DIRETTA/ Torino Wolverhampton (risultato finale 2-3): Belotti regala una speranza

- Claudio Franceschini

Diretta Torino Wolverhampton, risultato finale 2-3: i granata cadono in casa nell’andata del playoff di Europa League, nel ritorno del Molineux dunque avranno una montagna da scalare.

De Silvestri Zaza Millico Torino Europa League lapresse 2019
Video Torino Sassuolo, Serie A 1^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO WOLVERHAMPTON (RISULTATO FINALE 2-3)

Torino Wolverhampton 2-3: brutta serata per la squadra granata, che cade in casa nell’andata dei playoff di Europa League. Nel momento del sorteggio si era detto come i Wolves fossero un cliente assolutamente scomodo, e la squadra di Nuno Espirito Santo lo ha dimostrato al Grande Torino: ripartenze devastanti appoggiate soprattutto su Adama Traoré (per distacco il migliore in campo, uscito per un leggero problema fisico) e due attaccanti capaci di muoversi e scambiarsi la posizione risultando assolutamente incisivi. Non è un caso che sia Diogo Jota che Raul Jimenez siano andati a segno, dopo il gol “condiviso” da Romain Saiss e Bremer; Lorenzo De Silvestri aveva provato a riaprire la sfida ma il Torino non ha saputo sfruttare del tutto il momento e, anzi, 11 minuti più tardi ha incassato la terza rete. A quel punto Espirito Santo ha fatto uscire Jimenez concedendogli qualche minuto di riposo, e ha dato spazio a Patrick Cutrone; al minuto 89 tuttavia Andrea Belotti si è conquistato un rigore (ingenuo Ruben Vinagre) che ha trasformato, rendendo meno amaro il passivo. Per qualificarsi alla fase a gironi di Europa League il Torino dovrà ora vincere con due gol di scarto al Molineux: comunque un’impresa estremamente complicata, ma meglio che 3-0… (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO WOLVERHAMPTON (1-3): GOL DI RAUL JIMENEZ

Torino Wolverhampton 1-3: se Lorenzo De Silvestri aveva riaperto la partita, Raul Jimenez contribuisce a richiuderla o comunque rendere decisamente più complesso il ritorno per la squadra granata. Il messicano si era divorato un gol appena prima, ma al 72’ minuto non ha sbagliato: bravo Pedro Neto a dare il via all’azione, bravo l’arbitro a lasciar proseguire nonostante il fallo di Bremer (ammonito in seguito), bravo l’attaccante a trafiggere Sirigu approfittando anche del brutto movimento da parte di Nkoulou. Adesso il Torino è sotto nuovamente di due gol, ma soprattutto si presenterà al Molineux avendo incassato almeno tre reti in casa: una brutta serata per la squadra granata, Walter Mazzarri ha fatto entrare Ola Aina al posto di Ansaldi ma questa volta il gol lo ha subito. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Torino Wolverhampton sarà trasmessa come sempre sui canali della televisione satellitare: appuntamento dunque in esclusiva per tutti gli abbonati che potranno seguire questa partita di Europa League su Sky Sport 1 (numero 201 del decoder), ma anche affidarsi all’applicazione Sky Go per il servizio di diretta streaming video, che non comporta costi aggiuntivi ed è attivabile su dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone.

TORINO WOLVERHAMPTON (1-2): GOL DI DIOGO JOTA E DE SILVESTRI

Torino Wolverhampton 1-2: il secondo tempo della partita di Europa League è iniziato con i granata che stanno cercando di aumentare i giri del motore per pervenire al pareggio. Tuttavia a rendersi potenzialmente pericoloso è stato ancora il club inglese: Adama Traoré è imprendibile a destra e in avvio ha costretto Ansaldi a spendere un’ammonizione per frenarlo (lo stesso capita a Berenguer) e dalla solita punizione maligna di Joao Moutinho la difesa del Torino rischia di capitolare una seconda volta. Con il passare dei minuti, come era accaduto nel primo tempo, i Wolves alzano il baricentro e creano pericoli alla difesa del Torino, mostrando di poter anche raddoppiare; i granata però sono vivi e accettano di chiudersi dietro per provare a ripartire e colpire di sorpresa gli arancionero. Al 59’ primo cambio per Walter Mazzarri: fuori Berenguer e dentro Lukic, ma pochi secondi dopo Traoré semina il panico in area e tocca arretrato per Diogo Jota, che non può sbagliare. Per i granata si mette malissimo ma al 61’ Lorenzo De Silvestri impatta di testa e segna (bravissimo Lukic a rubare palla in mezzo al campo): c’è vita in casa granata e bisogna provare a sfruttare il momento. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO WOLVERHAMPTON (0-1): GOL DI SAISS

Torino Wolverhampton 0-1: siamo all’intervallo nella partita di Europa League, e purtroppo i granata sono sotto. Un buon Torino, che però deve il gol subito al 43’: punizione concessa ingenuamente, battuta magistralmente da Joao Moutinho e girata di testa da Romain Saiss, forse con la collaborazione di Armando Izzo che potrebbe aver toccato in maniera decisiva. La partita ha preso vigore dopo la parata di Sirigu sulla conclusione di Diogo Jota: sono arrivate due occasioni a stretto giro di posta, una per parte. Al 20’ Nkoulou ha colpito la parte superiore della traversa, con Rui Patricio comunque sulla traiettoria e anzi forse anche autore di un leggero tocco (ma il guardalinee ha segnalato la rimessa dal fondo); al 24’ invece su una punizione dalla destra Dendoncker, abilissimo nel fondamentale, ha staccato di testa e messo la palla a centimetri dal palo alla destra di Sirigu. Al 39’ Izzo testa i riflessi di Rui Patricio con un colpo di testa sull’ennesimo inserimento in area, si genera una mischia risolta alla fine dalla difesa inglese: buona reazione del Torino, ma il gol dei Wolves complica non poco il doppio confronto. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO WOLVERHAMPTON (0-0): SIRIGU SALVA SU JOTA!

Torino Wolverhampton 0-0: ancora senza reti la partita di Europa League, ma sono i granata ad aver iniziato meglio la serata. La squadra di Walter Mazzarri non ha creato pericoli effettivi alla porta di Rui Patricio, ma sta comandando le operazioni con buona personalità e costringe gli inglesi a ripiegare per poi provare qualche ripartenza; sempre pericoloso il Wolverhampton quando può puntare l’area di Sirigu, fa buona guardia un ispirato Bremer mentre va segnalata qualche imprecisione di troppo da parte di Izzo. Dall’altra parte, Belotti ha quasi approfittato di un errore di lettura da parte di Boly, che si è ripetuto in seguito; i Wolves però hanno allontanato la minaccia. Al 13’ minuto Adama Traoré ha fatto vedere la sua arma migliore: con uno scatto pazzesco ha lasciato sul posto Ansaldi e messo al centro un pallone arretrato sul quale Diogo Jota ha colpito a botta sicura, trovando però la pronta risposta di Sirigu. Il Torino gioca meglio, il Wolverhampton ha avuto fino a qui l’occasione più ghiotta e si è sbloccato, aprendo a qualche minuto di supremazia territoriale con il solito Traoré a creare il vuoto sulla corsia di competenza, adesso i granata dovranno essere bravi a superare questo momento complicato per poi tornare a macinare calcio. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO WOLVERHAMPTON (0-0): FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Eccoci finalmente al via di Torino Wolverhampton: prima di fornire le formazioni ufficiali della partita di Europa League possiamo ricordare che, superando questo spareggio, i granata diventerebbero la settima squadra italiana a partecipare ai gironi delle due coppe internazionali. In questa manifestazione abbiamo già Lazio e Roma, con il Milan che è stato rimpiazzato proprio dalla banda di Walter Mazzarri (evitando i preliminari ai giallorossi); in Champions League invece ci sono ovviamente le prime quattro classificate dell’ultima Serie A, vale a dire la Juventus (all’ottavo scudetto consecutivo), il Napoli, l’esordiente e sorprendente Atalanta e l’Inter, ancora una volta dentro per il rotto della cuffia. Ora è davvero arrivato il momento di mettersi comodi e stare a vedere quello che succederà in questa delicata e importantissima partita per i granata: ecco le formazioni ufficiali di Torino Wolverhampton, poi che parli il campo! TORINO (3-4-3): 39 Sirigu; 5 Izzo, 33 Nkoulou, 36 Bremer; 9 De Silvestri, 23 Meité, 8 Baselli, 15 Ansaldi; 11 Zaza, 9 Belotti, 21 Berenguer. Allenatore: Walter Mazzarri WOLVERHAMPTON (3-5-2): 11 Rui Patricio; 4 Vallejo, 16 Coady, 15 Boly; 37 A. Traoré, 32 Dendoncker, 27 Saiss, 28 Joao Moutinho, 29 Vinagre; 9 R. Jimenez, 18 Diogo Jota. Allenatore: Nuno Espirito Santo (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO WOLVERHAMPTON: IL CALENDARIO

La diretta di Torino Wolverhampton si avvicina: i granata giocano l’andata dello spareggio di Europa League e, prima della partita di ritorno al Molineux, apriranno anche la loro Serie A. Il primo appuntamento per Walter Mazzarri e i suoi giocatori sarà in casa, contro il Sassuolo; la prima partita di cartello sarà quella contro il Milan che avverrà nel turno infrasettimanale per la quinta giornata, ma appena prima il tecnico toscano tornerà per l’ennesima volta sul campo della Sampdoria, che aveva traghettato in Coppa UEFA ormai oltre dieci anni fa. Uno sguardo anche al calendario che attende il Wolverhampton: gli inglesi giocheranno in casa la terza giornata di Premier League contro il Burnley, poi avranno due impegni delicati contro Everton (trasferta) e Chelsea (al Molineux) ed entro la decima giornata, oltre al Manchester United con cui è arrivato un 1-1 interno, avranno anche sfidato il City (inizio di ottobre). Da fissare invece l’impegno di Carabao Cup, vale a dire la Coppa di Lega; così anche il Torino dovrà aspettare per conoscere la sua avversaria di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

TORINO WOLVERHAMPTON: LE STATISTICHE

Studiando le statistiche a poche ore da Torino Wolverhampton, notiamo come le due squadre abbiano fatto sfracelli in Europa League fino a questo momento: certo va considerato che entrambe hanno finora avuto a che fare con avversarie di caratura inferiore, ma i numeri restano ottimi. I granata hanno un totale di 13 gol segnati in quattro partite, ne hanno subiti due ma in casa hanno un percorso netto, ovvero due vittorie con 8 reti all’attivo e nessuna al passivo. Difficile parlare del pareggio in Bielorussia come di un passo falso, visto che il 5-0 dell’andata aveva già messo le cose in chiaro; il Wolverhampton ha impressionato anche di più vincendo sempre, e trovando 4 gol in ognuna delle ultime tre gare. Il totale di reti fa 14, un solo gol subito che per di più è un’autorete, quella di Ryan Bennett sul campo dei Crusaders alla quale i Wolves hanno reagito con tre marcature in mezz’ora per chiudere il primo tempo in vantaggio per 3-1. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Il primo incrocio ufficiale di Torino Wolverhampton non è un esordio ufficiale dei granata contro formazioni inglesi: tuttavia compaiono appena due precedenti, che risalgono alla stagione 1993-1994. Erano i quarti di finale della Coppa delle Coppe, avversario l’Arsenal: sulla panchina del Torino sedeva Emiliano Mondonico, mentre i Gunners erano guidati da George Graham che avrebbe vinto il trofeo, di fatto il suo regalo d’addio prima dell’era Arsène Wenger. I granata avevano salutato la Coppa delle Coppe con due partite senza gol: in Piemonte avevano mantenuto lo 0-0 ma ad Highbury erano caduti per effetto della rete messa a segno da Tony Adams, al 66’ minuto. Statistica opposta per il Wolverhampton, che nel lontano 1972 è stato a Torino (quarti di Coppa UEFA) pareggiando 1-1 contro la Juventus con la rete di Jim McCalliog (che aveva risposto a Pietro Anastasi) per poi qualificarsi in casa grazie a Danny Hegan e Derek Dougan. I Wolves sarebbero poi arrivati in finale, ma l’avrebbero persa contro il Tottenham. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Torino Wolverhampton, in diretta dal Grande Torino, si gioca alle ore 21:00 di giovedì 22 agosto per l’andata dello spareggio di Europa League 2019-2020: archiviate le formalità Debrecen e Shakhtyor, i granata si lanciano nell’ultimo ostacolo che li separa dalla fase a gironi di Europa League e affrontano una squadra temibile, che l’anno scorso ha fatto benissimo in Premier League ed è reduce da un ottimo precampionato, con la sensazione di essere ancora più competitiva rispetto all’ultima annata. Sicuramente il Torino ha tutto per superare il turno ed entrare nei gironi di Europa League, ma dovrà stare attento a non concedere gol ai Wolves sul proprio campo; intanto Walter Mazzarri prepara anche l’inizio di campionato, come da tradizione la nostra Serie A parte in ritardo rispetto ad un’Inghilterra nella quale abbiamo già vissuto due giornate. Aspettando dunque l’inizio di Torino Wolverhampton, diamo uno sguardo ravvicinato a quelle che potrebbero essere le scelte di formazione da parte dei due allenatori.

PROBABILI FORMAZIONI TORINO WOLVERHAMPTON

Per Torino Wolverhampton, Walter Mazzarri dovrebbe puntare su un 3-4-3 secondo le sue scelte nelle partite precedenti: dunque davanti a Sirigu verrà confermato Bremer a completare il terzetto difensivo con Izzo e Nkoulou, e sugli esterni nonostante il recupero di Ola Aina dovrebbero essere ancora De Silvestri e Ansaldi a garantire spinta e supporto a Baselli e Meité. Verso la conferma anche Zaza, che agirà da esterno di un tridente offensivo nel quale Berenguer si sistemerà sull’altro versante lasciando a Belotti il ruolo di prima punta. Modulo simile per Nuno Espirito Santo, ma nei Wolves c’è un trequartista (Gibbs-White) che si muove alle spalle di due attaccanti, che potrebbero essere Diogo Jota e Raul Jimenez. Dendoncker e Ruben Neves si giocano il posto di centrocampista al fianco di Joao Moutinho, sulle fasce dovrebbero essere confermati Adama Traoré e Vinagre. In difesa, rispetto al ritorno contro il Pyunik, potrebbe rientrare Bennett che si posizionerebbe al fianco di Vallejo e Coady, in porta Rui Patricio rileverà Ruddy.

QUOTE E PRONOSTICO

Studiando le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai per Torino Wolverhampton, scopriamo che i granata partono favoriti per un’incollatura rispetto agli inglesi: per la loro vittoria bisogna giocare il segno 1, che vi farebbe guadagnare 2,50 volte la somma messa sul piatto. Il segno 2 per il successo dei Wolves vale invece 2,70 volte la puntata: grande equilibrio con l’eventualità del pareggio (segno X) come scommessa più redditizia, visto che si arriverebbe ad un guadagno corrispondente a 3,15 volte quanto investito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA