ROMA QUALIFICATA AI SEDICESIMI/ Europa League: brivido finale, è seconda nel girone

- Claudio Franceschini

Roma qualificata ai sedicesimi di Europa League: incredibile finale di gruppo J con i giallorossi che pareggiano e rischiano di uscire, alla fine sono secondi con il Basaksehir in testa.

probabili formazioni parma roma
Pronostico Genoa Roma (Foto LaPresse)

Incredibile finale nel gruppo J: la Roma è qualificata ai sedicesimi di Europa League ma soffre le pene dell’inferno, arrivando a giocarsi il recupero con il rischio di subire una rete che l’avrebbe eliminata. Il Wolfsberger infatti ha pareggiato a metà del secondo tempo, con Weissman; i giallorossi hanno iniziato a preoccuparsi di come potessero andare le cose al Borussia Park, dove fortunatamente il vantaggio dell’Istanbul Basaksehir è arrivato solo nel recupero con il solito Crivelli. La Roma non ha nemmeno avuto il tempo di spaventarsi e cedere psicologicamente: con un gol sarebbe uscita dall’Europa League ma non ha mai rischiato in questo breve lasso di tempo, anzi Dzeko ha sfiorato il terzo gol chiamando il portiere avversario ad un miracolo. Finisce però con i giallorossi secondi nel girone, in maniera beffarda: a guidare il gruppo J e vincerlo è l’Istanbul Basaksehir, che la Roma ha battuto 7-0 nel conto complessivo del doppio confronto. Il Borussia Monchengladbach, che era diventato maestro nel fare punti nel recupero, viene ripagato con la sua stessa moneta e viene eliminato. Lunedì dunque la Roma conoscerà la sua avversaria, ma purtroppo nel sorteggio di Nyon non sarà una delle teste di serie. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO ALL’OLIMPICO

Al termine del primo tempo la Roma è qualificata ai sedicesimi di Europa League: i giallorossi stanno battendo il Wolfsberger per 2-1, è successo tutto nei primi 19 minuti. Prima il rigore di Diego Perotti a sbloccare la partita dello stadio Olimpico; poi il pareggio degli austriaci arrivato grazie all’autorete di Alessandro Florenzi, e infine il gol di Edin Dzeko che ha riportato in vantaggio la squadra di Paulo Fonseca. Un risultato che proietta la Roma ai sedicesimi di finale, perché come abbiamo più volte detto ai giallorossi basta anche il pareggio; non solo, con il punteggio che sta maturando al Borussia Park, dove Monchengladbach e Istanbul Basaksehir stanno pareggiando 1-1, la Roma in questo momento è prima nel girone con 11 punti contro i 9 della squadra tedesca, che subendo un gol sarebbe addirittura eliminata. Dunque, nell’urna di Nyon per il sorteggio di lunedì i capitolini potrebbero entrare come testa di serie: mancano 45 minuti per centrare questo obiettivo, vedremo come andranno le cose nei due secondi tempi del girone J di Europa League. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PRECEDENTE STORICO

Siamo pronti a scoprire se la Roma si qualificherà ai sedicesimi di Europa League: giova ricordare che l’ultima volta in cui i giallorossi si erano qualificati “direttamente” ai gironi di questo torneo, cioè senza passare da un playoff di Champions League perso, era stata 10 anni fa. La stagione l’aveva iniziata Luciano Spalletti, che però era stato esonerato dopo aver perso le prime due partite di Serie A: dunque Claudio Ranieri, che a maggio avrebbe sfiorato un incredibile scudetto, aveva potuto aprire questo girone europeo e aveva perso 2-0 a Basilea. Le cose però erano migliorate, perchè la sua squadra aveva ottenuto 13 punti nelle altre cinque gare mettendo in fila il Fulham, i renani e il Cska Sofia. Ai sedicesimi la Roma aveva pescato il Panathinaikos nel sorteggio: incrocio abbordabile e anche il 2-3 di Atene lasciava ampi spiragli per proseguire la corsa, ma i verdi erano andati a centrare lo stesso risultato all’Olimpico e così la corsa si era conclusa. Adesso vedremo se questa versione 2019-2020 della Roma si qualificherà ai sedicesimi di Europa League… (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA SI QUALIFICA SE… I NUMERI DEL GIRONE J

Stiamo per scoprire se la Roma si qualificherà ai sedicesimi di Europa League, e intanto possiamo fare un’analisi su quelli che sono i numeri di questo gruppo J. Un girone che si è rivelato più equilibrato del previsto, tanto che in ogni caso la prima in classifica non potrà chiudere con più di 11 punti; la Roma curiosamente è la squadra con il miglior attacco e la migliore difesa ma si deve ancora qualificare. I giallorossi hanno segnato il doppio di ogni altra avversaria: Borussia Monchengladbach, Istanbul Basaksehir e Wolfsberger hanno tutte 5 reti all’attivo contro le 10 della banda di Paulo Fonseca, che ne ha anche subite 4; la seconda migliore difesa è quella del Wolfsberger (6) che è fanalino di coda. Tutte tranne gli austriaci hanno vinto due partite; per il momento a fare la differenza a favore dei giallorossi è il fatto che l’Istanbul Basaksehir abbia perso entrambe le partite contro i capitolini. Sarebbe bastato un pareggio interno per avere una situazione decisamente diversa, anche se poi la sfida diretta tra i turchi e il Borussia Monchengladbach che si gioca tra poco avrebbe comunque favorito i giallorossi. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ULTIMA VOLTA

Per trovare l’ultima volta in cui la Roma si è giocata la qualificazione ai sedicesimi di Europa League dobbiamo tornare al 2016: a dire il vero quell’anno i giallorossi sarebbero stati in Champions, ma avevano perso il playoff contro il Porto e di conseguenza erano scesi a giocarsi la prima fase dell’altra coppa. Luciano Spalletti era tornato al timone della squadra già nel finale della stagione precedente, sostituendo Rudi Garcia; la sua squadra stata inserita nel gruppo E che era decisamente abbordabile. Tuttavia i giallorossi avevano pareggiato due delle prime tre partite, contro Viktoria Plzen e Austria Vienna, mentre avevano battuto l’Astra Giurgiu: avevano dunque 5 punti al termine delle sfide di andata, gli stessi di questa edizione che si sta giocando. A fare la differenza erano stati i due successi contro austriaci e cechi, sempre segnando quattro gol: già con una giornata di anticipo i giallorossi si erano presi la qualificazione e il primo posto nel girone, chiudendo con uno 0-0 in Romania e arrivando ai sedicesimi dove Spalletti aveva fatto fuori il Villarreal, prima di essere eliminato in maniera beffarda dal Lione. (agg. di Claudio Franceschini)

I RISULTATI PER LA ROMA: SI POTREBBE ANCHE PERDERE

La Roma si qualifica ai sedicesimi di Europa League… nel 90% dei casi, potremmo metterla così: è davvero ad un passo il superamento del gruppo J, che si era complicato non poco dopo la doppia partita contro il Borussia Monchengladbach ma è tornato ad essere un discorso quasi formale. Non esattamente così, perchè la sfida interna al Wolfsberger è comunque da superare e va giocata, e nel calcio può letteralmente succedere di tutto; però, visto che stiamo parlando di ipotesi, a oggi è davvero lecito pensare che solo la Roma possa perdere questa qualificazione ai sedicesimi, e che Paulo Fonseca sia ad un passo dal traguardo. Dopo la quinta giornata, che ha visto i giallorossi demolire il Basaksehir a Istanbul e il Gladbach vincere in Austria, la classifica del girone dice che la Roma ha 8 punti esattamente come la formazione tedesca, che però è virtualmente al comando per il vantaggio nella doppia sfida diretta; a quota 7 punti troviamo l’Istanbul Basaksehir, fanalino di coda il Wolfsberger che era partito benissimo ma poi, come del resto ci si aspettava, è crollato. Quali sono dunque i risultati utili alla Roma per qualificarsi ai sedicesimi di Europa League? Andiamo subito ad analizzare la situazione nei dettagli.

ROMA SI QUALIFICA AI SEDICESIMI DI EUROPA LEAGUE SE… I RISULTATI UTILI

Dunque, per qualificarsi ai sedicesimi di Europa League la Roma ha bisogno di un pareggio: se anche arrivasse un punto nella partita contro il Wolfsberger, almeno una tra Borussia Monchengladbach e Basaksehir resterebbe dietro. Con la vittoria tedesca o il pareggio sarebbero i turchi a finire terzi nel girone (in virtù del fatto che i giallorossi li hanno battuti due volte, segnando 7 gol senza subirne); se invece fosse la formazione di Istanbul a prendersi i tre punti, la Roma con il punto salirebbe a 9 lasciandosi dietro il Borussia, cui a quel punto non basterebbero i gol segnati a ripetizione nei minuti di recupero. Da questo scenario si evince facilmente il fatto che la squadra di Paulo Fonseca potrebbe essere eliminata solo perdendo all’Olimpico, ma anche in questo caso bisognerebbe che si verifichi qualcos’altro: vale a dire, solo una vittoria da parte del Basaksehir che opererebbe il sorpasso ai danni dei capitolini, mentre il Monchengladbach per il doppio confronto sarebbe già davanti. Oltre due risultati a disposizione: confermiamo quanto già detto, solo la Roma può perdere questa qualificazione ai sedicesimi di Europa League.

© RIPRODUZIONE RISERVATA