BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ 2. Se il vero nemico del Pdl fosse lo spirito del ’94?

Dopo il risultato elettorale, sembra che Berlusconi possa reagire solo facendo un passo indietro per tornare allo "spirito del '94": ma è la soluzione o la causa della crisi? UGO FINETTI

Riuscirà il Pdl a reagire? (Imagoeconomica)Riuscirà il Pdl a reagire? (Imagoeconomica)

È in grado il Pdl di reagire oppure si sta incaprettando? Anche dai resoconti dell’assemblea svoltasi al Capranica di Roma emerge una certa reticenza di fronte a errori di natura politica. In conclusione il risultato elettorale negativo sarebbe ormai solo un incidente di percorso dovuto a fenomeni contingenti (soprattutto colpa dei candidati locali) e comunque la soluzione è quella di un Berlusconi che faccia un passo avanti tornando indietro allo spirito originario del 1994. Ma questo “spirito del ‘94” è la soluzione o la causa della crisi?

Perché a Milano si registrata una sconfitta così netta e del tutto inattesa? Pisapia sin da quando aveva vinto le primarie era considerato un candidato già battuto in partenza in seno allo stesso centro-sinistra. È proprio dall’interno del fronte antiberlusconiano che - sponsor Massimo Cacciari - nacque infatti l’idea di candidare piuttosto l’ex sindaco Gabriele Albertini, bloccata solo dopo un intervento da Roma dello stesso Bersani.

Il risultato del 15 maggio - il sindaco del Pdl al ballottaggio nettamente dietro a Pisapia - ha sorpreso gli stessi vincitori. Quindi si è verificato qualcosa di serio, tanto che Milano da roccaforte del centro-destra è diventata laboratorio della sconfitta nazionale.

A Milano le ragioni della sconfitta sono prevalentemente due: caduta del “carisma” di Berlusconi e spostamento a destra del Pdl con lo spintonamento dell’elettorato ex democristiano ed ex socialista in parte a sinistra oppure nell’astensionismo.

La crisi di “carisma” di Berlusconi certamente non si risolve con la sua sostituzione in quanto il Pdl è Berlusconi e l’alternativa sarebbe una sua implosione. Ma il problema del minor “carisma” esiste e ha due aspetti: il primo riguarda uno “stile di vita” imprudente e impopolare di cui sbarazzarsi; il secondo - più serio sul piano elettorale - riguarda una disordinata e non convincente replica agli attacchi giudiziari.