Ultime notizie/ Ultim’ora di oggi. Bimbo narcotizzato dalla madre (2 maggio 2019)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie, ultim’ora di oggi. Una madre della provincia di Padova ha tentato di narcotizzare il figlio di 5 anni (2 maggio 2019)

testa divinità campidoglio
Campidoglio, immagine di repertorio (LaPresse, 2019)

Una donna è stata arrestata in provincia di Padova per aver tentato di uccidere il figlio di 5 anni: lo aveva imbottito di benzodiazepine con l’intento appunto di ammazzarlo e poi suicidarsi, ma fortunatamente è stata fermata prima che potesse mettere in pratica il suo piano diabolico. I carabinieri l’hanno infatti intercettata mentre si trovava nella propria automobile con il bimbo, e arrestata. L’episodio risale alla notte fra il 29 e il 30 aprile scorsi, ma i carabinieri l’hanno resa nota solamente oggi. La donna, già conosciuta dalle forze dell’ordine per alcuni precedenti penali, è stata arrestata in flagranza di reato con l’accusa di tentato omicidio aggravato, e subito dopo portata in una struttura psichiatrica. Il bimbo, che era già stato imbottito di farmaci, è fortunatamente fuori pericolo anche se si trova ancora in ospedale. A scoprire quanto stesse per accadere sono stati alcuni famigliari della donna a cui la stessa aveva spedito dei messaggi via smartphone preannunciando loro cosa stesse per fare. Solo grazie al tempestivo intervento dei carabinieri della stagione di Legnaro, nel padovano, la donna è stata rinvenuta nella sua auto in stato di alterazione psicofisica, mentre il bimbo era avvolto in una coperta e privo di sensi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, omicidio-suicidio a Vigevano

Orrore a Vigevano, in provincia di Pavia, dove un finanziere 55enne ha ucciso la compagna di anni 37, per poi togliersi a sua volta la vita. Il carnefice si chiamava Luca Adamo mentre la sua vittima, Erika Cavalli. I due avevano una figlia, una ragazzina di 12 anni, che al momento dell’omicidio-suicidio era in casa: è stata infatti proprio lei, in base alle ricostruzioni delle ultime ore, ad avvisare un parente, che poi a sua volta ha allertato le forze dell’ordine. Quando gli uomini dei carabinieri sono giunti presso la villetta bifamigliare in via Ivrea, accompagnati dal personale medico del 118, non vi era ormai più nulla da fare: Erika è stata trovata in un lago di sangue, uccisa da una serie di coltellate, mentre Luca senza vita dopo un colpo di pistola. Secondo quanto si mormora, pare che i due fossero entrati in crisi da qualche settimane a questa parte, e lei stava pensando di lasciare il finanziere; l’uomo non accettava però la fine della loro relazione, e forse accecato dalla gelosia ha deciso di farla finita, uccidendo la compagna e poi ammazzandosi a sua volta. Non ha però pensato alla figlia di 12 anni, che nel giro di pochi attimi si è ritrovata senza genitori. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: Mattarella a Notre Dame

Visita del presidente della repubblica, Sergio Mattarella, presso la cattedrale di Notre Dame di Parigi. Il capo dello stato si trova attualmente in Francia per celebrare i 500 anni della morte del genio Leonardo Da Vinci, ed ha deciso di fare una tappa sul luogo dove sorge la splendida chiesa distrutta in parte da un devastante incendio scoppiato il 15 aprile scorso. Così il capo dello stato italiano ai giornalisti presenti: «Sono qui per testimoniare l’amicizia tra Italia e Francia. Notre Dame – ha continuato Mattarella – rappresenta un vero archivio di memoria, nel quale si specchia tanta parte della storia dell’Europa, tutti i principali avvenimenti di Francia dal 1200 in poi sono passati da qui». L’Italia, ha aggiunto il presidente della Repubblica, ha vissuto ore di angoscia e di affetto mentre la cattedrale bruciava, perché con la Francia si «condivise una grande sensibilità culturale». Mattarella ha quindi voluto ringraziare i vigili del fuoco che sono intervenuti per spegne l’incendio, «La grande riconoscenza ai vigili del fuoco che l’hanno salvata». La presenza del presidente italiano conferma il ritorno ai buoni rapporti fra le due nazioni, dopo le violente polemiche scoppiate a seguito dell’incontro del ministro Di Maio con alcuni esponenti dei Gilet Gialli di poco tempo fa. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, nuovi disordini causati dai Gilet gialli

Per le ultime notizie andiamo a rivivere quanto accaduto ieri. Si è tenuta a Bologna l’annuale manifestazione sindacale che ricorda la festa dei lavoratori, una festa che negli anni è sempre stata più snaturata. Nella capitale emiliana, per scelta stessa dei sindacati, si è tenuto sia il corteo che l’attività ricreativa, quest’ultima come al solito demandata al concertone. Durante gli interventi dei segretari di Cgil, Cisl e Uil, è stata richiesta a gran voce l’unione delle sigle, il più diretto è stato Maurizio Landini il quale ha sottolineato come le divisioni sindacali siano ormai scomparse del tutto. I vari oratori hanno posto l’accento anche su quella che loro hanno chiamato la piaga della delocalizzazione, chiedendo all’attuale governo di predisporre una legge che garantisca i diritti dei lavoratori.

Ultime notizie, durissimi scontri a Parigi

In una città, la capitale francese, di fatto assediata dalle forze dell’ordine si sono registrati gli ennesimi durissimi scontri tra la polizia e alcuni manifestanti. Tutto è avvenuto all’inizio del corteo con la quale i sindacati francesi ricordavano la festa del lavoro. Il serpentone sarebbe dovuto partite da Montparnasse, la sua testa è stata però presa da un migliaio di manifestanti violenti, i cosiddetti black bloc. La parte violenta della manifestazione, con alcuni che indossavano gli ormai famosi gilet gialli, hanno iniziato a provocare la polizia, gli agenti hanno risposto e di fatto si è avuto un inizio di guerriglia. Alla fine degli scontri si contano centinaia di migliaia di euro di danni, oltre 200 arresti e una decina di feriti tra i poliziotti. I disordini hanno portato il segretario generale dei sindacati francesi, Philippe Martinez, ad annullare il suo intervento dal palco.

Ultime notizie, Assange condannato da una corte inglese

Julian Assange è stato condannato a 50 settimane di detenzione nell’ambito di un procedimento penale istruito dai giudici inglesi. Il fondatore di WikiLeaks è stato riconosciuto colpevole di aver violato nel 2012 i termini del rilascio su cauzione, rifugiandosi nell’ambasciata dell’Ecuador. Durante il procedimento il giudice Deborah Taylor che presiedeva la Southwark Crown Court non ha tenuto in alcun conto delle giustificazioni di Assange. Domani Assange ricomparirà dinanzi ad un giudice di sua Maestà, questa volta il procedimento è legato alla richiesta di estradizione formulata all’indomani dell’arresto dagli Stati Uniti D’America.

Ultime notizie, rider preso d’assalto a Roma

Nel giorno della festa del lavoro e della richiesta da parte dei sindacati di più diritti per i lavoratori arriva la notizia di un increscioso fatto di cronaca a Roma. Qui un rider straniero alla fine del suo turno di lavoro, è stato bersagliato con uova e sassi da cinque bulli, come se non bastasse i cinque lo hanno fermato ferendolo leggermente ad un occhio. Il fattorino di origine indiana, è nel nostro paese da appena cinque mesi, egli ha trovato l’impiego in una grande catena di distribuzione pasti, allo scopo di guadagnare i soldi che gli servono per studiare in Italia. Dopo la denuncia sono scattate le indagini da parte delle forze dell’ordine, i poliziotti stanno visionando le telecamere di sorveglianza, le speranze di risalire agli autori dell’aggressione sono però molto basse.

Ultime notizie, Barca spettacolo, oggi l’Europa League

Il Barcellona dà spettacolo e prenota la finale di Champions League, superando 3-0 nella semifinale d’andata al Nou Camp il Liverpool. Nel primo tempo la partita è stata sbloccata da una grande rete di Luis Suarez, poi nella ripresa si scatena Lionel Messi autore di una strepitosa doppietta. Oggi però è il giorno dell’Europa League con le due semifinali di assoluto livello tra quattro squadre molto importanti. La prima gara sarà Arsenal-Valencia, mentre la seconda Francoforte-Chelsea. Entrambe saranno disputate alle ore 21.00 e interessante sarà capire se queste gare rimarranno aperte in vista del ritorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA