BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 29 GIUGNO/ Min. Salute: +6 morti, 126 nuovi contagiati

- Davide Giancristofaro Alberti

Nuovo bollettino sull’epidemia di coronavirus in Italia con gli ultimi aggiornamenti da Ministero della Salute e Protezione Civile: +6 morti, 126 nuovi contagi

bollettino coronavirus protezione civile
Protezione Civile, Angelo Borrelli (LaPresse, 2020)

Dopo la giornata certamente non positiva di ieri, tornano confortanti i numeri del bollettino Covid Italia di oggi 29 giugno emanati come sempre dal Ministero della Salute in collaborazione con la Protezione Civile: +6 i morti registrati nelle ultime 24 ore (solo 1 in Lombardia) e 126 i nuovi contagiati positivi al tampone coronavirus (sui 27.218 effettuati tra domenica e lunedì). Da inizio pandemia sono 240.436 le persone rimaste colpite dalla pandemia, ma attualmente malati positivi sono “solo” 16.496 (decremento di 185 unità in 24 ore): le 6 vittime fanno alzare il conteggio totale dei decessi fino al numero drammatico di 34.744, ma migliorano tutti gli altri dati nel bollettino del 29 giugno. I guariti crescono di 305 unità e raggiungono quota 189.196 da inizio epidemia, 2 persone in meno ricoverate in terapia intensiva (96 in tutte le Regioni) e solo 1,120 ricoverati negli altri reparti Covid, davvero un numero in netto ribasso rispetto alla fase più acuta del coronavirus in Italia. Dei nuovi casi, 79 arrivano dalla Lombardia, 16 dall’Emilia Romagna, 7 dalla Liguria, 9 dal Lazio, 3 dal Veneto, 2 dal Piemonte e 5 dalla Toscana: sono invece 9 le Regioni senza alcun contagio nelle ultime 24 ore.

I DATI DI IERI

Verrà emesso come di consueto poco dopo le ore 18:00 il nuovo bollettino della Protezione Civile sull’epidemia di coronavirus. Fra qualche ora scopriremo quindi tutti i numeri aggiornati riguardanti vittime, infetti, guariti e pazienti covid, nell’attesa, andiamo a dare una breve ripassata ai dati di ieri, domenica 28 giugno. In Italia i casi sono saliti a quota 240.310 da quando è scoppiata l’emergenza, con un incremento di 174 nuovi positivi. Salgono invece di 307 unità i guariti, totale 188.891, mentre nelle ultime 24 ore si sono verificati 22 morti (34.738 dallo scorso 21 febbraio). Al momento troviamo in Italia 16.681 casi attivi di covid, un dato in decrescita di 155 persone, e di questi ben 15.423 si trovano in isolamento domiciliare, mentre 1.160 sono ricoverati nelle varie strutture ospedaliere della nazione. Bene i pazienti in terapia intensiva, ad oggi solamente 98, mentre il numero di tamponi è salito di 37.346 unità, per un totale di 5.314.619.

PROTEZIONE CIVILE, BOLLETTINO CORONAVIRUS, LOPALCO “NON ABBASSIAMO LA GUARDIA”

Nonostante i dati siano decisamente positivi, l’epidemiologo a capo della taskforce della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco, ha invitato la popolazione a non abbassare la guardia: «La circolazione del virus è bassa – le sue parole rilasciate a Il Messaggero – ma non assente e dunque non possiamo far finta che la pandemia sia finita». Il luminare ha aggiunto: «In questi giorni la possibilità che nei gruppi vi siano soggetti positivi è bassa, e questo crea l’illusione che gli assembramenti non siano in grado di generare un’epidemia. È un cane che si morde la coda: la bassa circolazione virale porta a sottovalutare il rischio, che invece esiste, e ad allentare le misure di precauzione, ma così facendo si continua a far circolare il virus. E invece su questo bisogna insistere nella comunicazione: le misure di distanziamento sono precauzionali e vanno mantenute per prevenire la circolazione virale e quindi evitare che ripartano i contagi. È complicato da comunicare, ma dobbiamo sforzarci di farlo».

PROTEZIONE CIVILE, BOLLETTINO CORONAVIRUS 28 GIUGNO



© RIPRODUZIONE RISERVATA