Pronostico Salisburgo Napoli/ Carratelli: sfida complicata e su Insigne…(esclusiva)

- int. Mimmo Carratelli

Pronostico Salisburgo Napoli: intervista esclusiva a Mimmo Carratelli, in vista del match del girone E della Champions league.

insigne 2018 lapresse
Pronostico Salisburgo Napoli - Lorenzo Insigne (La Presse)

Partita delicata stasera alle 21.00 tra Salisburgo e Napoli, valida per la terza giornata della fase a gironi di Champions League. La classifica del girone E infatti vede il Napoli in testa con 4 punti, e gli azzurri certo hanno voglia di fare bene in coppa dopo un avvio di stagione in Serie A non troppo soddisfacente: pure i tre punti vinti col Verona lo scorso fine settimana hanno però alzato l’umore in casa di Carlo Ancelotti. Di contro però ci saranno gli austriaci, secondi nel gruppo dopo il KO col Liverpool, e primi invece nel proprio campionato nazionale, ben decisi a fare bene stasera di fronte al pubblico di casa. Per presentare Salisburgo Napoli abbiamo sentito Mimmo Carratelli: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net.

Che partita sarà? Una partita complicata con un Salisburgo che già da anni gioca molto bene nelle coppe. In questa Champions ha vinto in casa 6 – 2 col Genk, ha perso 4 – 3 a Liverpool. Ci vorrà un ottimo Napoli in Austria per arrivare a un risultato positivo.

Che incontro si aspetta dal Salisburgo? Sarà un Salisburgo, molto carico, molto entusiasta, che avrà tra le sue file anche un centravanti molto valido e interessante, il norvegese Erling Haaland. Il vantaggio del Napoli sarà il fatto di aver già affrontato la formazione austriaca in Europa League e di conoscerla quindi. Fu un 3 – 0 al San Paolo e un 3 – 1 in Austria col gol di Milik all’inizio della partita che consentì praticamente al Napoli di qualificarsi.

Salisburgo quindi ad alto livello tecnico finora in Champions, un pericolo per il Napoli. Se il Napoli non giocherà bene sarà così. I bookmakers danno favorita la squadra di Ancelotti ma la partita non sarà per niente scontata. Il Salisburgo infatti ha comprato molti giocatori, si è molto rinforzato. Il calcio austriaco poi è migliorato e la Nazionale dovrebbe qualificarsi per gli Europei.

Napoli per vincere in Austria? Napoli per fare la sua partita, in un incontro determinante per la qualificazione. Il Liverpool dovrebbe arrivare primo e saranno Napoli e Salisburgo a giocarsi la seconda posizione valida per la qualificazione. Anche un pareggio poi potrebbe far comodo, ma ci sarà da soffrire anche al ritorno al San Paolo!

Ancelotti dovrà preparare al meglio la difesa per questo match? Credo che sia il reparto offensivo quello più forte, più che la difesa. Il problema è che spesso il Napoli non riesce a gestire i suoi incontri.

Milik al centro dell’attacco? Considerato il suo stato di forma penso proprio che debba giocare lui in Austria.

Come ha visto invece il Napoli contro l’Hellas Verona? Non bene perchè è stata la squadra di Juric a fare la partita. Meret è stato decisivo con le sue parate. Ci vorrà un Napoli migliore, più concentrato, che giochi meglio a Salisburgo.

Eppure questa squadra aveva battuto anche il Liverpool… Era un Liverpool però che non stava passando un buon periodo di forma, per un Napoli che anche in campionato ha anche meno punti della scorsa stagione. Ancelotti continua a credere nello scudetto, ma sinceramente non mi sembra una cosa molto possibile.

Cosa ci vorrà perchè lo scudetto arrivi a Napoli? Bisognerà che De Laurentiis compri due fuoriclasse ma non mi sembra una cosa possibile per il bilancio del Napoli. Ferlaino comprò grandi giocatori, comprò Maradona, arrivarono due scudetti e la Coppa Uefa poi però il bilancio del Napoli ebbe grosse perdite e il Napoli fallì.

Uno scudetto che però i tifosi del Napoli vogliono… Magari arrivasse, sarebbe una grande gioia per una città che fa fatica in tante cose. Una cosa che darebbe tanta tanta felicità.

Intanto si parla di un addio di Ancelotti a fine stagione… Più che altro potrebbe chiedere di ridurre di un anno la sua permanenza a Napoli, di ridiscutere il suo contratto in questo modo.

E il caso Insigne, cosa ne pensa di tutto questo? Insigne vorrebbe essere più osannato dai tifosi, ma non è così. Quest’estate era stato preso Lozano e si voleva lasciare partire lui. Lui è di Napoli, della periferia di Napoli, vorrebbe che tutto questo gli fosse riconosciuto di più. Invece il presidente De Laurentiis l’altro giorno ha fatto quella sparata contro lui, Mertens, Callejon. Non ne poteva più probabilmente, ma queste cose si risolvono nello spogliatoio!

Come stanno le cose veramente? Ancelotti si è messo col presidente, la squadra si è sentita sola. La squadra sembra aver perso un po d’entusiasmo. A questo punto però bisogna pensare solo alla partita col Salisburgo che non si presenta sicuramente facile. Bisogna tornare da questa trasferta con un risultato positivo!

Il suo pronostico si Salisburgo Napoli. Credo che poi alla fine possa venire fuori un pareggio in un incontro molto combattuto un 1 – 1, un 2 – 2.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA