AUTORI / Sussi Dario

Sussidario ha un problema: è vecchio. Questa è però anche la sua fortuna, perché ha visto molto e ha quindi molto da raccontare, e da condividere. Soprattutto quella maltrattata cosa che si chiama esperienza, maltrattata perché considerata cosa propria e invece è data, da quelli che incontri, a partire dai genitori e da quella cosa altrettanto maltrattata che è la famiglia, giù lungo tutto il percorso difficile ma bello, irrinunciabile della vita. Ecco perché Sussidario pensa di poter rispondere alle vostre domande, senza superbia, forse con qualche prolissità tipica dei vecchi, e magari rilanciandovi domande. A proposito, vi sarete chiesti perché manca una i: la i mancante sono appunto le vostre domande, dopodiché faremo, insieme, di nuovo Sussidiario.Sussidario has a problem: he is old. This is also his strength, though, because he has seen a lot and has a lot to tell and to share. He has a lot of that much-abused thing called experience, abused because it is considered one’s own when instead it is given, from those you meet, from your parents, all the way down to the difficult but beautiful and essential path of life. That is why Sussidario thinks he can answer your questions, without pride, perhaps with some of the verbiage typical of old, and perhaps raising further questions. By the way, if you are wondering why his name is missing an i, it is the i of your question that will complete the Sussidiario.

TUTTI GLI ARTICOLI

Scuola e società hanno bisogno di testimoni

Istruire ed educare sono compiti che nè la scuola nè gli insegnanti possono assumersi in via esclusiva come competenza squisitamente professionale. Una lettrice si chiede come è possibile mettere in gioco "la persona" come insegnante, dirigente scolastico, genitore nel difficile compito di educare i giovani?

Appartenenti non solo ad uno Stato, ma ad un popolo

Sui problemi che coinvolgono la coesistenza civile di tutta la società e, infine, la stessa identità nazionale, come il fatto di concedere il voto amministrativo agli immigrati, sarebbe bene che vi fosse una discussione comune tra le varie parti politiche, senza strumentali e pericolosi calcoli elettorali

Eliminiamo la scuola!

Si dice che la scuola italiana «non ha un'anima»: il vero problema è che si fa coincidere "scuola pubblica" con "statale".  Solo mettendo al centro della questione educativa la famiglia si realizza un sistema davvero democratico e al servizio del cittadino

GLI ARCHIVI DELL'AUTORE