MICHELE MERLO OMAGGIO AMICI 21, COM’È MORTO/ Ballo su una sua canzone: commozione e…

- Silvana Palazzo

Michele Merlo, com’è morto. L’omaggio oggi ad Amici 21: tutti i ballerini professionisti hanno danzato sulle note di una sua canzone

michele merlo instagram 640x300
Michele Merlo (Foto: Instagram)

Era molto atteso l’omaggio a Michele Merlo, il giovane cantante scomparso a causa di una leucemia fulminante nei mesi scorsi e che era nato artisticamente proprio sul palcoscenico di Amici di Maria De Filippi. “Volevo partire da una fotografia che è di Mike Bird. La produzione e tutti gli autori abbiamo deciso insieme al corpo di ballo dei professionisti di ballare su una sua canzone”, ha spiegato Maria De Filippi.

Emozionante il ballo realizzato sulle note di una delle canzoni di Michele Merlo, mentre sullo sfondo passavano le immagini del giovane ex allievo deceduto all’improvviso lasciando un grande vuoto. Emozione e commozione non solo tra i ballerini ma anche nel pubblico in studio. L’applauso di Maria e di tutti i professori, tra cui Rudy Zerbi che non è riuscito a tenere alto lo sguardo, grande commozione anche per Lorella Cuccarini. “Grazie ragazzi”, si è limitata a dire Maria. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

L’OMAGGIO A MICHELE MERLO ALL’AVVIO DELLA STAGIONE DI AMICI 21

La nuova stagione di AmicI 21 riparte dal ricordo di Michele Merlo, il giovane cantante morto nel giugno scorso a causa di una leucemia fulminante. Dall’autopsia, disposta dalla Procura di Bologna, è emerso che il 28enne di Rosà (Vicenza), noto anche come Mike Bird, è morto per una grave emorragia cerebrale dovuta appunto alla leucemia fulminante. Dalle indiscrezioni è emerso che la leucemia diagnosticata all’ex concorrente di Amici e X Factor era quella promielocitica acuta, quindi poteva essere trattata, ma prima andava accertata e quindi diagnosticata per non diventare fatale. A dover fare chiarezza sulle criticità e le eventuali responsabilità è l’inchiesta, aperta con l’ipotesi di omicidio colposo dal procuratore capo Giuseppe Amato e dal sostituto Elena Caruso, rimasta per ora a carico di ignoti. Le criticità riguardano, infatti, eventuali negligenze mediche.

Michele Merlo già il 25 maggio si sarebbe rivolto ad uno studio medico integrato di Rosà e al pronto soccorso di Cittadella. In seguito all’aggravarsi delle sue condizioni, era stato trasportato all’Ospedale Maggiore di Bologna per essere sottoposto ad un’operazione per l’emorragia cerebrale che lo aveva colpito. Le sue condizioni però erano disperate, infatti è morto nella serata di domenica 6 giugno.

COM’È MORTO MICHELE MERLO: LE INDAGINI

Dopo la morte di Michele Merlo, i suoi genitori hanno sporto denuncia chiedendo le necessarie indagini per verificare se vi siano stati errori e omissioni precedenti al ricovero al Maggiore che abbiano determinato in maniera irreversibile la morte del ragazzo. Anche l’Azienda Usl di Bologna si è mossa effettuando un audit clinico organizzativo per ricostruire la vicenda del cantautore. Sono state ripercorse, dunque, le tappe: dall’accesso all’ospedale di Vergato nel pomeriggio del 2 giugno al soccorso in emergenza, passando per il ricovero nella Rianimazione dell’Ospedale Maggiore a partire dal 3 giugno.

L’audit è stato condotto alla luce dei documenti disponibili e delle testimonianze dei sanitari coinvolti. Sono emerse «alcune criticità sotto il profilo organizzativo rispetto all’ospedale di Vergato, ma non di particolare gravità», recita una nota della struttura sanitaria. D’altra parte si conferma «in tutti i momenti, l’adeguatezza dei processi clinici e assistenziali». Ma si attendono sviluppi dall’inchiesta della Procura di Bologna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA