Diretta / Rapid Vienna Inter (risultato finale 0-1): decide un rigore di Lautaro!

- Claudio Franceschini

Diretta Rapid Vienna Inter, risultato finale 0-1: i nerazzurri battono gli austriaci nell’andata dei sedicesimi di Europa League, decide il rigore messo a segno da Lautaro Martinez.

Lautaro Martinez Argentina
Video Venezuela Argentina: Lautaro Martinez (LaPresse)

DIRETTA RAPID VIENNA INTER (RISULTATO FINALE 0-1)

Rapid Vienna Inter 0-1: all’Allianz Stadion decide il rigore messo a segno da Lautaro Martinez dopo 39 minuti. Il Toro risolve così l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League, e fa sorridere i nerazzurri che arrivavano da ore pesanti legate al caso Icardi. Proprio il suo sostituto è riuscito a incidere nuovamente, come aveva già fatto a Parma: nel secondo tempo l’Inter ha sostanzialmente controllato la situazione, avendo una bella occasione con Vecino (descritta in precedenza) e poi con Nainggolan, a seguito di un bello schema che ha liberato il tiro volante del Ninja bloccato però da Schrebinger senza troppi problemi. Alla fine anche il neo capitano Handanovic è risultato determinante: la sua parata su Knassmullner nel momento migliore del Rapid Vienna ha evitato di subire un gol che avrebbe in qualche modo potuto pesare sulla doppia sfida. Tra una settimana invece l’Inter ospiterà gli austriaci a San Siro potendo permettersi di pareggiare con qualunque risultato, mentre la sconfitta (eccetto quella per 0-1, che porterebbe ai tempi supplementari) sancirebbe inevitabilmente l’eliminazione dall’Europa League, ma questo Rapid è parso veramente inferiore alla banda di Luciano Spalletti. (agg. di Claudio Franceschini)

RAPID VIENNA INTER (RISULTATO 0-1): VECINO SPRECA

Rapid Vienna Inter 0-1: il secondo tempo della partita di Europa League continua sulla stessa falsariga di quanto si era visto nei 45 minuti precedenti. L’Inter fa la partita, il Rapid Vienna sta a guardare e non riesce a contenere le avanzate della squadra nerazzurra, che naturalmente va alla ricerca del raddoppio. Già al termine della prima frazione Lautaro Martinez aveva avuto un’ottima occasione per segnare la seconda rete, mancandola; adesso chiaramente l’Inter spinge sull’acceleratore, con la fiducia data dal fatto di avere comunque sbloccato la gara e realizzato quel gol in trasferta che, secondo le regole UEFA, vale doppio. All’ora di gioco ottimo inserimento di Matias Vecino con la specialità della casa, il colpo di testa: uscita pessima da parte di Schrebinger ma l’uruguaiano ha mandato fuori il pallone, occasione d’oro per i nerazzurri che con il passare dei minuti stanno diventando sempre più concreti, ma ancora non riescono a segnare il secondo gol che significherebbe totale tranquillità anche in vista della partita di ritorno, che già così sembra essere piuttosto indirizzata. Attenzione però, perché dopo il colpo di testa di Vecino il Rapid Vienna ha alzato il baricentro avendo qualche buon minuto di spinta: staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Rapid Vienna Inter sarà riservata ai soli possessori di un abbonamento alla televisione satellitare: i canali cui rivolgersi sono Sky Sport Uno (201) e Sky Sport 252, con la possibilità di acquistare il singolo evento (codice 419744) ma anche di seguire la partita di Europa League in diretta streaming video, attraverso la consueta applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi e può essere attivata su dispositivi mobili come PC, tablet o smartpho

RAPID VIENNA INTER (RISULTATO 0-1): GOL DI LAUTARO

Rapid Vienna Inter 0-1: alla fine è arrivato il tanto atteso gol dei nerazzurri, messo a segno da Lautaro Martinez su calcio di rigore. Proprio il Toro si è procurato la massima punizione, riuscendo in maniera molto scaltra a togliere palla alla difesa e riuscire a subire il fallo; al 39’ minuto Lautaro ha calciato centralmente scegliendo la soluzione di potenza e segnando la rete del vantaggio. Dunque proprio il giocatore più atteso, che ha preso il posto di Mauro Icardi non convocato per l’andata dei sedicesimi di finale, realizza un gol che è fondamentale per il doppio confronto; come abbiamo detto si tratta di un vantaggio meritato da parte dell’Inter, che ha dominato tutto il primo tempo senza dare al Rapid Vienna una singola possibilità di mettere paura ad Handanovic. C’è tutta una ripresa da giocare, ma la sensazione è che adesso i nerazzurri possano avere ancora più spazi perchè gli austriaci si dovranno inevitabilmente scoprire alla ricerca del pareggio; vedremo tra pochi minuti se effettivamente sarà così, e in che modo terminerà questa partita dell’Allianz Stadion per l’andata dei sedicesimi di Europa League! (agg. di Claudio Franceschini)ne.

RAPID VIENNA INTER (RISULTATO 0-0): CI PROVA PERISIC

Rapid Vienna Inter 0-0: partita già vivace quella dell’Allianz Stadion nella capitale austriaca, anche se i nerazzurri non riescono ancora a passare pur essendo sostanzialmente padroni del campo. La prima occasione capita sui piedi di Politano: l’esterno si accentra dalla destra con la sua solita azione ma stringe troppo il mancino che si perde alla sinistra della porta del Rapid Vienna. Naturalmente la partita la fa l’Inter, che arriva abbastanza facilmente ai 20 metri avversari; qui la difesa austriaca riesce a chiudere le maglie centrali senza lasciare sbocchi agli uomini di Luciano Spalletti. Dopo 8 minuti Nainggolan viene pescato in area di rigore, ma manca il momento propizio e a causa di un controllo non eccezionale non riesce a concludere. Al 15’ l’Inter ha la possibilità di battere una punizione dal limite dell’area: va Perisic con il mancino ma la palla non scende a sufficienza e si perde sul fondo. Per adesso il Rapid Vienna è davvero poca cosa ma, spinto dal pubblico di casa, sta se non altro contenendo in maniera ordinata; la partita potrebbe cambiare con un gol da parte dell’Inter, ma bisognerà chiaramente vedere se le cose andranno in questo modo. (agg. di Claudio Franceschini)

RAPID VIENNA INTER (RISULTATO 0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Andiamo ad analizzare la diretta di Rapid Vienna Inter con le statistiche. Gli austriaci hanno lottato molto per essere a questo punto dell’Europa League, arrivati secondi nel Gruppo G ma a pari punti con il Villarreal primo. In 6 partite sono arrivate 3 vittorie, 1 pari e 2 ko. L’attacco fino a questo momento ha reso al di sotto delle aspettative con appena 6 reti segnate, 1 a partita di media. La difesa poi è uno dei punti deboli della squadra di Dietmar Kuhbauer. L’Inter di Luciano Spalletti invece è stata retrocessa dalla Champions League, sfiorando la qualificazione agli ottavi di finale della stessa e facendo una bella figura al ritorno in quella competizione dopo sei anni di assenza. Nel Gruppo B hanno avuto la meglio Barcellona e Tottenham anche se i nerazzurri hanno fatto gli stessi punti degli Spurs. In 6 partite sono arrivate 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. L’attacco è stato un po’ il tallone d’Achille con un Mauro Icardi a volte un po’ timido, il reparto ha segnato appena 6 gol, mentre la difesa ne ha incassati ben 7. Ora però dobbiamo leggere insieme le formazioni ufficiali, perchè finalmente Rapid Vienna Inter comincia! RAPID VIENNA (4-2-3-1): Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Bolingoli-Mbombo; Grahovac, Ljubicic; Thurnwald, Schwab, Ivan; Ve. Berisha. Allenatore: Dietmar Kuhbauer INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cédric Soares, De Vrij, Miranda, Asamoah; Vecino, Borja Valero; Politano, Nainggolan, Perisic; L. Martinez. Allenatore: Luciano Spalletti (agg. di Matteo Fantozzi)

KUHBAUER CONTRO SPALLETTI

Per la diretta di Rapid Vienna Inter andiamo ora a mettere sotto alla lente di ingrandimento pure i due allenatori, protagonisti di questo match dell’Europa League. A fare gli onori di casa sarà ovviamente Dietmar Kuhbauer, allenatore della squadra austriaca dal primo ottobre del 2018. Il tecnico ex St Polten, ha quindi collezionato una media punti di 1,40 nelle appena 15 presenze sulla panchina del club oggi padrone di casa. Altro genere di numeri li ha raccolti invece Spalletti, che se non altro siede alla panchina dell’Inter da più tempo, nel confronto. L’allenatore di Certaldo, arrivato alla panchina nerazzurra nel giugno del 2017 a oggi ha collezionato una media punti di 1,82 a incontro, per le sue attuali 71 presenze registrate alla vigilia di questo scontro diretto. (agg Michela Colombo)

I BOMBER

Manca poco al via della diretta tra Rapid Vienna e Inter e vogliamo ora controllare da vicino chi potrebbero essere i protagonisti annunciati di questo match per gli ottavi di finale di Europa league. Controllando quindi chi sono i principali bomber del Rapid Vienna vediamo che il punto di riferimento Knasmullner con 7 reti finora firmate: la difesa dell’Inter però dovrà fare attenzione anche a Alar, Murg e Sonnleitner che a testa hanno messo a tabella ben 5 reti in questa prima parte di stagione. Per l’Inter di Mister Spalletti, il re del gol rimarrebbe Mauro Icardi che complessivamente ha segnato 15 gol in stagione, anche se ora sta vivendo un lungo momento di digiuno e da ieri è al centro del clamoroso caso di cui già tanto si è detto. Dietro al bomber argentino ecco dunque il suo vice Lautaro Martinez con 6 gol complessivi, oggi al centro dell’attacco: terzo gradino del podio per Keita con 5 gol finora messi a segno, ma anche il senegalese non è a Vienna. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

La sfida tra Rapid Vienna e Inter sarà diretta, come detto prima, dal tedesco Tobias Stieler: in campo per l’Europa league il direttore di gara verrà accompagnato dai due assistenti Pickel e Gittelmann, mentre toccherà a Borsch fare il quarto uomo. Volendo conoscere meglio lo stesso fischiettio di Amburgo prima di dare la parola al campo, vediamo subito che in stagione Stieler ha messo a tabella già 21 presenze in campo, di cui una sola nella fase finale dell’Europa league, in occasione della sfida tra Genk e Besiktas (dove sono state tre le ammonizioni comminate). Va poi aggiunto che nella sua carriera il direttore di gara tedesco non ha mai incontrato il Rapid Vienna o diretto l’Inter: possiamo però aggiungere che lo stesso Stieler ha però collezionato 6 precedenti con formazioni italiane, tra nazionale, Roma e Juventus. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Rapid Vienna Inter sarà diretta dall’arbitro tedesco Tobias Stieler: squadre in campo alle ore 18:55 di giovedì 14 febbraio per l’andata dei sedicesimi di Europa League 2018-2019. I nerazzurri speravano di non trovarsi qui: a settembre erano tornati a giocare un girone di Champions League dopo sei anni ma, pur essendo partiti con due vittorie, hanno incredibilmente mancato la qualificazione pareggiando la partita decisiva contro il Psv (a San Siro), beffa acuita dal fatto che il Tottenham non sia andato oltre il pari a Barcellona. Adesso bisognerà valutare quanto l’Europa League sia una priorità per Luciano Spalletti e la società, ma la sensazione è che provare ad arrivare in fondo possa essere utile per non far pesare l’intero fardello di tornare in Champions League sul quarto posto in campionato, visto che le avversarie dirette si sono messe a correre e l’Inter ha avuto un periodo complicato all’inizio del 2019. Il Rapid Vienna è un avversario da non sottovalutare ma certamente inferiore ai nerazzurri; non gioca da metà dicembre e la sua ultima partita l’ha visto perdere 6-1 nel sentitissimo derby contro l’Austria Vienna, risultato che ha fatto precipitare i biancoverdi in ottava posizione. Ci sono insomma tutte le premesse per una doppia sfida abbordabile ma intanto, mentre aspettiamo che la diretta di Rapid Vienna Inter prenda il via, possiamo valutare le scelte dei due allenatori che tra poche ore si sfideranno sul terreno di gioco dell’Allianz Stadion.

PROBABILI FORMAZIONI RAPID VIENNA INTER

Per Rapid Vienna Inter, Dietmar Kuhbauer dovrebbe affidarsi al consueto 4-2-3-1 e anche gli uomini in campo non dovrebbero essere troppo diversi dalle scelte di campionato: a gennaio sono arrivati Grahovac e Badji che possono rappresentare due modifiche, il primo in mediana al fianco di capitan Schwab e il secondo come punta centrale di riferimento. Veton Berisha potrebbe poi prendere il posto di Murg sull’esterno, affiancando il trequartista Knassmullner e confermando Schobesberger come laterale a sinistra; in difesa invece ci aspettiamo i soliti quattro, ovvero Dibon e Barac centrali con Muldur e Potzmann schierati da terzini, il portiere dovrebbe essere Strebinger. Più dubbi per Spalletti, che ha Skrinar e Brozovic squalificati e ha lasciato fuori dalla lista UEFA Gagliardini e Joao Mario: se in difesa Ranocchia e Miranda appaiono favoriti su De Vrij, a centrocampo si preparano Vecino e Borja Valero ma Nainggolan potrebbe fare un passo indietro. Cédric Soares e Asamoah saranno i terzini con Handanovic in porta, poi Candreva e Keita Baldé appaiono favoriti per occupare le corsie offensive, ma la posizione di Nainggolan potrebbe anche liberare uno spazio centrale che l’ex Lazio potrebbe andare a coprire, e potrebbe anche essere così visto che Mauro Icardi non è stato convocato, l’ormai ex capitano non è partito per Vienna e dunque sarà Lautaro Martinez il riferimento avanzato per la squadra nerazzurra.

QUOTE E PRONOSTICO

In Rapid Vienna Inter le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai indicano ovviamente nei nerazzurri i favoriti per la vittoria: vale infatti 1,60 volte la somma giocata il segno 2 per la vittoria esterna, mentre il colpo interno all’Allianz Stadion degli austriaci, regolato dal segno 1, vi farebbe guadagnare una somma pari a 5,75 volte quanto messo sul piatto. Con l’eventualità del pareggio, per la quale dovrete giocare il segno X, andreste a guadagnare un valore di 3,85 volte la puntata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA