barnier, il capo negoziatore di Bruxelles per la Brexit: «Il rischio di un ‘no deal’ non è mai stato così grande ha spiegato – ha spiegato – chiedo di non sottovalutarlo. Invitiamo in modo solenne tutte le parti interessate a prepararsi. Noi non abbiamo mai lavorato per una uscita senza accordo ma siamo pronti ad affrontare questa situazione». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: Via della seta: parla Salvini

L’Italia punta ad essere la prima nazione del G7 ad entrare a far parte dell’accordo ribattezzato “Via della seta”, una sorta di corridoio con cui la Cina vuole collegarsi all’Europa e all’Africa. Il premier Giuseppe Conte, parlando stamane ai microfoni del Corriere della Sera, si è detto favorevole all’operazione, un po’ meno invece appare Salvini: «Ormai ho imparato a non preoccuparmi di niente – le parole del titolare del Viminale – io non voglio che l’Italia sia una colonia di nessuno. Se si aiutano le imprese italiane a fare business e a esportare i nostri preziosi prodotti io son contento. Però ovviamente c’è da valutare la sicurezza nazionale. Non voglio che l’Italia sia una colonia di nessuno. Studiamo, lavoriamo, approfondiamo, valutiamo..». L’accordo dovrebbe essere formalizzato a fine mese, quando il presidente della Cina, Xi Jinping, sarà a Roma in visita. Numerosi gli scettici, in particolare negli Stati Uniti e in seno all’Ue, ma secondo Romano Prodi è un accordo da fare: «la Via della Seta – ha spiegato l’ex presidente del consiglio – è un buon progetto e in particolare potrebbe rafforzare i nostri porti strategici come Genova e Trieste».

Ultime notizie, Boeing: spazio aereo interdetto

Una vera e propria mazzata quella che ieri ha interessato l’aereo della Boeing protagonista della strage di Addis Abeba. Le autorità europee hanno infatti deciso di interdire il proprio spazio aereo al 737 Max-8, l’aeromobile di nuova concezione sul quale si nutrono forti dubbi, almeno per quanto riguarda la gestione automatica del volo. La decisione segue quella di Australia, Singapore e Corea del Sud, azzoppando di fatto un mezzo sulla quale l’azienda americana puntava molto. Molte anche le compagnie che stanno rivedendo gli ordinativi già firmati, tra di queste anche la low cost europea Ryanair, che ne aveva acquistati 135. Intanto sul fronte delle indagini gli investigatori hanno comunicato di aver recuperato le scatole nere: dal loro esame emergeranno i contorni della tragedia che ha portato alla morte di oltre 150 persone.

Ultime notizie, Mattarella: Siamo sull’orlo di una crisi climatica

Pesante monito quello lanciato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che quest’oggi ha voluto visitare lo scenario dove si è consumata la tragedia del Vajont il 9 ottobre 1963, tragedia che ha portato alla morte di circa duemila persone. La prima carica dello Stato ha parlato dal teatro di Belluno sottolineando che bisogna trarre insegnamento dalle tragedie passate, tragedie che hanno causato nel nostro paese decine di migliaia di vittime. Per il capo dello stato non solamente il bel paese ma tutto il mondo è alle soglie di una tragedia ambientale difficilmente contrastabile, per questo chiede di tutelare il pianeta, in maniera da poter salvaguardare le generazioni future.

Ultime notizie Reggio Calabria, dà fuoco all’auto con la sua ex dentro

A pochi giorni dalla festa della donna ennesimo atto di brutale violenza nei confronti di una donna indifesa. Questa volta è successo a Reggio Calabria dove un pluripregiudicato, Ciro Russo, ha atteso l’ex moglie di prima mattina, le ha versato un liquido infiammabile addosso e poi ha cercato letteralmente di bruciarla viva. L’uomo che era ristretto ai domiciliari preso la sua residenza nel napoletano è poi fuggito dal luogo dell’efferato gesto, adesso è attivamente ricercato dalle forze dell’ordine. La donna, di cui non sono state rese note le generalità, è stata immediatamente soccorsa, trasferita all’ospedale cittadino ha ustioni sul 70% del corpo, le sue condizioni sono definite dai sanitari molto gravi.

Ultime notizie Champions League, impresa Juventus contro l’Atletico

Ritorno degli ottavi di finale di Champions League, la Juventus rimonta il 2-0 dell’andata contro l’Atletico Madrid e si assicura il pass per i quarti di finale. L’attesissima sfida dell’Allianz Stadium di Torino si è conclusa 3-0, mattatore assoluto il solito Cristiano Ronaldo, autore di una tripletta. Il fuoriclasse portoghese ha zittito i suoi ex rivali madrileni con una prestazione di grande qualità, mettendo a segno il gol della qualificazione a 10′ dalla fine su un calcio di rigore conquistato da Federico Bernardeschi su fallo di Correa. Spiccano Emre Can e Leonardo Spinazzola tra i bianconeri, mentre delude Griezmann tra gli ospiti.

Ultime notizie Champions League, le parole di Massimiliano Allegri

Juventus-Atletico Madrid è finita 3-0, trionfo bianconero in Champions League. Grande soddisfazione per il tecnico Massimiliano Allegri, che ha commentato così ai microfoni di Sky Sport: «Non c’è stato tanto di Allegri, ma c’è stato tanto dei ragazzi perché hanno interpretato in maniera ottimale la partita, giocando con velocità, tecnica, aggressione e dando ampiezza al campo. Anche all’andata volevo giocare così inizialmente, poi ci ho ripensato e ho fatto altre scelte». Prosegue l’allenatore livornese: «Stasera i ragazzi hanno fatto una partita lucida e di freddezza, questa era una gara che aspettavamo da tanto e il rischio era quello di fare una partita isterica e nevrotica per trovare subito di ribaltare il risultato, invece ho detto ai ragazzi di giocare in un certo modo considerando che avevamo a disposizione 90 minuti o addirittura 120».

© RIPRODUZIONE RISERVATA