ITALIA UNDER 21 SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE/ Risultati: gli azzurri sperano ancora

- Mauro Mantegazza

I bookmaker credono nel pareggio “biscotto” fra Francia e Romania: il segno X ha la quota più bassa

Italia Under bandiera
Diretta Portogallo Italia U20 (Foto LaPresse)

L’Italia Under 21 può sperare ancora, ma la qualificazione alla semifinale è appesa a un filo. Dopo il 2 a 0 rifilato dalla Danimarca alla Serbia e il pareggio per 1 a 1 tra Austria e Germania nel terzo turno della fase a gironi dell’Europeo Under 21, gli azzurrini non sono ancora matematicamente fuori dal torneo. La squadra di Di Biagio per conoscere il proprio futuro deve però aspettare il risultato della sfida tra Francia e Romania, in programma domani. Un eventuale pareggio tra francesi e romeni eliminerebbe la nazionale italiana e manderebbe in semifinale le due squadre del girone C. Comunque l’Italia Under 21 ha rischiato di uscire stasera, visto che i danesi hanno steso i serbi con due gol di scarto. Un altro gol dei danesi avrebbe eliminato la nostra nazionale. In effetti la Danimarca aveva segnato la rete del 3 a 0, ma è stata annullata per fuorigioco. Invece la Germania è passata in semifinale come prima del gruppo B grazie al pareggio ottenuto contro l’Austria a Udine. (agg. di Silvana Palazzo) CLICCA QUI PER GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI

DANIMARCA E AUSTRIA PRIMO SCOGLIO

Italia Under 21 con gli occhi puntati alle sfide di oggi degli Europei per capire se potrà qualificarsi alla fase successiva. In caso di vittoria della Danimarca con più di 3 gol di scarto, la squadra allenata da Di Biagio sarebbe già fuori dalla competizione. Ma i danesi al momento sono in vantaggio di una sola rete, quella di Bruun Larsen. Ma all’Italia Under 21 interessa anche un altro risultato, quello di Austria-Germania, perché gli austriaci non devono battere i tedeschi o al massimo aggiudicarsi la vittoria con due reti di differenza. Anche in questo caso il risultato all’intervallo sorride all’Italia, perché sono sull’1 a 1. Ma, va precisato, questo comunque non basterebbe agli azzurrini per festeggiare, visto che manca ancora un risultato in questo quadro complesso. Quale? Domani c’è la sfida tra Romania e Francia. Ad entrambe basta un pareggio, un risultato che metterebbe fuori dai giochi l’Italia Under 21. (agg. di Silvana Palazzo)

I BOOKMAKER CREDONO NEL “BISCOTTO”

L’Italia si qualifica se… In queste ore sentiremo spesso e volentieri proferire questa frase dagli addetti ai lavori. Stiamo parlando ovviamente del campionato europeo di calcio under 21 e del fatto che l’Italia, dopo aver vinto all’esordio contro la Spagna, ha perso contro la Polonia inguaiandosi. Ora i nostri azzurrini dovranno attendere i risultati delle altre squadre in corsa, sperando in una combinazione favorevole. La partita più calda per il futuro della compagine allenata dal commissario tecnico Gigi Di Biagio, è quella fra Francia e Romania, in programma domani sera dalle ore 21:00. Entrambe le compagini sono appaiate in testa al proprio gruppo, il Girone C, a quota 6 punti,e in caso di pareggio raggiungerebbero quota 7 punti, strappando il pass per le semifinali. Un’ipotesi, quella del cosiddetto “biscotto”, in cui credono molti i bookmaker in queste ultime ore. Basta infatti vedere le quote della gara in questione per capirlo: la Francia è quotata 2.96, il segno X, il pareggio-biscotto è dato a 1.96, e infine la vittoria dei giovani rumeni, a 7. Se ancora vi fossero dei dubbi… (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ITALIA UNDER 21 SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE

L’Italia Under 21 si qualifica alle semifinali dei campionati di categoria se dovessero “uscire” nelle prossime ore una serie di risultati favorevoli appunto agli azzurri. Del resto gli Europei U21 sono un po’ complessi come meccanismo, visto che accedono alla fase successiva del torneo le prime tre dei gironi più la migliore seconda. Per cercare di fare un po’ di chiarezza vogliamo elencarvi tutte le possibili combinazioni che permetterebbero ai ragazzi allenati dal commissario tecnico Gigi Di Biagio, di ottenere il tanto sperato passaggio del turno. Nella sfida fra Romania e Francia, i rumeni devono battere i transalpini, con quest’ultimi che avrebbero di conseguenza una differenza reti inferiore rispetto a quella degli azzurri. Nel caso in cui la Francia battesse invece la Romania con almeno tre gol di scarto, a quel punto verrebbero i eliminati i ragazzi dell’est Europa sempre per via del differenziale gol. L’altra gara da tenere sotto controllo è Danimarca-Serbia: se i danesi battessero i propri avversari con un massimo di due gol di scarto, o addirittura perdessero, a quel punto passerebbe l’Italia. Attenzione infine ad Austria-Germania: anche in questo caso gli austriaci non devono battere i tedeschi o vincere al massimo con due reti di differenza. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ITALIA UNDER 21 SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE

Come quasi ogni competizione in cui vi è di mezzo la nazionale, è giunto, purtroppo, il momento dell’”Italia si qualifica se”. Proprio così perché ancora una volta la squadra calcistica italiana dovrà attendere i risultati delle altre per capire se avrà passato il turno e conquistato di conseguenza la semifinale del campionato europeo under 21. Vediamo quindi la situazione attuale dopo le partite di ieri sera, a cominciare dalla bella vittoria della squadra di Di Biagio contro il Belgio. L’Italia ha chiuso il proprio gruppo al secondo posto con sei punti, e nel caso in cui quest’oggi la Francia e la Romania non dovessero pareggiare, con conseguente passaggio del turno di entrambi a 7 punti, a quel punto conterà la differenza reti. Nel Gruppo B, Germania, Austria e Danimarca potrebbero chiudere al secondo posto, con i tedeschi avvantaggiati da una differenza reti di +7, mentre danesi e serbi sono a quota 0 alla voce differenziale di gol, ed entrambe potrebbero giungere seconde grazie ad una goleada (almeno tre gol di scarto). Nel girone C, come detto sopra, a Francia e Romania basta un pareggio, ma nel caso in cui una delle due dovesse vincere, dipenderà tutto dal risultato: al momento i francesi sono a +2, mentre la Romania a +5, sempre per quanto riguarda la differenza di gol. Situazione quindi molto complessa e difficile da pronosticare. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ITALIA UNDER 21 SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE

Niente da fare per l’Italia Under 21: la vittoria con il Belgio per 3-1, rete finale firmata da Federico Chiesa, non basta, il primo posto è della Spagna. La Roja di De La Fuente avrebbe dovuto vincere con non più di due gol di scarto, ma contro la Polonia è stata una goleada: risultato finale di 5-0, rete della ciliegina che porta la firma di Borja Mayoral. Gli Azzurrini di Luigi Di Biagio chiudono dunque la fase a gironi al secondo posto, ma la speranza non è persa: Rolando Mandragora and Co. possono qualificarsi alle semifinali come migliore seconda. Una strada che però resta impervia: dipenderà tutto dai risultati delle quattro gare che restano da giocare nel gruppo B e nel gruppo C. Riflettori accesi soprattutto sulla sfida di lunedì che vede contrapposte Romania e Francia: entrambe a 6 punti, con un pareggio avrebbero la certezza matematica di qualificarsi come prima e come miglior seconda. Dita incrociate e speranza di non dover fare i conti con un biscotto: nulla è perduto. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

BRUTTE NOTIZIE DA BOLOGNA

Belgio-Italia e Spagna-Polonia, cambiano entrambi i risultati ma non sorridono alle speranze di qualificazione degli azzurri alle semifinali dell’Europeo Under 21. Dopo la rete di Barella, la formazione di Luigi Di Biagio è andata sul 2-0 con Cutrone al 53’; al 79’ la compagine guidata da Walem riapre il risultato con Verschaeren, ma Chiesa allunga nuovamente all’89’ con un pregevole destro a giro dal limite. Assodata la vittoria degli azzurri, tutto dipende dal risultato di Spagna-Polonia, ma dal Dall’Ara non arrivano buone notizie: i giallorossi hanno firmato il 4-0 con Ceballos al 71’. Per fare sì che l’Italia agguanti il primo posto la Polonia dovrebbe fare almeno due gol, altrimenti sarà secondo posto con dita incrociate per la corsa nella mini-classifica delle migliori seconde. Chiesa e compagni destinati, dunque, a sperare nel ripescaggio… (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

STRADA IN SALITA PER GLI AZZURRI…

Manca mezz’ora al termine della terza giornata del gruppo A dell’Europeo Under 21, l’Italia di Luigi Di Biagio è in vantaggio 1-0 sul Belgio di Walem, ma fari puntati sulla sfida dello stadio Dall’Ara di Bologna tra Spagna e Polonia. Al momento i giallorossi sono in vantaggio per 3-0 con le reti di Fornals, Oyarzabal e Fabian Ruiz: Spagna, Italia e Polonia dunque prime con sei punti, ma al momento per differenza reti è la selezione di De La Fuente ad assicurarsi il pass per le semifinali. La formazione di Luigi Di Biagio è al secondo posto e per ora dovrebbe aspettare i risultati degli altri gironi per sperare nella qualificazione come migliore seconda. Attesi aggiornamenti positivi da Bologna, dunque: la Polonia deve segnare per se stessa ma anche – per noi soprattutto – per gli Azzurrini. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LA BEFFA DA EVITARE

Se due anni fa l’Italia Under 21 si era qualificata per le semifinali degli Europei di categoria arrivando prima a pari punti con la Germania grazie allo scontro diretto – comunque erano passati anche i tedeschi come migliore seconda – decisamente meno piacevole è il ricordo di quattro anni fa, quando invece gli azzurrini erano stati eliminati dalla Svezia in un arrivo a pari punti, sempre a causa dello scontro diretto che in quella circostanza sorrideva agli scandinavi. Va detto che si trattava dell’ultima edizione con fase finale a sole otto squadre, il che però rendeva poi leggermente più facile passare in semifinale, con accesso garantito alle prime due di ciascun girone. L’Italia Under 21 era partita malissimo in Repubblica Ceca, con la sconfitta per 2-1 contro la Svezia che poi ci sarebbe costata carissima e con un pareggio per 0-0 contro il Portogallo. Nella terza giornata invece vincemmo per 3-1 contro l’Inghilterra, ma nell’altra partita del girone B Portogallo e Svezia pareggiarono per 1-1 blindando definitivamente il primo posto del Portogallo e permettendo alla Svezia di prendersi il secondo posto con 4 punti, a pari merito con gli azzurrini ma davanti per scontro diretto. Fra poco però scopriremo cosa succederà a Reggio Emilia e anche a Bologna, perché pure il risultato di Spagna Polonia sarà fondamentale: parola ai campi! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TUTTI I CRITERI

Dal momento che stiamo parlando delle combinazioni con cui l’Italia Under 21 si qualifica alle semifinali degli Europei di categoria, è importante adesso dare uno sguardo al regolamento proprio degli Europei Under 21 2019 per ricordare tutti i criteri che verranno utilizzati per dirimere eventuali situazioni di parità. Dunque, in caso di arrivo di più squadre a pari punti nella classifica di un girone, verranno considerati nell’ordine: punti negli scontri diretti; differenza reti negli scontri diretti; numero di gol segnati negli scontri diretti. Naturalmente questo sia in caso di arrivo in partita di sole due squadre ma anche di tre, caso in cui scatterebbe la classifica avulsa. Ulteriori criteri, utilizzati se tutte le voci precedenti fossero in parità, saranno nell’ordine la differenza reti complessiva, il numero dei gol segnati, il punteggio più basso nei provvedimenti disciplinari ed infine la posizione più alta nel ranking Uefa. Per determinare invece quale sarà la migliore delle tre seconde, saranno utilizzati nell’ordine i seguenti criteri: punti in classifica; differenza reti; numero di gol segnati; punteggio più basso nei provvedimenti disciplinari; posizione più alta nel ranking Uefa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PRECEDENTE

Parlando dei modi in cui l’Italia Under 21 si può qualificare alle semifinali del torneo continentale, emerge una situazione abbastanza complicata, che d’altronde ricorda molto da vicino quella di due anni fa. Infatti anche nel 2017 l’Italia aveva debuttato agli Europei Under 21 ospitati in Polonia con una bella vittoria, in quel caso per 2-0 contro la Danimarca, affondata dai gol di Lorenzo Pellegrini e Andrea Petagna. La seconda partita tuttavia anche allora aveva gelato l’entusiasmo, perché gli azzurrini erano stati sconfitti con un pesante 3-1 dalla Repubblica Ceca, con unico gol azzurro firmato da Domenico Berardi. Nell’ultima giornata però tutto si ribaltò di nuovo in favore dell’Italia Under 21. Gli azzurrini infatti vinsero per 1-0 contro la Germania grazie al gol di Federico Bernardeschi, l’agganciarono a quota 6 punti in classifica e in virtù dello scontro diretto si presero il primato, anche perché contemporaneamente la Repubblica Ceca crollava perdendo 4-2 contro la Danimarca già eliminata. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ITALIA UNDER 21 SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE…

L’Italia Under 21 si qualifica se… quali sono i risultati utili col Belgio per andare in semifinale? Appare infatti decisamente intricata la situazione degli azzurrini del c.t. Luigi Di Biagio agli Europei Under 21 che erano cominciati alla grande, cioè con una fantastica vittoria contro la Spagna, ma poi si sono decisamente complicati a causa dell’inattesa sconfitta contro la Polonia nella seconda giornata. I calcoli si complicano anche perché la formula degli Europei Under 21 è davvero complicata. Alla prima fase partecipano 12 squadre, divise in tre gironi da quattro, ma la selezione poi è altissima, perché dalla fase a gironi si passa direttamente alle semifinali, dunque logicamente appena quattro squadre avanzano. Per passare da dodici a quattro, il metodo è brutale: avanzano solamente le vincitrici dei gironi più la migliore seconda. Ecco perché l’unico punto fermo è che stasera a Reggio Emilia contro il Belgio già eliminato l’Italia Under 21 sarà obbligata a vincere per sperare.

ITALIA UNDER 21 SI QUALIFICA SE… I RISULTATI UTILI PER LA SEMIFINALE

Dunque l’Italia Under 21 si qualifica se vince, e non è nemmeno detto. Per adesso infatti consideriamo solo l’ipotesi del primo posto – per la migliore seconda si dovranno attendere anche gli altri gironi, dal momento che il gruppo del’Italia è il primo a completare il proprio calendario. Di conseguenza, ecco che per vincere la classifica del girone A è fondamentale battere il Belgio e contemporaneamente la Polonia deve perdere contro la Spagna a Bologna, perché i polacchi hanno 6 punti in classifica, l’Italia e la Spagna 3. Di conseguenza per noi – e anche per gli spagnoli – è fondamentale agganciare la Polonia. A quel punto, avremmo tre squadre con 6 punti e una vittoria più una sconfitta a testa nella classifica avulsa. La discriminante diventerebbe allora la differenza reti sempre negli scontri diretti, per l’Italia già fissata a +1. Anche la Polonia ha +1, che però peggiorerebbe perdendo contro la Spagna, che a sua volta parte da -2 a causa della sconfitta contro gli azzurri. Di conseguenza dobbiamo tifare per gli spagnoli… ma non troppo, perché una goleada iberica contro la Polonia manderebbe al primo posto proprio la Spagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA