DIRETTA/ Juventus Atletico Madrid (finale 3-0) streaming e tv: CR7 nella leggenda!

- Claudio Franceschini

Diretta Juventus Atletico Madrid, streaming video e tv: i bianconeri cercano una difficilissima rimonta sui Colchoneros, nel ritorno degli ottavi di finale della Champions League.

Szczesny Diego Costa Atletico Juventus lapresse 2019
Probabili formazioni Atletico Madrid Juventus (Foto LaPresse)

DIRETTA JUVENTUS ATLETICO MADRID (FINALE 3-0): CR7 NELLA LEGGENDA!

La Juventus ce l’ha fatta: la straordinaria remuntada è stata compiuta con un rigore di Cristiano Ronaldo guadagnato da Bernardeschi, tamponato in area da Gimenez. A 4′ dal novantesimo Cristiano Ronaldo costruisce la sua serata da leggenda trasformando dagli undici metri e realizzando la tripletta personale. La Juventus resiste nei 5′ di recupero e vive la serata di gloria europea più importante della sua storia recente: ora dai quarti di finale tutto sembra possibile per un gruppo che già l’anno scorso aveva sfiorato l’impresa assoluta contro il Real Madrid, segnando tre gol al Bernabeu. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Juventus Atletico Madrid è trasmessa in esclusiva per gli abbonati alla televisione satellitare, e i canali cui riferirsi sono Sky Sport Uno (201) e Sky Sport 252, con la possibilità di acquistare il singolo evento utilizzando il codice apposito. I clienti Sky potranno poi seguire questa partita su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone attivando il servizio di diretta streaming video garantito dall’applicazione Sky Go, collegando fino a due dispositivi ai dati dell’abbonamento e senza costi aggiuntivi.

MATCH SUL FILO

Dopo il raddoppio di Cristiano Ronaldo, la partita tra Juventus e Atletico Madrid si gioca sul filo del rasoio. L’Atletico Madrid al 12′ ha inserito Correa al posto di Lemar, mentre al 19′ è arrivato un cartellino giallo per Bernardeschi per un fallo su Arias. Una punizione di CR7 si infrange sulla barriera, quindi al 22′ arriva il momento di Paulo Dybala, che prende il posto di Spinazzola. Juventus a trazione anteriore con l’arretramento di Cancelo e Dybala schierato trequartista alle spalle di Ronaldo e Mandzukic. Al 28′ nell’Atletico Madrid viene ammonito Juanfran proprio per un fallo su CR7, quindi al 32′ seconda sostituzione per Simeone che inserisce Vitolo al posto di Arias. La Juventus resta avanti 2-0 sui Colchoneros. (agg. di Fabio Belli)

ANCORA CR7!

Partenza a razzo per la Juventus nel secondo tempo contro l’Atletico Madrid: i bianconeri sono determinatissimi e trovano al 4′ il gol del raddoppio ancora con Cristiano Ronaldo, sempre di testa: CR7 svetta più in alto di tutti su un cross di Cancelo. Oblak è miracoloso nel ricacciare indietro il pallone a mano aperta, ma la Goal Line Technology avverte l’arbitro tramite l’apposito orologio: il pallone ha superato interamente la linea e la Juventus è riuscita a pareggiare i conti contro i Colchoneros. Bernardeschi non arriva su un paio di palloni interessanti in area, la Juventus sembra però galvanizzata e ora tutto sembra possibile, col risultato attuale che porterebbe le contendenti ai tempi supplementari. (agg. di Fabio Belli)

BIANCONERI IN CORSA

Dopo il gol di Cristiano Ronaldo, il primo tempo si è chiuso sull’1-0 per la Juventus all’Allianz Stadium contro l’Atletico Madrid. I bianconeri hanno disputato un primo tempo di grande intensità costantemente proiettati in avanti, cercando lo spunto vincente anche con soluzioni fantasiose come la conclusione acrobatica di Bernardeschi che ha tenuto col fiato sospeso il pubblico. Il Cholo Simeone ha provato però a scuotere i suoi con i Colchoneros che hanno guadagnato metri, prestando però ancora il fianco alla Juventus. E Cristiano Ronaldo al 43′ è saltato ancora una volta più in alto di tutti, mancando di poco uno strepitoso raddoppio. Un minuto dopo una conclusione deviata di Bernardeschi permette alla squadra di Allegri di usufruire di un corner sul quale svetta Chiellini, pronta la risposta di Oblak che alza sopra la traversa. Juventus più che mai in corsa, si va al riposo con i bianconeri in vantaggio di misura. (agg. di Fabio Belli)

SEGNA RONALDO, L’ALLIANZ CI CREDE!

Juventus-Atletico Madrid 1-0 quando abbiamo superato da poco la mezz’ora del primo tempo. I bianconeri attaccano senza soluzione di continuità nel tentativo di sbloccare la contesa il prima possibile, Spinazzola fa il diavolo a quattro sulla corsia sinistra, i colchoneros riescono comunque a contenerlo evitando anche il calcio d’angolo. L’Allianz Stadium stasera è un’autentica bolgia, i tifosi sugli spalti provano a intimorire gli ospiti e a dare una carica maggiore agli uomini di Allegri, chiamati a un’impresa epica per ribaltare lo 0-2 di tre settimane fa al Wanda Metropolitano. La formazione spagnola si affaccia per la prima volta in avanti al 22′ con il tentativo dalla distanza di Koke che manda il pallone sopra la traversa. Due minuti più tardi ci prova – sempre da lontano – Griezmann che per poco non sorprende il portiere polacco il quale riesce a cavarsela anche se l’azione era viziata dal fuorigioco di Morata, in ogni caso sarebbe arrivata la segnalazione dell’assistente di Kuipers. Al 27′ arriva il gol dell’uomo più atteso: Cristiano Ronaldo la spizza di testa e batte Oblak, ora ne serve un altro per ristabilire completamente la parità nell’aggregate. (agg. di Fabio Belli)

GOL ANNULLATO A CHIELLINI

Partenza molto aggressiva da parte dei bianconeri che sin dal fischio d’inizio mettono alle corde la retroguardia dei colchoneros che deve rifugiarsi in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner al 4′ Chiellini la butta dentro ma l’arbitro Kuipers annulla quella che sarebbe stata la rete dell’1 a 0 per la carica di Cristiano Ronaldo ai danni di Oblak; inutili le proteste degli uomini di Allegri. Si rimane sullo 0-0 ma stasera i campioni d’Italia hanno cominciato decisamente con il piede giusto, a differenza della gara di tre settimane fa al Wanda Metropolitano. Ci vuole comunque ben altro per scoraggiare la compagine di Simeone che venderà carissima la pelle e parcheggerà i pullman davanti alla porta se dovesse servire. Juventus-Atletico Madrid 0-0 al decimo del primo tempo. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Tutto è pronto per Juventus Atletico Madrid: pochi minuti ormai ci separano dal fischio d’inizio dell’attesissima partita di ritorno degli ottavi di Champions League. Prima di leggere le formazioni ufficiali, possiamo però indagare nei numeri stagionali delle due squadre tra la fase a gironi e l’andata degli ottavi. La Juventus in Champions League fa sicuramente molta più fatica che in campionato: quattro vittorie ma anche tre sconfitte su sette partite disputate, nove gol segnati e sei subiti per una differenza reti complessiva pari a +3, nulla di eccezionale per chi in Serie A ha praticamente già archiviato lo scudetto con enorme anticipo. Per l’Atletico Madrid contiamo invece cinque vittorie, un pareggio e una sconfitta, con 11 gol segnati e sei subiti per una differenza reti complessiva pari a +5. L’Atletico non subisce gol da quattro partite consecutive, per la Juventus però c’è un match da ricordare, il 4-0 incassato da Simeone a Dortmund a ottobre. Adesso però è giunto il momento di leggere le formazioni ufficiali di Juventus Atletico Madrid: Simeone alla fine sceglie Arias e Juanfran come terzini, confermate le indiscrezioni bianconere con Spinazzola a sinistra e Bernardeschi al posto di Dybala. Parola al campo: si gioca! JUVENTUS (4-3-3): 1 Szczesny; 20 Joao Cancelo, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 37 Spinazzola; 23 Emre Can, 5 Pjanic, 14 Matuidi; 33 Bernardeschi, 17 Mandzukic, 7 Cristiano Ronaldo. Allenatore: Massimiliano Allegri ATLETICO MADRID (4-4-2): 13 Oblak; 4 Arias, 2 Godin, 24 J. Gimenez, 4 Arias; 6 Koke, 14 Rodri, 8 Saul Niguez, 11 Lemar; 22 Morata, 7 Griezmann. Allenatore: Diego Simeone (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I COLPI A SORPRESA

Siamo sempre più vicini alla diretta di Juventus Atletico Madrid: possiamo anche fare un excursus sulle ultime novità in seno alle scelte dei due allenatori per l’ottavo di Champions League, e dire che Massimiliano Allegri confermerà il 4-3-3 con l’esordio in Champions League di Leonardo Spinazzola e Federico Bernardeschi che sarà ancora preferito a Paulo Dybala, grande escluso almeno inizialmente. La novità vera riguarda l’Atletico Madrid: secondo le ultime notizie infatti Diego Simeone sarebbe intenzionato ad arretrare la posizione di Saul Niguez facendolo giocare come terzino sinistro, mandando in panchina Santiago Arias e confermando Juanfran a destra. Una scelta che sicuramente è sorprendente, perchè Saul si è sempre fatto conoscere come centrocampista di assalto e ordine ma non certo come un laterale basso di gestione; da quella parte del campo allora la Juventus potrebbe eventualmente approfittarne, la speranza è che sia realmente così ma potremo saperlo solo quando le due squadre scenderanno sul terreno di gioco… (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

I precedenti di Juventus Atletico Madrid sono appena tre: li abbiamo raccontati già in previsione della partita di andata ma adesso, tre settimane dopo, si aggiunge il 2-0 con cui i Colchoneros hanno vinto al Wanda Metropolitano. Quadro preoccupante per i bianconeri, che in tre partite non hanno mai segnato all’Atletico: il digiuno di 270 minuti rischia di diventare determinante, soprattutto perchè in tutte queste gare i due allenatori erano Massimiliano Allegri e Diego Simeone, dunque il piano tattico non sarà troppo diverso. Possiamo anche citare che la Juventus è riuscita a rimontare in tre occasioni una squadra di Madrid dopo aver perso l’andata in trasferta: è successo nei quarti del 1996 – poi fu vinta la Champions League – nella semifinale del 2003 e negli ottavi del 2005, ma conta anche la semifinale del 2015 quando Allegri fece fuori Carlo Ancelotti avendo vinto la prima sfida a Torino. L’anno scorso ricordiamo come sono andate le cose, ma quel 3-1 al Santiago Bernabeu ci dice anche di come la Juventus abbia la rimonta nelle corde: ci è riuscita in altre occasioni nel corso della storia, per esempio in un doppio incrocio contro il Benfica (1993, quarti di finale) al termine del quale Giovanni Trapattoni avrebbe sollevato la Coppa Uefa. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Juventus Atletico Madrid sarà diretta, come già segnalato in precedenza, dall’arbitro olandese Bjorn Kuipers. Di conseguenza, tutta la squadra arbitrale per il big-match di Champions League all’Allianz Stadium sarà olandese: i due guardalinee Sander van Roekel ed Erwin Zeinstra, il quarto uomo che sarà Dennis Higler ed infine i due uomini addetti al VAR, introdotto in Champions League proprio dagli ottavi, cioè i signori Danny Makkelie e Pol van Boekel. Kuipers, fischietto olandese classe 1973, è uno degli arbitri più quotati a livello internazionale, con un curriculum lunghissimo, dunque era uno dei pochi papabili per una partita così importante fra due big del calcio europeo che si affrontano in uno degli ottavi di maggiore spicco. Kuipers infatti ha preso parte agli Europei 2012 e 2016 (compreso un quarto di finale), alla Confederations Cup 2013 di cui ha diretto anche la finale fra Brasile e Spagna, ai Mondiali 2014 (fino agli ottavi di finale) e 2018, dove ha arbitrato quattro partite ed è stato quarto uomo della finale, ed inoltre ha arbitrato la Supercoppa Europea 2011, la finale di Europa League 2013 tra Chelsea e Benfica, quella di Champions League 2014 fra le due squadre di Madrid e l’anno scorso di nuovo l’ultimo atto di Europa League fra Atletico Madrid e Olympique Marsiglia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Juventus Atletico Madrid sarà diretta dall’arbitro olandese Bjorn Kuipers, e si gioca alle ore 21:00 di martedì 12 marzo: l’Allianz Stadium è pronto a ribollire per il ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2018-2019. La missione per i bianconeri è tostissima: bisogna vincere almeno 3-0 contro i Colchoneros, che all’andata hanno segnato due gol senza subirne e dunque partono in netto vantaggio, anche perchè se c’è una squadra cui è difficile fare gol è proprio quella di Diego Simeone. Se non altro la situazione in campionato è del tutto tranquilla: il vantaggio sul Napoli è salito a 18 punti e l’ottavo scudetto consecutivo è praticamente vinto, dunque da questa serenità di fondo bisognerà trarre linfa vitale per provare la grande impresa, solo sfiorata l’anno scorso contro il Real (in trasferta). Il piano partita dovrà essere chiaro: attaccare facendo girare palla senza dare punti di riferimento, provare a segnare subito per poi mettere la partita in discesa e, soprattutto, minare le certezze degli spagnoli che sono fin troppe. Andiamo ora a vedere, mentre aspettiamo il calcio d’inizio di Juventus Atletico Madrid, in che modo le due squadre potrebbero presentarsi sul terreno di gioco dell’Allianz Stadium leggendo in maniera più approfondita le probabili formazioni di questa attesissima sfida.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS ATLETICO MADRID

Per Juventus Atletico Madrid Massimiliano Allegri ha perso anche De Sciglio e Barzagli: prende corpo l’ipotesi della difesa a tre con Caceres al fianco di Bonucci e Chiellini, ma per il momento il reparto arretrato dovrebbe rimanere “classico” allargando l’uruguaiano e destinando Joao Cancelo sulla corsia sinistra. In porta giocherà Szczesny, a centrocampo Emre Can sembra in vantaggio su Bentancur con Pjanic da regista e Matuidi sulla mezzala; Bernardeschi potrebbe nuovamente soffiare il posto a Dybala e dunque comporre un tridente con Mandzukic schierato da prima punta e Cristiano Ronaldo che invece partirà largo, ma con il compito di guardare sempre e comunque la porta. L’Atletico si presenta a Torino con Godin non al 100% e senza Filipe Luis e Lucas Hernandez: dunque possibile che José Gimenez si allarghi con Savic al centro (davanti a Oblak), in alternativa sarà uno tra Juanfran e Arias a scalare a sinistra. In mediana manca lo squalificato Thomas, e allora Saul Niguez si dovrebbe accentrare al fianco di Rodrigo lasciando ad Angel Correa e Koke il compito di presidiare le corsie laterali. Davanti manca Diego Costa, lui pure fermato dal Giudice Sportivo: Morata sarà titolare come partner offensivo di Griezmann.

QUOTE E PRONOSTICO

I bianconeri partono favoriti nella diretta di Juventus Atletico Madrid, come vediamo anche dalle quote che ci ha fornito l’agenzia di scommesse Snai: vale infatti 1,70 volte la somma messa sul piatto il segno 1 – che identifica la vittoria dei padroni di casa – contro la quota di 5,25 volte la puntata che è stata posta sull’eventualità della vittoria esterna, regolata dal segno 2. Con il pareggio, per il quale dovrete scommettere sul segno X, il vostro guadagno corrisponderebbe a 3,65 volte quanto investito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA