Diretta/ Eintracht Inter (risultato finale 0-0) streaming video e tv: Pari deludente

- Claudio Franceschini

Diretta Eintracht Inter, streaming video e tv: la squadra nerazzurra è appena scivolata al quarto posto in campionato, e ora va alla Commerzbank Arena di Francoforte per l’Europa League.

perisic bayern monaco
Lautaro e Perisic (Foto LaPresse)

DIRETTA EINTRACHT INTER (RISULTATO 0-0): TRIPLICE FISCHIO

Al Frankfurt Stadion l’Eintracht e l’Inter si annullano con un pareggio per 0 a 0. Nel primo tempo i nerazzurri hanno le chances migliori per portarsi in vantaggio specialmente quando Brozovic si fa parare un calcio di rigore da Trapp al 22′. Nel secondo tempo il copione si ribalta ed i padroni di casa annullano gli avversari, che perdono per infortunio Perisic, riuscendo pure a sfiorare il possibile goal della vittoria con Hinteregger e, nel finale, con Jovic e Gacinovic. L’esito della qualificazione è ancora tutto da decidere in vista della gara di ritorno. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Eintracht Inter è riservata in esclusiva agli abbonati alla televisione satellitare: la partita sarà sul canale Sky Sport Uno (201) oppure su Sky Sport 252, e in assenza di un televisore potrà essere seguita attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone dove attivare – senza costi aggiuntivi – l’applicazione Sky Go per la diretta streaming video. Ricordiamo anche la possibilità di seguire il programma Diretta Gol Europa League, che sul canale Sky Sport 251 manda in onda in tempo reale le principali fasi di ciascuna partita in contemporanea, con i cronisti che si passano la linea.

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Eintracht ed Inter, il punteggio è ancora fermo sullo 0 a 0. La compagine tedesca spreca malamente l’opportunità più grande della loro partita per spezzare l’equilibrio al 70′ quando Hinteregger devia il pallone di testa fuori dallo specchio da posizione molto più che favorevole. La squadra del tecnico Spalletti appare da diversi minuti in difficoltà ed ha perso pure per infortunio Perisic, rimpiazzato da Candreva al 57′, colpito forse da un affaticamento agli adduttori della coscia sinistra.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Eintracht ed Inter è sempre di 0 a 0. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato senza sostituzioni da parte di entrambi gli allenatori, i padroni di casa appaiono tornati in campo con lo spirito giusto per cercare di ribaltare l’andamento della frazione precedente ed infatti si vedono annullare un goal per fuorigioco al 51′ e lamentano un fallo da calcio di rigore di D’Ambrosio su Haller, non sanzionato dal direttore di gara. L’arbitro ha quindi ammonito per proteste Asebe ed allontanato dalla panchina il tecnico Hutter.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo, le formazioni di Eintracht ed Inter sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0. Dopo il rigore fallito da Brozovic, i nerazzurri faticano a tornare in zona offensiva e sprecano anche al 40′ con un colpo di testa impreciso da parte di Vecino, a girare un cross mal calibrato. I francesi pasticciano a loro volta e non sfruttano al meglio i diversi errori commessi dagli avversari. Nell’ultima parte della frazione l’arbitro ha ammonito anche Lautaro Martinez al 33′.

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Eintracht ed Inter è di 0 a 0. I tedeschi sembrano acquisire fiducia andando alla conclusione con Jovic, ampiamente larga al 15′, ma i nerazzurri falliscono l’opportunità più grande per passare in vantaggio fino a questo momento quando Brozovic si fa parare da Trapp il calcio di rigore concesso per fallo di Fernandes su Lautaro Martinez al 21′. Sul prosieguo, il portiere di casa blocca anche il colpo di tacco di Skriniar al 22′. Il direttore di gara ha estratto un altro cartellino giallo ammonendo questa volta Asamoah dopo un intervento dubbio.

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Germania la partita tra Eintracht ed Inter è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro le due compagini sembrano studiarsi l’un l’altra con i padroni di casa a cercare di avanzare e gli ospiti più attendisti e pronti a ripartire in contropiede. Finora l’arbitro ha ammonito Kostic al 4′ per un fallo su De Vrij sul limite esterno dell’area di rigore tedesca e, sugli sviluppi del calcio di punizione, lo stesso De Vrij ha sparato ampiamente largo di testa.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Pochi minuti e avrà inizio la diretta di Eintracht Inter, e già le formazioni ufficiali del match di Europa league stanno per fare il loro ingresso in campo: prima di udire il fischio d’inizio però vediamo che statistiche si portando con sè i due club agli ottavi di finale. Partendo dai padroni di casa ricordiamo che tedeschi hanno disputato otto incontri nel secondo torneo europeo e vantano un tabellino con 7 successi e un solo pareggio: di fatto la squadra di Hutter non è mai stata sconfitta. Per i gol attenzione alle 23 reti realizzate (e alla media di 2,88 a match) a fronte degli appena 8 concessi agli avversari. Altro genere di numeri per l’Inter, nobile decaduta dalla Champions league: Spalletti e i suoi hanno disputato appena due incontri, entrambi vinti. Per quanto riguarda le reti segnaliamo che i nerazzurri hanno però segnato 5 reti e vantano una media a match di 2,5: ancora 0 i gol subiti. Diamo quindi la parola al campo, si gioca! EINTRACHT (3-5-2): 31 Trapp; 20 Hasebe, 13 Hinteregger, 2 N’Dicka; 24 D. Da Costa, 17 Rode, 5 Gelson Fernandes, 10 Kostic; 11 Gacinovic; 9 Haller, 8 Jovic. Allenatore: Adi Hutter INTER (4-2-3-1): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 De Vrij, 37 Skriniar, 18 Asamoah; 8 Vecino, 77 Brozovic; 16 Politano, 20 Borja Valero, 44 Perisic; 10 L. Martinez. Allenatore: Luciano Spalletti (agg Michela Colombo) (agg Michela Colombo)

GLI ALLENATORI

Prima della diretta di Eintracht Inter dobbiamo analizzare la figura di Adolf Hutter (meglio conosciuto come Adi) ovvero l’allenatore della squadra tedesca: salito sul carro di Francoforte in estate, dopo l’addio di Niko Kovac. Fare meglio dell’attuale tecnico del Bayern non era certo semplice, visto che il croato ha portato in dote la Coppa di Germania (strappata ai bavaresi); Hutter, austriaco di 49 anni che ha giocato come centrocampista soltanto in patria, ha contribuito alla crescita esponenziale del Salisburgo centrando la doppietta campionato-coppa nel 2015, poi si è trasferito allo Young Boys dove ha vinto il titolo nazionale con il quale si è presentato a Francoforte. Pronti via, ha portato l’Eintracht in zona Champions League (mai giocata con la fase a gironi, una sola apparizione nel 1959) e ha vinto il girone di Europa League con sei successi in altrettante partite; ha contribuito alla crescita esponenziale del talento Luka Jovic (capocannoniere del campionato) dando un gioco altamente offensivo alla sua squadra e riuscendo ad eliminare lo Shakhtar Donetsk nei sedicesimi. Sicuramente una rivelazione, ma ora si trova a sfidare un’avversaria sulla carta favorita e, soprattutto, bisognerà valutarlo eventualmente in altri contesti quando arriverà il momento. Per ora, tanto di cappello. (agg. di Claudio Franceschini)

IL BOMBER LUKA JOVIC

Parlando dei bomber per la diretta di Eintracht Inter, concentriamo la nostra attenzione sul cannoniere della squadra tedesca: il ventunenne Luka Jovic sta disputando una stagione meravigliosa, nella quale è riuscito a manifestare tutto il suo talento. Cresciuto nella Stella Rossa, il serbo ha potuto fare l’esordio nella prima squadra della Crvena Zvezda a 16 anni e mezzo, segnando nella sua prima partita; da lì è stata un’escalation che lo ha portato al Benfica – dove ha giocato pochissimo – e quindi a Francoforte. Sotto la guida di Niko Kovac Jovic è emerso come ottimo giocatore ma non un bomber fatto e finito (9 gol in 27 partite); poi in panchina è arrivato Adi Hutter, l’Eintracht è diventata una delle migliori squadre della Bundesliga e il serbo ci ha messo il timbro. Si presenta alla partita contro l’Inter con un bottino di 15 gol in campionato, che ne fanno il capocannoniere, e 6 nelle otto partite di Europa League: il totale stagionale fa 21 in 32 partite, e a questa cifra andrebbero aggiunti 7 assist. Al fianco di Jovic gioca il francese Sébastien Haller, altro elemento da tenere d’occhio: sono 17 le sue reti stagionali – 5 delle quali in Europa League – con la bellezza di 12 assist, una coppia dalla quale l’Inter si dovrà decisamente guardare. (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA WILLIAM COLLUM

Abbiamo già visto che Eintracht Inter sarà diretta da William Collum, arbitro scozzese di una certa esperienza internazionale. Nel corso di questa stagione ha avuto a che fare due volte con l’Italia: era lui l’arbitro della sconfitta che la nostra nazionale ha subito in Portogallo nel corso della Nations League, due mesi e mezzo più tardi Collum ha diretto la vittoria della Juventus contro il Valencia nella fase a gironi di Champions League. In questo contesto lo scozzese era alla quarta direzione: gli è stato affidato l’Atletico Madrid al Louis II di Monaco, poi anche il Psg nell’ultima giornata dei gironi e al Marakanà di Belgrado, contro la Stella Rossa. Questa sera Collum esordisce nella fase finale di Europa League dopo aver arbitrato un preliminare (tra Rapid Vienna e Steaua Bucarest), da segnalare invece che in Scozia è ormai diventato il numero uno e a, conferma di questo, il 2 settembre 2018 è stato lui a fischiare nell’Old Firm tra Celtic e Rangers Glasgow. In questa stagione Collum è già stato impegnato in 36 partite: sono davvero un numero ampio, nelle quali ha 123 ammonizioni e 8 espulsioni con 6 calci di rigore assegnati. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Eintracht Inter, che sarà diretta dall’arbitro scozzese William Collum, si gioca alle ore 18:55 di giovedì 7 marzo: alla Commerzbank Arena va in scena l’andata degli ottavi di finale di Europa League 2018-2019. Possiamo dire che il sorteggio non sia stato del tutto benevolo con i nerazzurri: evitate Chelsea, Arsenal e Siviglia è però arrivata la squadra di Francoforte, che ha superato il girone a punteggio pieno e poi si è sbarazzato dello Shakhtar Donetsk dando un’altra dimostrazione di forza. E’ una stagione ottima per l’Eintracht, che per la prima volta di sempre potrebbe andare a giocare i gironi di Champions League – naturalmente dal prossimo settembre; non sarà dunque facile per l’Inter che in questa partita di andata deve puntare a segnare. Il momento per Luciano Spalletti e i suoi giocatori non è dei più rosei: al netto del caso Icardi la squadra ha appena perso a Cagliari la sua settima partita in Serie A, si è fatta superare dal Milan e adesso deve stare attenta a non perdere le prime quattro posizioni. In estate le premesse erano ben diverse anche per quanto riguarda la partecipazione alla Champions League, ma quest’altra coppa europea potrebbe ridare vigore ai nerazzurri che, vincendola, tornerebbero al piano di sopra. Andiamo allora a valutare quali potrebbero essere le potenziali scelte dei due allenatori per questa interessante sfida, quando ormai mancano solo poche ore alla diretta di Eintracht Inter.

PROBABILI FORMAZIONI EINTRACHT INTER

Per Eintracht Inter, Adi Hutter punta sul canonico 3-4-1-2: sono tanti i punti fermi per i rossoneri di Francoforte, a cominciare dalla coppia d’attacco formata da Jovic e Haller con Gacinovic alle loro spalle, in vantaggio sul croato Rebic visto anche nella Fiorentina. I due laterali che agiscono sulla linea dei centrocampisti saranno Danny Da Costa e Kostic; in mezzo al campo a creare gioco saranno Hasebe e Rode, anche se l’ex Napoli e Chievo De Guzman spera di avere una maglia dal primo minuto. In difesa N’Dicka, Abraham e Hinteregger proteggeranno l’operato del portiere Trapp, tornato alla base dopo l’esperienza non felicissima con il Psg e diventato titolare scaldando Ronnow. Buone notizie per l’Inter che recupera Keita Baldé: il senegalese diventa una preziosa alternativa a Politano e Perisic che partiranno titolari come esterni, con Nainggolan che invece agirà da trequartista. I favoriti per occupare lo spot di mediani sono Vecino e Brozovic, con Lautaro Martinez che invece giostrerà ancora in qualità di prima punta; in difesa potrebbe esserci la coppia centrale titolare con Skriniar e De Vrij davanti ad Handanovic, sulle fasce Cédric Soares e Asamoah partono favoriti.

QUOTE E PRONOSTICO

In Eintracht Inter, secondo quanto stabilito dalle quote dell’agenzia di scommesse Snai, la squadra di casa parte favorita ma in un contesto di grande equilibrio: il segno 1, che identifica la vittoria dei tedeschi, porta in dote una vincita di 2,35 volte la somma messa sul piatto mentre siamo “solo” a 3,00 volte il valore della puntata per l’eventualità del successo nerazzurro, per il quale dovrete scommettere sul segno 2. L’ipotesi del pareggio, regolata come sempre dal segno X, vi farebbe guadagnare 3,40 volte quanto investito con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA