NAPOLI QUALIFICATO AI SEDICESIMI/ Europa League: 1-1 e primo posto nel girone!

- Claudio Franceschini

Napoli qualificato ai sedicesimi di Europa League: il gol di Zielinski viene pareggiato da Willian José nel recupero, ma l’Az Alkmaar perde in casa del Rijeka e gli azzurri sono anche primi.

Mertens gol Napoli Az Alkmaar lapresse 2020 640x300
Video Roma Napoli (0-2): Mertens sbanca l'Olimpico (Foto LaPresse)

NAPOLI QUALIFICATO AI SEDICESIMI: PRIMO POSTO NEL GIRONE

Il Napoli è qualificato ai sedicesimi di Europa League, con tanto di primo posto nel gruppo F: missione compiuta per la squadra di Gennaro Gattuso, che aveva bisogno di non perdere al San Paolo contro la Real Sociedad e così ha fatto, difendendo con le unghie e con i denti il gol che Piotr Zielinski ha segnato al 35’ minuto. Al 92’ Willian José ha timbrato il pareggio: le cose non sono cambiate per il Napoli mentre per i baschi è stata una liberazione: in Croazia infatti l’Az Alkmaar stava pareggiando e con questa rete Imanol Alguacil ha agguantato la qualificazione. Che è diventata ancora più certa con la vittoria del Rijeka, che dopo aver fermato la stessa Real Sociedad ha frenato anche l’Az Alkmaar: gli olandesi sono eliminati, il Napoli vince il girone e vola ai sedicesimi di finale di Europa League in compagnia della formazione basca. Lunedì conoscerà il nome della sua prossima avversaria, intanto però l’Italia fa tre su tre in questa competizione e 6/7 in generale nelle coppe, solo l’Inter ha salutato l’Europa già a dicembre. (agg. di Claudio Franceschini)

AZZURRI AVANTI CON ZIELINSKI

Il Napoli si qualifica ai sedicesimi di Europa League se.. riuscirà a cristallizzare il risultato della sfida contro i baschi, così come è ora, al termine del primo tempo. Siamo all’intervallo della sfida tra Napoli e Real Sociedad del San Paolo e scontati i primi 45 minuti di gioco, ecco che gli azzurri sono avanti col risultato di 1-0, occorso con una magnifica rete di Zielinski al 35’. Il centrale polacco dunque per il momento sta firmando quello che il primo obbiettivo di Gennaro Gattuso, ovvero l’accesso alla prossima fase della Coppa, ma non dimentichiamo che mancano ancora 45 minuti, dove potrebbe succedere di tutto nel girone F. Qui infatti non scordiamo che pure vi sono AZ Alkmaar e Rijeka, ora impegnati, con gli olandesi primi indiziati alla conquista del secondo pass in palio per il gruppo: sempre che questi riescano a confermare il pari, che ora campeggia sul tabellone del risultato. In ogni caso siamo solo a metà delle partite e i giochi non sono stati ancora fatti. Pure, lo ricordiamo ancora una volta, al Napoli basterebbe non perdere contro la Real Sociedad per qualificarsi ai sedicesimi di finale: e non sarebbe affatto male per i campani passare anche il turno da primi dei girone. Chissà che cosa succederà! (agg Michela Colombo)

SI GIOCA!

Stiamo per scoprire se il Napoli si qualificherà ai sedicesimi di Europa League: la Real Sociedad, avversaria di questa sera, li aveva giocati due anni fa dopo un girone nel quale aveva lasciato per due volte la posta piena allo Zenit, senza però pagare dazio perché la terza in classifica, il Rosenborg, aveva timbrato appena 5 punti mentre i baschi si erano imposti due volte contro i norvegesi e in altrettante occasioni contro i macedoni del Vardar. Real Sociedad che era arrivata in totale fiducia al tabellone dei sedicesimi, ma non aveva fatto strada; curiosamente in quel torneo era arrivato anche il Napoli (eliminato dal girone di Champions League) che era subito uscito contro il Lipsia a causa della regola dei gol in trasferta. I baschi invece se l’erano vista con il Salisburgo, che avrebbe poi timbrato una bellissima semifinale sfiorando anche l’ultimo atto di Europa League: dopo il 2-2 dell’Anoeta, la società controllata dalla Red Bull si era imposta per 2-1 in casa e l’avventura biancoblu era terminata. Un anno prima l’ultima avventura dell’Az Alkmaar ai sedicesimi: anche qui girone passato al secondo posto dietro lo Zenit (e per un solo punto sul Maccabi Tel Aviv), eliminazione per mano del Lione in maniera umiliante, 1-4 in casa e addirittura 1-7 in Francia. Ora diamo subito la parola ai due campi coinvolti per l’ultima giornata nel gruppo F di Europa League, finalmente si gioca! (agg. di Claudio Franceschini)

SERVE UN PUNTO CONTRO LA REAL SOCIEDAD

Il Napoli può qualificarsi ai sedicesimi di Europa League, anzi ci è molto vicino: dopo aver sprecato il primo match point settimana scorsa, pareggiando contro l’Az Alkmaar, i partenopei ospitano la Real Sociedad e sono padroni del loro destino, questa volta sì, visto che partono dal primo posto nella classifica del gruppo F e hanno due punti di vantaggio sui baschi e gli olandesi. I calcoli sono semplici, tenendo anche conto del fatto che il Rijeka è già eliminato: al Napoli basterà non perdere al San Paolo, in questo modo sarà certo della qualificazione raggiungendo Milan e Roma, che hanno già archiviato la pratica. La squadra di Gennaro Gattuso, che sta particolarmente bene come ha dimostrato con i due poker su Roma e Crotone negli ultimi impegni di campionato, è anche vicina a blindare il primo posto nel girone: sarà suo con la vittoria, mentre in caso di pareggio o sconfitta dovrà sperare che l’Az Alkmaar non si prenda la posta piena in Croazia. Manca sempre meno alla partita, visto che si gioca alle ore 21:00 di giovedì 10 dicembre; vedremo allora quello che succederà in campo, e se arriverà il primo obiettivo stagionale per il Napoli.

IL CAMMINO DEL NAPOLI

Napoli dunque ad un passo dalla qualificazione ai sedicesimi di Europa League: in questo senso sono state determinanti le due vittorie fatte registrare a metà girone contro il Rijeka, ma anche il pareggio dell’AFAS Arena la scorsa settimana. Avesse perso quella partita, e ricordiamo che Ospina ha parato un rigore a Koopmeiners già sul risultato di 1-1, i partenopei oggi avrebbero avuto 9 punti contro i 10 degli olandesi e gli 8 della Real Sociedad. Avrebbero comunque dovuto pareggiare per qualificarsi, ma in caso di sconfitta sarebbero stati eliminati senza appelli mentre qui possono se non altro sperare nel Rijeka. Il girone si è giocato su equilibri sottili, e tante cose sarebbero potute cambiare: dopo il ko interno contro l’Az all’esordio, gli azzurri sono andati a vincere a San Sebastian e non era affatto scontato, ma poi è anche successo che la Real Sociedad abbia clamorosamente pareggiato in casa contro un Rijeka già eliminato, dovendo recuperare per due volte il risultato. Anche l’esito di quella partita chiaramente ha favorito gli azzurri: diciamo allora che il traguardo per Gattuso e i suoi ragazzi sarebbe quanto ci si attendeva a prescindere ma arriverebbe in un modo per nulla semplice, anzi con qualche episodio meno favorevole oggi potremmo raccontare un’altra storia. Non è così, e allora vedremo quello che succederà tra poco…



© RIPRODUZIONE RISERVATA