Calciomercato Juventus/ L’esterno e Conte: i verdetti passano dal campo. Notizie al 22 novembre

Le operazioni di calciomercato della Juventus a gennaio potrebbero dipendere dal cammino in Europa, che può fruttare introiti in caso di passaggio nella fase a gironi. Intanto Conte…

22.11.2013 - La Redazione
vidal_quagliarella
(INFOPHOTO)

Passare il girone di Champions League, incassare i soldi derivanti ed acquistare l’esterno chiacchierato da tempo. Poi si vedrà. Questi gli orizzonti della Juventus secondo il giornalista Enzo Bucchioni, che ha fatto il punto sulla situazione-mercato in casa bianconera nel suo editoriale per il sito tuttomercatoweb.com. E’ pensiero comune in effetti che il mercato di gennaio della società torinese dipenda dalla situazione in Europa. Se la squadra riuscirà a superare il gruppo B, in cui attualmente si trova ultima anche se di un punto, il club incasserà circa 20 milioni di euro che i dirigenti potranno investire per un giocatore di fascia. In quest’ottica Juan Cuadrado è l’obiettivo numero uno: la Juventus punta a prelevarne la metà di cartellino ancora in possesso dell’Udinese, ma la Fiorentina è in vantaggio e la situazione tra viola e bianconeri non dovrebbe consentire dispetti di calciomercato. Il piano B prevede due opzioni: Jeremy Menez del PSG e Jonathan Biabiany del Parma. Il primo è più conveniente perché in scadenza di contratto, non dovrebbero servire più di 10 milioni di euro per acquistarlo in inverno; il secondo è in compartecipazione come Cuadrado (Parma-Sampdoria), e Marotta punterebbe a rilevarne la metà blucerchiata facendo leva sul precedente rapporto di lavoro con i liguri. Enzo Bucchioni non cita Nani, che resta sullo sfondo come possibilità estiva. Dissertazione anche sul futuro di Antonio Conte. Secondo Bucchioni l’allenatore bianconero potrebbe lasciarsi tentare dal Monaco e fine stagione. La società del Principato è diventata una delle più ricche d’Europa, dopo l’avvento del magnate russo Dmitrij Rybolovlev, e sta già scalando le gerarchie nel campionato francese. Conte potrebbe considerare l’offerta ma c’è di mezzo anche Claudio Ranieri, legato al Monaco da un contratto fino al 2015 e confortato dagli ottimi risultati ottenuti sinora (promozione in Ligue 1 il primo anno, lotta al vertice nel secondo). Il destino di Conte potrebbe così dipendere dai risultati che la Juventus conseguirà in questa stagione: se dovesse terminare a mani vuote potrebbe anche considerare il suo ciclo finito, e cambiare paese. 

C’è anche Kevin De Bruyne nel mirino della Juventus. I bianconeri sono alla ricerca di un esterno offensivo, preferibilmente a destra, e il belga del 1991 risponde al profilo chiesto da Antonio Conte, anche per l’età che lascia ampi margini di miglioramento e permette di poter investire ad ampio raggio su di lui. Il Chelsea ci è arrivato prima di tutti: lo ha acquistato per 9 milioni di euro nel gennaio del 2012, lasciandolo al Genk. Successivamente lo ha girato al Werder Brema, dove la grande stagione (10 gol in 32 partite) ha convinto José Mourinho a riportarlo a Stamford Bridge. Dove però le cose non stanno andando troppo bene: lo spazio era già limitato da una rosa decisamente ampia, e l’arrivo in corsa di Willian ha ulteriormente chiuso le porte della formazione titolare al talento di Drongen. Da qui l’idea di una possibile cessione a gennaio: ne ha parlato anche l’agente Patrick De Koster che, al Daily Express, ha comunque specificato che “l’ultima parola spetta a Mourinho, ma siamo già d’accordo sul fatto di vederci a dicembre”. E allora, la Juventus spera: certo De Bruyne è più che altro un trequartista, ma sa disimpegnarsi anche sulla corsia destra. C’è comunque un ostacolo: non solo la concorrenza straniera – il Werder Brema ad esempio vorrebbe riprenderselo – ma anche il fatto che il Chelsea considera solo cessioni in prestito, perchè sul belga vorrebbe puntare in futuro. La soluzione immediata naturalmente sarebbe quella del prestito con diritto di riscatto, in modo da accontentare tutti – almeno nel breve periodo; e in questo senso i bianconeri dovranno anche sperare che le prestazioni di Willian, ma anche di Mata e Oscar, convincano lo Special One che di Kevin De Bruyne si può fare a meno anche la prossima stagione.

Notizia quasi clamorosa quella riportata in apertura stamane dal quotidiano torinese Tuttosport. Il giornale sportivo molto vicino alla Juventus parla infatti di uno scambio in programma fra i campioni d’Italia in carica e gli emiliani, targato Sebastian Giovinco-Ludovic Biabiany. Nonostante l’agente della Formica Atomica, Pasqualin, continui a smentire tali rumors (come dichiarato in esclusiva ai nostri microfoni), l’idea di una partenza dell’attaccante della Juventus a gennaio continua a persistere, alla luce del poco spazio trovato dallo stesso nell’11 titolare allestito da Antonio Conte. La situazione è abbastanza semplice: il 26enne attaccante di Torino teme di perdere il treno per i Mondiali del 2014 visto il sovraffollamento in attacco e di conseguenza vorrebbe trovarsi una nuova sistemazione con la quale trovare la continuità ricercata. Giovinco è letteralmente esploso fra le fila del Parma di Roberto Donadoni, ed insieme ad Antonio Cassano e ad Amauri potrebbe formare un tridente d’attacco davvero di qualità. Inoltre, il patron degli emiliani Tommaso Ghirardi, sogna in grande, e non disdegnerebbe affatto un nuovo campione fra le fila del proprio club.

Nel contempo la Juventus otterrebbe Ludovic Biabiany, esterno d’attacco francese, scoperto dall’Inter, che Antonio Conte stima moltissimo. Il tecnico bianconero continua infatti a chiedere un giocatore offensivo per attuare con continuità il 4-3-3 e il classe 1988 originario di Parigi rappresenta il profilo ideale. L’operazione, se mai dovesse essere portata a termine, sarà uno scambio di prestiti, in modo da diminuire il rischio della trattativa. Tra l’altro Biabiany è in comproprietà fra Parma e Sampdoria e non è da escludere che la Signora vada prima a trattare la metà blucerchiata per poi chiederne il prestito di quella emiliana. Sulle tracce dell’esterno gialloblu c’è anche la Roma ma la Juventus sembra in vantaggio su tutti.

Sarà Nani l’esterno della Juventus ma il nazionale portoghese arriverà solo a giugno. Ne è convinto il noto agente Claudio Pasqualin con cui abbiamo parlato in esclusivo dei bianconeri. Il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Grandesso, ha invece detto la sua sui rumors riguardanti Lucas e Menez, due ipotesi davvero fattibili: ecco le sue dichiarazioni in esclusiva.

Continuano i sondaggi per l’esterno d’attacco in casa Juventus. In attesa di capire se lo scambio fra Sebastian Giovinco e Ludovic Biabiany possa realmente andare in porto, in quel di corso Galileo Ferraris stanno prendendo in considerazione diverse ipotesi. Nelle ultime ore è spuntata un’idea inedita che porta in Francia e precisamente al Paris Saint Germain: si tratta della stellina brasiliana Lucas, sbarcato al Parco dei Principi esattamente un anno fa, in occasione del mercato di riparazione del gennaio 2013 dopo essere stato vicinissimo a vestire la casacca dell’Inter. Il talento ex San Paolo non sembra essersi adattato al meglio al calcio europeo e soprattutto al PSG e nonostante le classiche dichiarazioni di facciata non è da escludere una sua partenza in vista dell’inizio dell’anno venturo. Lucas è un calciatore di indubbio talento, classe 1992, in grado di spaziare dall’esterno di destra a quello di sinistra, arrivando fino al ruolo di trequartista. Sarebbe quindi perfetto per l’idea di calcio di Antonio Conte anche se resta da capire a quanto ammontano le richieste economiche dei parigini.

Pagato uno sproposito soltanto 12 mesi fa, il PSG non sembra propenso a grandi sconti e calcolando un lieve deprezzamento dovrebbero essere necessari come minimo fra i 25 e i 30 milioni di euro. I campioni d’Italia in carica possono godere di un piccolo tesoretto messo da parte in estate proprio per l’acquisto di un esterno (il prescelto era Zuniga), che potrebbero quindi sbloccare per l’operazione Lucas. Naturalmente il talentuoso verdeoro non è solo l’unico sulla lista dei papabili bianconeri per l’inverno. Oltre ai soliti Nani e Menez continuano a piacere Janmaat, nazionale olandese del Feyenoord, il talento Kevin De Bruyne, nazionale belga inutilizzato da Josè Mourinho nel suo Chelsea, e Diego Perotti, esterno d’attacco del Siviglia ormai da anni nel mirino della Vecchia Signora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori