LAZIO SI QUALIFICA AGLI OTTAVI SE…/ Champions League: basta un pari con il Bruges!

- Claudio Franceschini

Lazio si qualifica agli ottavi di Champions League se… i risultati utili alla squadra biancoceleste impegnata a Dortmund, nella penultima giornata del gruppo F. La corsa è sul Bruges.

Lazio gruppo
Consigli Fantacalcio Serie A (Foto LaPresse)

LAZIO SI QUALIFICA AGLI OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE SE… BASTA UN PARI CON IL BRUGES

Dopo il bel pareggio per 1-1 sul campo del Borussia Dortmund ottenuto questa sera, possiamo dire che la Lazio si qualifica agli ottavi di Champions League se nella prossima giornata ottiene almeno un pareggio in casa contro il Bruges. Le reti di Guerreiro e Immobile su calcio di rigore hanno deciso la partita di Dortmund, dando una ulteriore iniezione di fiducia alla Lazio che sta disputando un ottimo girone di Champions League, sarebbe davvero un peccato sprecare tutto all’ultima giornata, quando i biancocelesti avranno in mano il proprio destino, perché ospiteranno allo stadio Olimpico il Bruges, terzo con due punti di ritardo dalla Lazio. I calcoli sono dunque presto fatti: la Lazio si qualifica naturalmente in caso di vittoria (che potrebbe anche valere il primo posto se il Borussia inciampasse contro lo Zenit) ma pure in caso di pareggio, che lascerebbe intatto il +2 sul Bruges. Dramma sportivo invece in caso di sconfitta, che sancirebbe il sorpasso dei belgi e rovinerebbe un cammino davvero eccellente fin qui per la Lazio, chiamata dunque a non rovinare tutto sul più bello. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN CAMPO A DORTMUND!

Sta per prendere il via la partita del Signal Iduna Park, nella quale la Lazio cercherà di qualificarsi agli ottavi di Champions League con una giornata di anticipo. Al momento è ancora presto per definire i possibili incroci nel sorteggio ma, come detto, sarebbe forse meglio prendersi il primo posto nel gruppo F. Sono già matematicamente prime nei loro gironi Bayern, Manchester City e Liverpool; ci è molto vicino il Barcellona, perché la Juventus – che poi eventualmente non potrebbe essere affrontata agli ottavi – dovrebbe fare un miracolo per ottenere il primato. Tra le altre potenziali prime, sicuramente più abbordabili di queste quattro corazzate, potremmo trovare il Borussia Monchengladbach e il Siviglia (che se la gioca con il Chelsea), ma i tedeschi rischiano addirittura di rimanere fuori a favore dell’Inter; poi una tra Manchester United, Psg e Lipsia. L’unica seconda classificata sicura è invece al momento il Porto, per il resto bisogna ancora stabilire tutto il contesto; rischia incredibilmente di rimanere fuori l’Atletico Madrid, che si giocherà tutto a Salisburgo – dove potrà pareggiare – con Inter e Juventus che eventualmente non sarebbero affrontabili (così come l’Atalanta), arrivando prima per la Lazio si ridurrebbero drasticamente le possibilità, ci sarebbero soltanto quattro squadre disponibili e quindi sarebbe sicuramente meglio in termini di sorteggio. Ora però diamo la parola al Signal Iduna Park, dove finalmente Borussia Dortmund Lazio prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PRECEDENTE

La Lazio va a caccia della qualificazione agli ottavi di Champions League sul campo del Borussia Dortmund, avendo questa sera la prima di due possibilità: per tornare alla prima volta in cui i biancocelesti hanno superato la prima fase della competizione dobbiamo tornare al 1999-2000, nell’anno dello scudetto vinto in rimonta sulla Juventus. Allenata da Sven-Goran Eriksson, si trattava di una squadra che aveva vinto Coppa delle Coppe, Supercoppa Italiana e Supercoppa Europea; in forte crescita, aveva dominato il gruppo A chiudendo imbattuta con 4 vittorie e 2 pareggi, davanti a Dinamo Kiev, Bayer Leverkusen e Maribor. In quell’edizione di Champions League la formula prevedeva un secondo girone; i biancocelesti avevano vinto anche quello, arrivando davanti al Chelsea ed eliminando Feyenoord e Marsiglia. La corsa, purtroppo, si era interrotta contro il Valencia di Héctor Cuper, che avrebbe giocato due finali consecutive in Champions League perdendole entrambe: devastante il 2-5 subito al Mestalla, inutile la vittoria per 1-0 allo stadio Olimpico. Era stata comunque una grande avventura: in campo c’era anche Simone Inzaghi che era alla sua prima stagione con la maglia biancoceleste, chissà che quest’anno da allenatore il piacentino riesca a replicare arrivando allo stesso modo ai quarti di finale… (agg. di Claudio Franceschini)

LAZIO SI QUALIFICA AGLI OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE SE…

La Lazio va a caccia della qualificazione agli ottavi di Champions League: può farlo già questa sera al Signal Iduna Park, dove sarà ospite del Borussia Dortmund. Battuta 3-1 all’andata, la squadra tedesca è attualmente prima nel gruppo F avendo vinto le altre tre partite; seguono i biancocelesti con 8 punti, risultante di due pareggi maturati contro Bruges e Zenit e di un successo centrato all’Olimpico sui russi. Che chiudono il girone con un punto, e sono già aritmeticamente eliminati; il Bruges invece ha 4 punti, e può ancora sperare. La Lazio però è davvero ad un passo dall’obiettivo: anche perdendo questa sera resterebbe comunque seconda in classifica, e sarebbe qualificata agli ottavi se i belgi dovessero perdere in casa contro lo Zenit. In caso contrario, ovvero se il Bruges dovesse recuperare punti alla squadra di Simone Inzaghi, il quadro non sarebbe comunque peggiore perché i biancocelesti sarebbero comunque davanti alla rivale, che sfideranno in casa nell’ultima giornata. Significa dunque che, a prescindere da quanto succederà stasera, alla Lazio basterebbe comunque non perdere contro il Bruges per avere l’accesso agli ottavi di Champions League.

LA SITUAZIONE NEL GRUPPO F

Per l’appunto, la Lazio può essere qualificata agli ottavi di Champions League già questa sera, con una giornata di anticipo. Vincendo a Dortmund non dovrebbe guardare il risultato di Bruges, e opererebbe anche il sorpasso in vetta alla classifica avvicinando sensibilmente il primo posto; non sarebbe affatto male vincere il gruppo F, considerato che tra le prime nel sorteggio degli ottavi ci saranno squadre come Bayern, Manchester City e probabilmente Barcellona. Se invece i biancocelesti non dovessero ottenere il bottino pieno al Signal Iduna Park, avranno bisogno che il Bruges non faccia più punti: ovvero in caso di sconfitta dovranno perdere anche loro, con un pareggio in Germania anche i belgi dovranno al massimo pareggiare. Con una sconfitta della Lazio e una vittoria del Bruges, i biancocelesti avrebbero 3 punti di vantaggio: resta valido quanto detto in precedenza, ovvero non bisognerà poi perdere il match della prossima settimana perché, in caso di sconfitta, il doppio confronto sarebbe ovviamente a favore della formazione belga (all’andata è finita 1-1) che volerebbe dunque agli ottavi della Champions League 2020-2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA