Diretta/ Ludogorets Inter (risultato finale 0-2): la chiude Lukaku su rigore!

- Fabio Belli

Diretta Ludogorets Inter streaming video e tv: probabili formazioni, orario, quote e risultato live del match dell’andata dei sedicesimi di finale di Europa League, si gioca a Razgrad.

De Vrij Inter
Stefan De Vrij esulta nel derby (Foto LaPresse)

DIRETTA LUDOGORETS INTER (RISULTATO FINALE 0-2): LA CHIUDE LUKAKU SU RIGORE!

Inter corsara in Bulgaria, la squadra di Conte batte per Ludorogets per 2 a 0 e fa un bel passo in avanti verso la qualificazione agli ottavi di Europa League. Nelle fasi conclusive del match entrano anche Barella e Young che apportano ancora più qualità al centrocampo, i nerazzurri non corrono grossi rischi e nel recupero portano a casa anche un calcio di rigore. Anicet tocca il pallone con il braccio, probabilmente l’avrebbe fatta franca senza il VAR che però è stato introdotto proprio da stasera, quindi dopo essersi avvalso dell’on field review l’arbitro Del Cerro Grande indica il dischetto. A tempo praticamente scaduto Lukaku raddoppia e ipoteca il passaggio del turno, giovedì prossimo ai bulgari servirà più di un miracolo per fare il colpaccio a San Siro. {agg. di Stefano Belli}

PRIMO GOL IN NERAZZURRO PER ERIKSEN

Quando mancano solamente dieci minuti al novantesimo l’Inter è in vantaggio sul Ludogorets per 1 a 0. Al 65’ ecco la mossa di Conte che fa rifiatare Lautaro Martinez e inserisce Lukaku, l’attaccante belga ridà linfa vitale al reparto offensivo dei nerazzurri che al 71’ trovano finalmente la via del gol con Eriksen (che ci aveva già provato in precedenza scaldando i guantoni di Iliev), primo centro con la maglia della Beneamata per il danese che ci prende gusto e qualche minuto più tardi sfiora pure la doppietta spaccando letteralmente la traversa. Per gli ospiti è stato fondamentale segnare in trasferta, la qualificazione agli ottavi è più vicina anche se la gara di oggi non è ancora finita. {agg. di Stefano Belli}

PALO DI ALEXIS SANCHEZ!

Al decimo minuto del secondo tempo resiste l’equilibrio a Razgrad tra Ludogorets e Inter sempre bloccate sullo 0-0. Mentre sulla panchina nerazzurra iniziano i primi movimenti e cominciano a scaldarsi alcuni giocatori – tra cui Lukaku – in campo la squadra allenata da Conte va a un passo dal vantaggio: al 50’ Vecino apre per Moses che prolunga per Alexis Sanchez, il cileno colpisce il pallone con il tacco, Iliev con l’aiuto del palo si salva e tiene in parità i campioni di Bulgaria. Poco dopo si mette in evidenza Lautaro Martinez, in campo dal primo minuto anche se in pochi se ne sono accorti: primo tiro per il numero 10 argentino che non inquadra il bersaglio. Che la Beneamata abbia finalmente deciso di fare sul serio e dare un segnale agli avversari? {agg. di Stefano Belli}

PRIMO TEMPO NON MEMORABILE

Primo tempo tutt’altro che entusiasmante a Razgrad dove allo scadere del quarantacinquesimo minuto di gioco Ludogorets e Inter rimangono sullo 0-0. Ritmi bassi e tante interruzioni con le due squadre incapaci di portare a termine le azioni d’attacco timidamente orchestrate dai nerazzurri e dai biancoverdi, con questi ultimi che si preoccupano solamente di contenere le avanzate – non certo irresistibili – degli uomini di Conte. Che se vorranno vincere oggi dovranno cambiare atteggiamento nella ripresa, perché di questo passo sarà molto difficile trovare la via del gol. Serata fin troppo tranquilla per Padelli, senza Keseru né Wanderson né Marcelinho sembrano in grado di impensierire l’estremo difensore della Beneamata. {agg. di Stefano Belli}

I NERAZZURRI NON INGRANANO

Alla mezz’ora del primo tempo Ludogorets e Inter rimangono sullo 0-0. Finora i nerazzurri non sono stati in grado di cambiare passo e dare una brusca accelerata alla loro manovra, fatto sta che i campioni di Bulgaria non hanno corso grossi pericoli dalle parti di Iliev, chiamato in causa solamente una volta al 25’ per bloccare la conclusione tesa ma centrale di Biraghi – che comunque era in fuorigioco, almeno secondo l’assistente di Del Cerro Grande. Al momento il numero 34 di Conte funge da attaccante con Lautaro Martinez e Alexis Sanchez che non sono mai entrati realmente in azione e faticano a entrare definitivamente in partita. Da segnalare l’ottima prestazione sin qui di Moses che spadroneggia sulla corsia di destra, quasi tutti i cross partono dai suoi piedi. {agg. di Stefano Belli}

CI PROVA SUBITO BIRAGHI

A Razgrad è cominciato il match valevole per l’andata dei sedicesimi di Europa League tra Ludogorets e Inter, quando sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio dell’arbitro Del Cerro Grande il punteggio è fermo sullo 0-0. Nerazzurri subito minacciosi nell’area di rigore bulgara: cross di Moses per Biraghi che da distanza ravvicinata non trova la porta e si deve accontentare del calcio d’angolo. Gli uomini di Conte mettono immediatamente in chiaro le cose assalendo letteralmente la metà campo avversaria, nonostante il turnover la Beneamata vuole ipotecare l’accesso agli ottavi già stasera. I padroni di casa provano ad affacciarsi dalle parti di Padelli con Marcelinho e Wanderson, quest’oggi orfani del loro bomber, Keseru. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LUDOGORETS INTER

La diretta tv di Ludogorets Inter si potrà seguire in esclusiva sul satellite: tutti gli abbonati Sky potranno infatti collegarsi al canale numero 201, ovvero Sky Sport Uno, con la possibilità di seguire anche in diretta streaming video via internet l’incontro. Questo sarà possibile collegandosi tramite pc al sito skygo.sky.it, oppure con l’applicazione SkyGo tramite smart tv o dispositivi mobili come tablet o smartphone, con la pay tv satellitare broadcaster dell’Europa League 2019/20.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Mancano solo pochi istanti alla diretta di Ludogorets Inter, dunque possiamo analizzare meglio la situazione della squadra bulgara che in campionato è imbattuta con un ruolino di marcia fatto di 15 vittorie e 6 pareggi. Stupisce il dato dei gol incassati, che sono appena 8; tra settembre e fine novembre i biancoverdi hanno vinto dieci partite consecutive e hanno avuto un periodo di 698 minuti con la porta inviolata. In Europa il discorso ovviamente cambia: i bulgari hanno superato il girone eliminatorio con appena 8 punti, vincendo le prime due partite ma poi cadendo due volte contro l’Espanyol (0-7 il computo complessivo) e pareggiando contro Cska Mosca e Ferencvaros, riuscendo comunque a prendersi i sedicesimi. E’ chiaro che l’Inter, squadra che con 22 gol subiti in 24 giornate ha la seconda miglior difesa della nostra Serie A, ha tutte le armi a disposizione per andare a vincere anche a Razgrad e archiviare con 90 minuti di anticipo la qualificazione; ora però leggiamo le formazioni ufficiali e mettiamoci comodi, la diretta di Ludogorets Inter comincia! LUDOGORETS (4-3-3): Iliev; Cicinho, Terziev, Grigore, Nedyalkov; Dyakov, Anicet Abel, Cauly Souza; Marcelinho, Swierczok, Wanderson. Allenatore: Pavel Vrba INTER (3-5-2): Padelli; Godin, Ranocchia, D’Ambrosio; Moses, Vecino, Borja Valero, Eriksen, Biraghi; L. Martinez, A. Sanchez. Allenatore: Antonio Conte (agg. di Claudio Franceschini)

IL BOMBER LAUTARO…

Manca sempre meno al fischio d’’inizio della diretta di Ludogorets Inter, ma ora è bene anche fissare la nostra attenzione sui bomber che oggi potrebbero regalarci scintille in terra bulgara, in questo atteso match per i sedicesimi di finale di Europa League. Valutando dunque i numeri raccolti dai due spogliatoi, vediamo che nella seconda coppa europea, tra i bulgari, certo ha fatto molto bene Claudiu Keseru, bomber da 4 gol sul continente e capocannoniere del club, avendo già posto la firma su 10 marcature. Di contro Antonio Conte avrà a disposizione (ma probabilmente dalla panchina) Romelu Lukaku, tra i migliori attaccanti della Serie A e autore di 17 reti finora in campionato. Occhio però anche a Lautaro Martinez, che in stagione nelle coppe Uefa è andato già a segno ben 5 volte ed è il principale cannoniere per la formazione nerazzurra. (agg Michela Colombo)

GLI ALLENATORI

In attesa di poter dare la parola al campo per la diretta di Ludogorets Inter è certo bene tenere in considerazione anche i due allenatori che oggi presenteranno in terra bulgara al match di andata dei sedicesimi di finale di Europa league. Padrone di casa naturalmente sarà Pavel Vrba, tecnico della formazione biancoverde solo dal 1 gennaio del 2020, quando è venuto in sostituzione dell’esonerato Stoev (dopo un breve interregno del vice Genchev). Il tecnico ceco è certo un allenatore di grande valore, ma ancora dobbiamo capire se sarà amore con la formazione bulgara, che da tradizione, ha sempre avuto un rapporto difficile con gli allenatori stranieri. Per il momento però le premesse sono ottime: nel match di esordio in campionato infatti Vrba ha portato i suoi a un rotondo successo, ma resta da vedere che accadrà nel banco di prova di Coppa. Di contro poi come è noto ci sarà Antonio Conte, alla guida dell’Inter già da quest’estate e con cui il tecnico pugliese ha già raccolto non poche soddisfazioni. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

La diretta di Ludogorets Inter oggi verrà affidata al fischietto spagnolo Carlos del Cerro Grande: accanto a lui questa sera in terra bulgara non mancheranno poi gli assistenti Juan Carlos Yuste, Roberto Alonso e il quarto uomo Guillermo Cuadra Fernadez. Volendo ora, alla vigilia del big match, conoscere meglio il primo direttore di gara, va subito detto che Carlos dal Cerro Grande è certo arbitro di grande esperienza e in stagione ha già diretto 20 match, di cui nessuno però in occasione dell’Europa league: si contano però già 5 presenze dello spagnolo tra qualificazioni e fase regolare della Champions league. Vale dunque la pena ampliare la nostra analisi e ricordare che il fischietto spagnolo in carriera non ha mai diretto formazioni bulgare e dunque non ha oggi precedenti con il Ludogorets. Vi sono invece diversi testa a testa tra Carlos del Cerro Grande e squadre italiane a tabella: pure però l’iberico questa sera incontrerà l’Inter per la prima volta. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Ludogorets Inter, partita diretta dallo spagnolo Carlos Del Cerro Grande giovedì 20 febbraio 2020 alle ore 18.55 presso la Ludogorets Arena di Razgrad, sarà una sfida valevole per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League 2019-2020. Bulgari qualificati di un punto rispetto al Ferencvaros nella fase a gironi, secondi alle spalle dell’Espanyol. Il campionato in patria è invece appena ricominciato per la squadra allenata da Vrba, con un fragoroso 6-0 inflitto al Botev Vratsa, un successo che ha permesso subito al Ludogorets di allungare in testa alla classifica a +7 sul Levski Sofia secondo. L’Inter parte comprensibilmente favorita, ma arriva da due sconfitte consecutive, contro il Napoli in Coppa Italia e contro la Lazio nel big match di Serie A, che ha fatto registrare il sorpasso dei biancocelesti ai danni dei nerazzurri, scesi in Europa League dopo il terzo posto nel girone di Champions alle spalle di Barcellona e Borussia Dortmund. L’Europa League può essere dunque per la squadra di Conte una porta alternativa attraverso la quale consolidare il proprio progetto.

PROBABILI FORMAZIONI LUDOGORETS INTER

Le probabili formazioni di Ludogorets Inter che dovrebbero essere schierate dal 1′ dai due allenatori nella sfida in programma giovedì 20 febbraio 2020 alle ore 18.55 presso la Ludogorets Arena di Razgrad. Il Ludogorets allenato dal ceko Vrba sceglierà il 4-2-3-1 come modulo di partenza con questa formazione schierata in campo: Iliev; Cicinho, Terziev, Grigore, Nedyalkov; Anicet, Badji; Lukoki, Marcelinho, Wanderson; Keseru. Risponderà l’Inter guidata in panchina da Antonio Conte disposta con un 3-5-2 con questi uomini in campo: Padelli; Bastoni, Skriniar, Ranocchia; Biraghi, Barella, Brozovic, Eriksen, Moses; Lautaro Martinez, Lukaku.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Queste le quote proposte dall’agenzie di scommesse Snai per chi vorrà puntare sul match tra Ludogorets e Inter. La vittoria della formazione di casa viene offerta a una quota di 4.75, mentre l’eventuale pareggio viene proposto a una quota di 3.65 e la vittoria in trasferta viene quotata a 1.70. Per chi scommetterà sul numero di gol realizzato nel complesso dalle due formazioni nel corso dell’incontro, la quota per l’over 2.5 viene fissata a 1.90, la quota per l’under 2.5 viene invece proposta a 1.80.

© RIPRODUZIONE RISERVATA