INTERVISTATI / Paolo Cirino Pomicino

Paolo Cirino Pomicino, nato a Napoli nel 1939 si è laureato in medicina e chirurgia e specializzato in malattie nervose e mentali. Uomo politico della Dc, è stato consigliere e assessore del Comune di Napoli, deputato alla Camera dal 1976 al 1994, ministro della Funzione pubblica dal 1988 al 1989 e ministro del Bilancio dal 1989-1992. Dopo essere stato eletto alle elezioni europee del 2004 nell’Udeur ed essere espulso dal partito, aderisce alla Dc per le Autonomie, nata nel 2005 su iniziativa di Gianfranco Rotondi. Alle elezioni politiche italiane del 2006 viene eletto alla Camera dei deputati nella lista Dc-Nuovo Psi, di cui assume la presidenza del gruppo parlamentare. Nel 2008 non viene ricandidato al Parlamento nazionale. Successivamente viene nominato dal ministro Gianfranco Rotondi al comitato per il Controllo strategico della Pubblica amministrazione. Collabora con Il Giornale con lo pseudonimo di Geronimo. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

MERCATI/ Cirino Pomicino: spetta alla politica guidare la finanza oltre la crisi. Lo Stato? Sì all’intervento, con regole certe

In questi 15 anni in tutto il mondo si è creata una subalternità della politica agli interessi finanziari, che si sono globalizzati mentre la politica è rimasta all’interno del perimetro nazionale. Subendo l’intimidazione di quel mondo economico finanziario di cui la fase attuale segna la crisi. L’opinione dell’ex ministro del Bilancio ed editorialista de Il Giornale