Leonardo Spinazzola a Wembley per finale Euro 2020/ Tendine d’Achille lesionato, quando torna in campo?

- Claudio Franceschini

Leonardo Spinazzola a Wembley con l’Italia: nonostante il grave infortunio subito nei quarti, il calciatore della Roma ha voluto seguire la finale degli Europei 2020 con la squadra.

Spinazzola stampelle Italia aeroporto facebook 2021 1 640x300
Leonardo Spinazzola (da Facebook)

LEONARDO SPINAZZOLA CON L’ITALIA PER LA FINALE DEGLI EUROPEI 2020

Italia Inghilterra si gioca tra poco: la finale degli Europei 2020 è il grande sogno spezzato di Leonardo Spinazzola, che questa partita di Wembley l’ha desiderata a lungo e l’avrebbe meritata in pieno, ma non può giocarla a causa del grave infortunio subito nel corso dei quarti di finale contro il Belgio. Lesione del tendine d’Achille: un verdetto infausto, su una delle innumerevoli corse lungo la fascia sinistra del campo. Le lacrime, la barella che l’ha condotto fuori, gli esami strumentali: il verdetto è stato infausto, ma già dai minuti seguenti l’infortunio si era capito che sarebbe stata una cosa seria.

Gli Europei 2020 di Spinazzola sono finiti in quel momento: una tegola per l’Italia, perché il giocatore della Roma è stato votato per due volte migliore del match e perché il suo contributo l’hanno visto tutti. La notizia che Spinazzola abbia voluto viaggiare con la nazionale verso Wembley per la finale degli Europei 2020 è di ieri: abbiamo visto le immagini del calciatore che sale in aereo con la squadra, pochi giorni dopo il commosso saluto con cui Spinazzola si è congedato dal ritiro degli azzurri per rientrare a casa e seguire la semifinale contro la Spagna con la moglie Miriam Sette, i due figli e gli amici.

COME STA LEONARDO SPINAZZOLA DOPO L’INFORTUNIO?

Leonardo Spinazzola dunque è con l’Italia per la finale degli Europei 2020: giusto che sia presente per Italia Inghilterra, per festeggiare con i compagni un titolo che sarebbe assolutamente suo oppure, al contrario, per condividere con loro l’amarezza e la delusione per esserci arrivato ad un passo. Nel frattempo di lui ha parlato José Mourinho nel corso della presentazione come nuovo allenatore della Roma, lodandone la passione e la voglia di vivere: ecco, la domanda ora riguarda le condizioni di salute di Spinazzola e i suoi tempi di recupero. Che saranno inevitabilmente lunghi: l’operazione chirurgica è andata a gonfie vele ma adesso inizia la riabilitazione.

Il tendine d’Achille lesionato può guarire in un periodo di circa 3 mesi, ma contando che Spinazzola dovrà essere in grado di continuare a giocare come faceva prima bisogna allungare le stime (chiaramente) e parlare di 4-6 mesi prima di rivederlo in una partita. Dunque, il giocatore della Roma e dell’Italia potrebbe tornare in campo tra novembre e gennaio, magari già sul finire di ottobre qualora dovesse bruciare le tappe; la speranza ovviamente è che lo faccia nel migliore dei modi, non solo per la Roma e i suoi tifosi (Mourinho ne ha già parlato come di un importante acquisto invernale) ma anche per la nazionale, che avrà bisogno di lui negli impegni a venire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA