PROBABILI FORMAZIONI / Inter Rapid Vienna: Icardi è ancora assente (Europa League)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Inter Rapid Vienna: i nerazzurri ripartono dalla vittoria di misura ottenuta nell’andata dei sedicesimi, Spalletti deve ancora definire gli undici da schierare.

Nainggolan Hofmann Inter Rapid lapresse 2019
Inter Rapid Vienna, ritorno sedicesimi Europa League (Foto LaPresse)

Le probabili formazioni di Inter Rapid Vienna, almeno per quanto riguarda la vigilia, non prevedono Mauro Icardi: dopo il provvedimento circa la fascia di capitano e il rifiuto di partecipare alla trasferta austriaca, l’argentino è rimasto fuori ufficialmente per curare un ginocchio malandato, mentre continuano le voci sul rinnovo e il botta e risposta tra Wanda Nara e Beppe Marotta. Intanto Icardi ha comunque segnato 15 gol in 28 partite, ma non vede la porta dallo scorso 15 dicembre; il dato interessante riguarda il fatto che senza di lui l’Inter vince e convince. In questo 2018-2019 il bomber nerazzurro ha saltato tre partite, mentre in altre due occasioni è rimasto in panchina: la squadra di Luciano Spalletti ha sempre vinto realizzando un totale di 13 gol. Certo gli avversari non erano irresistibili e le due uniche trasferte sono state quelle di Bologna e appunto Vienna, ma se vogliamo credere alle fredde statistiche anche giovedì sera l’Inter potrebbe fare a meno del suo ex capitano, con Lautaro Martinez (7 gol in 23 partite) già in rampa di lancio e pronto nuovamente ad avere la maglia da titolare. (agg. di Claudio Franceschini)

L’EX A CENTROCAMPO

Continuando la nostra analisi sulle probabili formazioni di Inter Rapid Vienna, facciamo il nome di Christoph Knassmullner: classe ’92, come già detto è stato il giocatore che nella partita di andata ha sfiorato il gol del pareggio trovando la grande risposta di Handanovic. Soprattutto, Knassmullner è un ex: tra gennaio e giugno 2011 infatti è arrivato a giocare nella Primavera dell’Inter, prelevato dal Bayern Monaco che lo aveva acquistato quando aveva 16 anni. Con i giovani nerazzurri il trequartista ha giocato poco, anche e soprattutto a causa di un infortunio alla caviglia: ha fatto in tempo a mettere insieme 7 presenze in campionato e due al Torneo di Viareggio (un gol), senza prendere parte alla fase finale per lo scudetto e lasciando dopo appena sei mesi senza troppi rimpianti. In questa stagione però Knassmullner sembra aver trovato la sua consacrazione: in Europa League è stato titolare appena due volte (su sette) ma nei turni preliminari aveva segnato 4 gol in altrettante partite, le sue cifre stagionali parlano di 7 reti e ben 12 assist in 30 apparizioni e dunque potrebbe essere lui la mossa a sorpresa di Dietmar Kuhbauer. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS SULLA DIFESA

Parliamo della difesa nelle probabili formazioni di Inter Rapid Vienna, e concentriamo la nostra attenzione sul modo in cui Luciano Spalletti intende posizionare i suoi centrali: nella partita di andata è stato titolare Joao Miranda, che nel corso del calciomercato invernale avrebbe potuto lasciare i nerazzurri avendo chiesto di andare altrove ad accumulare minuti. Il tecnico toscano non ha comunque voluto rinunciare ad uno dei suoi titolari e così ha mandato in campo Stefan De Vrij, anche perchè Milan Skriniar era squalificato. Con il ritorno dello slovacco, si allargano le opzioni a disposizione dell’Inter: visto il risultato della partita di andata Spalletti potrebbe forse pensare di proporre il tandem Ranocchia-Miranda dando minuti ad entrambi e tornando a schierare il difensore umbro, ma probabilmente per evitare sorprese potrebbe ancora esserci almeno un titolare. L’esperienza e il passato fanno propendere l’asticella, in questo caso, dalla parte di Skriniar così da concedere un po’ di riposo a De Vrij, chiamato agli straordinari negli ultimi tempi. Tuttavia si tratta di una situazione ancora tutta da valutare, e scopriremo solo giovedì cosa intenderà fare Spalletti con le sue scelte difensive. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Andiamo a studiare le probabili formazioni di Inter Rapid Vienna, la partita valida per il ritorno dei sedicesimi di Europa League 2018-2019 che si gioca alle ore 18:55 di giovedì 21 febbraio: la situazione sorride ai nerazzurri che all’andata hanno espugnato l’Allianz Stadion grazie al calco di rigore segnato da Lautaro Martinez. Chiaramente la qualificazione non è ancora fatta ma la squadra di Luciano Spalletti ha a disposizione due risultati su tre e gioca a San Siro; nella gara di andata gli austriaci non si sono dimostrati un avversario troppo ostico e dunque, pur facendo tutti gli scongiuri del caso e dovendo attendere il verdetto del campo, possiamo dire che l’Inter abbia più di un piede agli ottavi. In campionato le cose hanno ripreso ad andare bene: contro la Sampdoria è arrivata la seconda vittoria consecutiva che ha allontanato lo spettro di uno scivolone in classifica, al tempo stesso il Napoli si è leggermente avvicinato e dunque la qualificazione alla prossima Champions League appare un po’ più vicina. Andiamo ora a vedere in che modo le due squadre potrebbero disporsi sul terreno di gioco di San Siro, analizzando le probabili formazioni di Inter Rapid Vienna.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Inter Rapid Vienna sarà trasmessa in chiaro per tutti, essendo la partita in onda su Tv8 per questo ritorno dei sedicesimi di Europa League; gli abbonati alla televisione satellitare avranno come alternativa la possibilità di seguire la sfida su Sky Sport Uno (201) o Sky Sport 252, con l’alternativa del servizio di diretta streaming video attivabile grazie all’applicazione Sky Go, collegando fino ad un massimo di due apparecchi mobili ai dati dell’abbonamento.

PROBABILI FORMAZIONI INTER RAPID VIENNA

GLI 11 DI SPALLETTI

Per Inter Rapid Vienna Spalletti potrebbe pensare al turnover, anche se le scelte sono limitate per alcune esclusioni dalla lista UEFA: di fatto davanti ad Handanovic potremmo vedere Miranda e Ranocchia con Cédric Soares e Asamoah sugli esterni, il ghanese ha riposato domenica e dunque appare favorito per agire come terzino sinistro. A centrocampo la coperta è corta: nè Gagliardini né Joao Mario sono convocabili per questa partita, il che significa che quasi certamente Vecino e Borja Valero saranno nuovamente titolari, anche se Brozovic ha scontato il turno di squalifica e dunque si candida per avere un posto dal primo minuto. Ancora fuori Keita Baldé Diao, questa potrebbe essere la partita di Candreva: l’ex Lazio stazionerà a destra prendendo il posto di Politano, verso la conferma Perisic anche se a conti fatti potrebbe essere proprio il croato ad avere un turno di riposo, spostando l’ex Sassuolo a sinistra. Davanti Lautaro Martinez dovrebbe “allungare” il recupero di Icardi, occhio alla soluzione con Borja Valero trequartista e dunque Brozovic da regista basso.

LE SCELTE DI KUHBAUER

Dietmar Kuhbauer dovrebbe fare affidamento sui soliti noti, ovvero gli undici che hanno giocato giovedì scorso: sostanzialmente la formazione ha funzionato, anche se è arrivata una sconfitta il Rapid Vienna è rimasto in partita e adesso può comunque sperare di giocarsela a San Siro. Strebinger in porta con Sonnleitner e Hofmann centrali difensivi, in qualità di terzini avranno spazio Potzmann e Bolingoli-Mbombo; a centrocampo si gioca a due secondo un modulo speculare a quello dell’Inter, qui Grahovac – arrivato a gennaio – sarà idealmente il playmaker della squadra biancoverde con Ljubicic che giocherà al suo fianco. Nel reparto avanzato Thurnwald e Ivan agiranno come esterni di una linea di mezzepunte che verrà completata da capitan Schwab, schierato in posizione centrale; davanti a tutti gioca Veton Berisha, l’alternativa per l’allenatore del Rapid potrebbe essere Knassmullner che all’andata è andato ad un passo dal gol del pareggio che avrebbe reso più interessante la partita che si giocherà giovedì sera al Meazza.

IL TABELLINO

INTER (4-2-3-1): 1 Handanovic; 21 Cédric Soares, 13 Ranocchia, 23 Miranda, 18 Asamoah; 8 Vecino, 77 Brozovic; 87 Candreva, 20 Borja Valero, 44 Perisic; 10 L. Martinez
A disposizione: 27 Padelli, 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 29 Dalbert, 60 Schirò, 16 Politano, 14 Nainggolan
Allenatore: Luciano Spalletti
Squalificati:
Indisponibili: Keita B., Icardi

RAPID VIENNA (4-2-3-1): 1 Strebinger; 19 Potzmann, 6 Sonnleitner, 20 Hofmann, 5 Bolingoli-Mbombo; 14 Grahovac, 39 Ljubicic; 23 Thurnwald, 8 Schwab, 97 Ivan; 9 Ve. Berisha
A disposizione: 21 Knoflach, 24 Auer, 3 Muldur, 15 Martic, 10 Murg, 7 Schobesberger, 28 Knassmullner
Allenatore: Dietmar Kuhbauer
Squalificati:
Indisponibili: Szanto

© RIPRODUZIONE RISERVATA