DIRETTA/ Napoli Barcellona (risultato finale 1-1) streaming Canale 5: espulso Vidal!

- Claudio Franceschini

Diretta Napoli Barcellona streaming video Canale 5: formazioni ufficiali, quote e risultato live della partita valida per l’andata degli ottavi di Champions League, al San Paolo.

Mertens Insigne Napoli
Insigne e Martens, Napoli (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI BARCELLONA (RISULTATO FINALE 1-1): ESPULSO VIDAL!

Finale vibrante al San Paolo col Napoli che dimostra un pizzico di stanchezza, Messi prova a incunearsi tra le pieghe della difesa azzurra ma non riesce a trovare il guizzo vincente. Al 44′ testa a testa tra Mario Rui e Vidal, l’arbitro ammonisce entrambe ma punisce il cileno con un doppio giallo per le proteste, col Barcellona che gioca in dieci uomini il finale di partita che si prolunga a causa di un infortunio a Piqué, dolorante alla caviglia. Il Napoli cerca l’ultimo assalto ma il match si chiude in parità, al Camp Nou servirà un’impresa per raggiungere i quarti ma contro il Barcellona la squadra di Gattuso non ha affatto sfigurato, avendo anzi le occasioni migliori per la vittoria. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Barcellona è in chiaro per tutti: la partita di Champions League sarà infatti trasmessa su Canale 5, e di conseguenza anche in assenza di un televisore la si potrà seguire sul sito Mediaset Play, selezionando il canale di riferimento. Ricordiamo ovviamente l’alternativa per gli abbonati alla televisione satellitare: il canale è Sky Sport Uno (numero 201 del decoder), con la possibile attivazione del servizio Sky Go (senza costi aggiuntivi) per assistere alla sfida degli ottavi in diretta streaming video, attraverso dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

CALLEJON SPRECA

Il Napoli prova subito a ripartire e al 16′ Insigne è bravo a saltare secco Piqué, ma non riesce a sorprendere Ter Stegen. Al 18′ Milik pesca Callejon che perde l’attimo per la battuta a rete e permette a Ter Stegen di arrivagli addosso, calciando così addosso al portiere del Barcellona da favorevolissima posizione. Al 20′ grande azione personale di Messi che chiude però la sua serpentina con una carica su Ospina che gli costa anche il cartellino giallo. Nel Napoli entra Politano al posto di Callejon, poi il Barcellona al 31′ ha un’altra buona chance con Umtiti che svetta di testa su calcio d’angolo di Messi, ma il pallone finisce fuori. (agg. di Fabio Belli)

PARI DI GRIEZMANN!

La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo, col Napoli sempre attento a difesa del vantaggio e il Barcellona impegnato a far girare il pallone. Al 4′ viene ammonito Busquets per un fallo su Mertens che esce malconcio dallo scontro, il belga al 9′ lascia il campo zoppicando, sostituito da Milik. A Buquets, diffidato, l’ammonizione costa il match di ritorno al Camp Nou. Buona uscita di Ospina su un cross teso di Griezmann, all’11’ anche Setien opera il primo cambio con Arthur che rileva un Rakitic non troppo incisivo. Al 12′ però il Napoli viene colpito alla prima vera occasione per il Barcellona: Semedo scatta sul filo del fuorigioco, tenuto in gioco da Di Lorenzo, sulla destra piazza un pallone perfetto per Griezmann che non può sbagliare siglando l’1-1. (agg. di Fabio Belli)

MANOLAS PERICOLOSO

Dopo il vantaggio il Barcellona prova a protendersi in avanti a caccia del pareggio, ma prima Insigne e poi Callejon si producono su anticipi provvidenziali rispettivamente su Messi e Junior Firpo. Le trame offensive del Barcellona non sfondano ai sedici metri, il Napoli difende perfettamente e inoltre fa funzionare bene la trappola del fuorigioco, mentre il Barcellona cerca da Busquets una regia che non risulta mai davvero fluida ed efficace. E il Napoli appena si riaffaccia in avanti punge ancora: al 42′ cross di Callejon e deviazione di Manolas che non trova di poco lo specchio della porta. Dopo 1′ di recupero squadre negli spogliatoi al San Paolo col Napoli in vantaggio 1-0 sul Barcellona. (agg. di Fabio Belli)

CAPOLAVORO DI MERTENS!

Il Napoli tenta la fiammata con Callejon, ma lo spagnolo viene pescato in posizione irregolare. Bravo Fabian Ruiz ad anticipare Griezmann su un tentativo di assist di Semedo, poi Rakitic al 19′ prova a pescare il jolly dalla lunga distanza, ma la difesa del Napoli mura il tentativo. Il fraseggio del Barcellona si interrompe sistematicamente al limite dell’area, i giocatori della formazione catalana cercano anche preziosismi che non riescono mai a superare la linea difensiva azzurra. Al 25′ il Napoli protesta per un duro intervento di Busquets su Demme, ma per l’arbitro non c’è bisogno del cartellino. Alla mezz’ora però ecco la prima svolta della partita: Junior Firpo perde un pallone sul quale si avventa Zielinski, che affonda a destra e crossa teso rasoterra, Mertens arriva sulla traiettoria e piazza a girare un pallone imprendibile per Ter Stegen, sotto l’incrocio. Alla mezz’ora del primo tempo Napoli in vantaggio 1-0 sul Barcellona. (agg. di Fabio Belli)

MESSI SUBITO VIVACE

Inizio di gara allo stadio San Paolo con un indirizzo ben preciso, il Napoli è ben raccolto nella sua metà campo e il Barcellona esibisce il suo caratteristico possesso palla insistito. Per la prima conclusione a rete della partita bisogna attendere il 9′ con Leo Messi che cerca il sinistro dal limite dell’area, col pallone che finisce però abbondantemente fuori misura. Prima Callejon e poi Mertens non riescono a portare avanti delle incursioni che potevano rivelarsi interessanti per il Napoli, al 13′ Messi prova a sfondare ma la difesa del Napoli non si lascia superare, al quarto d’ora Piqué interviene bene in scivolata in anticipo su Mertens. Il match inizia come una partita a scacchi, 0-0 dopo il primo quarto d’ora di gioco. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Nel leggere le formazioni ufficiali di Napoli Barcellona che sta per cominciare, possiamo intanto ricordare che i blaugrana sono in uno dei periodi più complessi della storia recente: un allenatore esonerato dopo quasi 20 anni a stagione in corso, già 4 sconfitte in campionato e 29 gol incassati in 25 partite non sono numeri da Barcellona, questo senza considerare tutti i problemi interni che sembrano esserci. Un altro dato abbastanza curioso e indicativo è quello relativo alle vittorie consecutive: eravamo abituati a vedere i catalani infilare numeri anche in doppia cifra, e invece in questo caso stiamo parlando di tre serie da quattro successi nella Liga. Quique Sétien ha appena raggiunto il poker grazie al 5-0 all’Eibar; come abbiamo detto, il Napoli potrebbe davvero farcela ma ora non resta altro da fare che metterci comodi e stare a vedere come andranno le cose allo stadio San Paolo, ecco le formazioni ufficiali di Napoli Barcellona che finalmente prende il via! NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Ni. Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, L. Insigne. Allenatore: Gennaro Gattuso BARCELLONA (4-3-1-2): Ter Stegen; Nélson Semedo, Piqué, Umtiti, Junior Firpo; Rakitic, Sergio Busquets, F. De Jong; A. Vidal; Messi, Griezmann. Allenatore: Quique Sétien (agg. di Claudio Franceschini)

PRIMO INCROCIO UFFICIALE

E’ il primo incrocio di sempre in Napoli Barcellona: una sfida che non si è mai disputata nella storia, questo naturalmente deriva dal fatto che i partenopei prima di questo ottimo decennio hanno faticato ad arrivare nelle coppe europee mentre i blaugrana hanno una lunga serie di partecipazioni in Champions League. Sarà un inedito; possiamo ricordare che nel triennio di Maurizio Sarri il Napoli che si era qualificato per gli ottavi di finale aveva incrociato il Real Madrid negli ottavi, aveva anche iniziato alla grande ma poi i blancos, lanciati verso un altro titolo, avevano mostrato la loro superiorità con un doppio 3-1 che aveva eliminato gli azzurri. Il Barcellona invece ha un ricordo pessimo dell’ultima volta in cui ha trovato una squadra italiana (nella fase ad eliminazione diretta almeno, e dunque non considerando le quattro partite dei gironi contro l’Inter): era il 2018 e l’avversaria era la Roma, il 4-1 del Camp Nou sembrava essere un risultato sicuro in vista del ritorno e invece, allo stadio Olimpico, i giallorossi allenati da Eusebio Di Francesco avevano ribaltato tutto con un 3-0 che aveva condotto la squadra alla semifinale di Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA FELIX BRYCH

Napoli Barcellona sarà diretta dall’arbitro tedesco Felix Brych. Adesso andiamo però a conoscere tutta la squadra arbitrale designata per questa bellissima sfida degli ottavi di finale di Champions League al San Paolo: i due guardalinee saranno i signori Mark Borsch e Stefan Lupp, alla VAR avremo il signor Bastian Dankert affiancato dall’assistente AVAR Marco Fritz, infine a completare una squadra tutta tedesca avremo come quarto uomo il signor Harm Osmers. Il signor Felix Byrch è un arbitro di 44 anni nativo di Monaco di Baviera, diventato internazionale nel 2007, che nella scorsa stagione ha diretto ben sei partite in Champions League tra cui lo storico 1-4 dell’Ajax sul campo del Real Madrid ma anche la semifinale di ritorno Ajax Tottenham 2-3, che mandò a Madrid gli Spurs. Nella Champions League 2019-2020 contiamo invece tre direzioni per Brych nella fase a gironi, compreso il pirotecnico pareggio per 3-3 fra Dinamo Zagabria e Shakhtar Donetsk, ma soprattutto il 2-0 del Napoli contro il Liverpool al San Paolo a settembre. Oggi sotto il Vesuvio arriva un’altra big e l’arbitro è di nuovo il fischietto tedesco: sarà un segnale di buon auspicio per la squadra partenopea? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Napoli Barcellona, che sarà diretta dall’arbitro tedesco Felix Brych, si gioca alle ore 21:00 di martedì 25 febbraio presso lo stadio San Paolo: è l’andata degli ottavi della Champions League 2019-2020, una notte che i partenopei aspettavano da tempo e che potrebbe regalare grandi emozioni. Naturalmente il sorteggio non è stato favorevole, ma ci sono speranze di centrare l’impresa; intanto la squadra di Gennaro Gattuso sembra aver ripreso fiato in un campionato nel quale è agganciata al sesto posto e in salute visti gli ultimi risultati, e poi ha pur sempre giocatori pronti ad esaltarsi in serate del genere. Quanto al Barcellona, le quattro vittorie consecutive nella Liga hanno ridato il primo posto ma ci sono assenze pesanti e, in generale, la sensazione è che per Quique Sétien il periodo non sia esattamente straordinario dal punto di vista della storia di una squadra abituata a dominare. Dunque, staremo a vedere come andranno le cose nella diretta di Napoli Barcellona ma, aspettandone il calcio d’inizio, possiamo valutare in che modo i due allenatori intendano disporre le loro squadre sul terreno di gioco, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI BARCELLONA

In Napoli Barcellona Gattuso deve ancora rinunciare a Koulibaly, dunque difesa sostanzialmente scritta con Maksimovic e Manolas davanti a Ospina – che dovrebbe avere la meglio su Meret – mentre ai lati agiranno Di Lorenzo e Mario Rui. A centrocampo il ballottaggio è quello tra Elmas e Fabian Ruiz, con Allan e Lobotka che eventualmente potrebbero provare a dire la loro; verso la conferma Demme come vertice basso, Zielinski opererà sul centrosinistra mentre nel tridente offensivo si rivede titolare Callejon, dall’altra parte Lorenzo Insigne e come centravanti Mertens rimane in vantaggio su Milik, anche perché ha caratteristiche che potrebbero far male alla difesa avversaria. Il Barcellona arriva al San Paolo in emergenza, senza Luis Suarez e Ousmane Dembélé e con Braithwaite non impiegabile in Champions League: dunque Messi e Ansu Fati accompagnano Griezmann nel reparto avanzato, alle loro spalle la mediana prevede come sempre Sergio Busquets da perno centrale con Frenkie De Jong e uno tra Arturo Vidal, Arthur Melo e Rakitic a completare la linea. La difesa è priva di Jordi Alba, quindi spazio a Junior Firpo a sinistra; dall’altra parte giocherà Nélson Semedo, in mezzo Lenglet o Umtiti per affiancare Piqué con ter Stegen che occuperà la porta.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote che l’agenzia di scommesse Snai ha fornito per Napoli Barcellona indicano nella squadra ospite la favorita per questo ottavo di Champions League: il segno 2 per la vittoria blaugrana al San Paolo vi permetterebbe di guadagnare una somma corrispondente a 2,20 volte la somma messa sul piatto, mentre siamo ad un valore di 3,20 volte la puntata per il segno 1 che identifica il successo dei partenopei. Il pareggio, eventualità regolata dal segno X, porta in dote una vincita corrispondente a 3,50 volte quanto avrete investito con questo bookmaker.



© RIPRODUZIONE RISERVATA