DIRETTA/ Real Madrid Manchester City (risultato finale 1-2): colpaccio di Guardiola!

- Claudio Franceschini

Diretta Real Madrid Manchester City streaming video e tv: probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita valida per l’andata degli ottavi della Champions League.

Carvajal De Bruyne Real Madrid Manchester City lapresse 2020
Diretta Real Madrid Manchester City, andata ottavi Champions League (Foto LaPresse)

DIRETTA REAL MADRID MANCHESTER CITY (RISULTATO FINALE 1-2): COLPACCIO DI GUARDIOLA!

Impresa del Manchester City che sbanca il Bernabeu ribaltando il Real Madrid per 1-2, la squadra di Guardiola compie così un bel passo in avanti verso i quarti di Champions League considerando che giocherà la gara di ritorno in casa. Al 78’ i campioni d’Inghilterra riacciuffano il pari con Gabriel Jesus, inutili le proteste dei blancos che chiedevano l’annullamento del gol per un presunto fallo su Sergio Ramos non punito da Orsato. Passano altri quattro minuti e gli uomini di Zidane vanno in tilt, Carvajal in scivolata manca il pallone e travolge Sterling che conquista così il calcio di rigore. Dal dischetto De Bruyne interrompe la maledizione degli undici metri per i citizens e fa mettere la freccia ai suoi, padroni di casa che rimangono pure in dieci per l’espulsione del numero 4, reo di aver fermato fallosamente una chiara occasione da gol. Nel recupero Mendy spaventa Ederson che si distende e salva il risultato. {agg. di Stefano Belli}

ISCO PORTA AVANTI I BLANCOS

Quando mancano circa venti minuti al novantesimo è cambiato il parziale al Bernabeu con il Real Madrid avanti sul Manchester City per 1 a 0. Al 50’ De Bruyne apre per Mahrez che calcia sul fondo, dieci minuti più tardi le Merengues non sbagliano e sbloccano la contesa: Vinicius fa fuori Walker e rimette il pallone al centro dell’area di rigore per l’accorrente Isco che in scivolata batte Ederson e gonfia la rete per la gioia dei padroni di casa. Vedremo cosa si inventerà adesso Guardiola che ha solo due cambi a disposizione dopo essere stato costretto a sostituire l’infortunato Laporte nel corso della prima frazione di gioco. L’impressione, comunque, è che gli uomini di Zidane siano cresciuti parecchio nella ripresa a differenza dei citizens che non hanno saputo alzare i ritmi. {agg. di Stefano Belli}

LAPORTE DI NUOVO KO

Il primo tempo di Real Madrid-Manchester City va in archivio sul risultato live di 0-0, non si è visto nessun gol anche se le due squadre, soprattutto nei minuti che hanno preceduto l’intervallo, ci hanno provato a buttarla dentro. Al 21’ gli uomini di Guardiola interrompono il monologo delle Merengues con la verticalizzazione di De Bruyne per Gabriel Jesus, il brasiliano scarica addosso a Courtois che si fa trovare pronto e respinge la sfera. Sette minuti più tardi il regista belga si mette in proprio, la sua conclusione però lascia parecchio a desiderare. Se non altro la partita finalmente si infiamma, alla mezz’ora Ederson compie un miracolo sull’incornata da distanza ravvicinata di Benzema con Vinicius che sbaglia il tap-in. Da segnalare l’ennesimo infortunio di Laporte che a malincuore deve uscire di scena, cambio obbligato per Guardiola che lo rimpiazza con Fernandinho. Nel recupero Casemiro respinge sulla linea di porta il missile di Gabriel Jesus, poi ci pensa Valverde a spazzare via il pallone allontanando definitivamente il pericolo. {agg. di Stefano Belli}

POCHE EMOZIONI AL BERNABEU

Al Bernabeu l’arbitro Orsato ha dato il via alle ostilità tra Real Madrid e Manchester City per l’andata degli ottavi di Champions League, al ventesimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Tiene banco il “derby” tra i due Mendy, Ferland e Benjamin, che non hanno legami di parentela pur avendo esordito con la maglia del Le Havre, entrambi giocano sulla corsia di sinistra dove provano a dar vita alle azioni offensive delle loro rispettive squadre. Gara che stenta a decollare con i blancos che provano a rompere gli indugi senza impensierire Ederson, la formazione di Zidane occupa costantemente la metà campo avversaria ma non riesce a produrre palle gol degne di nota. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Real Madrid Manchester City è disponibile esclusivamente sulla televisione satellitare: nello specifico il canale di riferimento è Sky Sport Football che trovate al numero 203 del decoder. In assenza di un televisore sarà possibile, come di consueto per tutti i clienti, seguire la partita di Champions League in diretta streaming video attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci al via di questo big match Real Madrid Manchester City. I blancos non arrivano nel migliore dei modi all’ottavo di Champions League: nelle ultime due partite della Liga hanno ottenuto soltanto un punto e, battuti sul campo del Levante senza segnare (zero gol in campionato non si verificavano dal 22 dicembre), sono stati sorpassati dal Barcellona proprio ad una settimana dal Clasico di ritorno, che tuttavia Zinedine Zidane potrà disputare in casa. Un Real Madrid che ha perso l’imbattibilità che nel torneo nazionale durava dal 19 ottobre, una striscia di 15 partite; adesso dunque si tratta di riprendere immediatamente le fila del discorso contro un City che, escluso dalle coppe europee per le prossime due stagioni, potrebbe tirar fuori orgoglio extra e rendere le cose molto complicate alle Merengues. Staremo a vedere: noi possiamo adesso metterci comodi e leggere insieme le formazioni ufficiali per la partita del Santiago Bernabeu, parola al campo perché la diretta di Real Madrid Manchester City comincia! REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Sergio Ramos, Varane, F. Mendy; Modric, Casemiro, F. Valverde; Isco, Benzema, Vinicius Jr. Allenatore: Zinedine Zidane MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Otamendi, Laporte, B. Mendy; Gundogan, Rodri, De Bruyne; Mahrez, Gabriel Jesus, Bernardo Silva. Allenatore: Josep Guardiola (agg. di Claudio Franceschini)

LA SFIDA DEGLI ALLENATORI

Real Madrid Manchester City è anche una straordinaria sfida tra due allenatori che hanno segnato la storia della Champions League, o Coppa dei Campioni. Zinedine Zidane (con tanto di straordinario gol in finale) e Pep Guardiola hanno infatti vinto una competizione a testa quando giocavano, poi da allenatori hanno centrato un totale di cinque titoli. L’allenatore francese, tornato al Real Madrid nel marzo di un anno fa dopo le clamorose dimissioni, è diventato il primo e unico a mettere in bacheca tre Champions League consecutive, impresa che non riusciva in generale dagli anni Settanta. Ci era riuscito il Bayern Monaco, che Guardiola ha allenato per tre anni fermandosi sempre in semifinale; il tecnico catalano ha vinto due volte con il Barcellona, segnando un’epoca e di fatto aprendo ad un altro stile di gioco da parte delle tante squadre che ne hanno poi seguito l’esempio. Pep ha avuto una straordinaria rivalità con José Mourinho di cui di fatto Zidane ha preso il posto sulla panchina del Real Madrid, ora l’incrocio tra due ex calciatori di grandissimo talento potrebbe fare storia a parte e cominceremo a capire quello che succederà nell’andata degli ottavi di finale. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Real Madrid Manchester City conta quattro episodi, e ci presenta un quadro nel quale i blancos sono imbattuti: due pareggi e altrettante vittorie per la squadra della capitale spagnola, che ha centrato due affermazioni al Santiago Bernabeu. Nel primo caso dobbiamo andare alla fase a gironi del 2012-2013: la partita era stata splendida con il City che per due volte si era portato in vantaggio, prima con Edin Dzeko e poi con Aleksandar Kolarov che oggi sono compagni di squadra nella Roma. Marcelo aveva pareggiato il gol del bosniaco, ma poi mancavano 5 minuti al 90’ quando il laterale serbo aveva timbrato; eppure il Real Madrid aveva comunque trovato la rimonta decisiva con Karim Benzema e Cristiano Ronaldo. Nel 2016, prima e finora unica volta in cui gli inglesi hanno disputato una semifinale di Champions League, c’erano stati molti meno gol: pareggio a reti bianche all’Etihad, al ritorno il gol che aveva mandato in finale Zinedine Zidane, lanciandolo verso la prima di tre coppe consecutive, era stato un autogol: quello di Fernando al 20’ minuto. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Real Madrid Manchester City, che sarà diretta dall’arbitro italiano Daniele Orsato, va in scena alle ore 21:00 di mercoledì 26 febbraio: grande spettacolo al Santiago Bernabeu per l’andata degli ottavi di Champions League 2019-2020. Si parte in una situazione di grande equilibrio: i blancos hanno vissuto il ritorno di Zinedine Zidane in panchina un anno fa, e provano a ripartire riprendendosi quel trofeo che hanno sollevato per tre stagioni consecutive. Intanto però in campionato hanno fatto un punto nelle ultime due partite, e appena prima del Clasico sono stati sorpassati dal Barcellona in vetta; ancora peggio va al Manchester City, ormai fuori dalla corsa al titolo ma soprattutto con la stangata della UEFA che ha cancellato la partecipazione alle coppe europee per le prossime due stagioni. Questa tuttavia potrebbe essere la molla per mettere finalmente le mani sulla Champions League, in attesa di scoprire cosa succederà in estate viviamo una grande serata con la diretta di Real Madrid Manchester City, provando anche a ipotizzare in che modo i due allenatori potrebbero disporre le loro squadre in campo con la lettura delle probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI REAL MADRID MANCHESTER CITY

Zidane deve fare a meno di Eden Hazard e ovviamente di Asensio, infortunatosi in estate: il belga peraltro dovrà stare ai box per due mesi e dunque potrebbe tornare per un’eventuale semifinale – forse solo per il ritorno, peraltro. Nel tridente offensivo trova dunque spazio Bale, che affiancherà Benzema con Isco dall’altra parte; a centrocampo invece da valutare un Federico Valverde ormai titolare, a fargli spazio uno tra Modric e Kroos visto che Casemiro è inamovibile davanti alla difesa. Il reparto arretrato sarà ovviamente comandato da Sergio Ramos, con Varane altro centrale; in porta Courtois, mentre Carvajal e Ferland Mendy agiranno sulle corsie laterali. Buone notizie per Pep Guardiola che ritrova Sterling e Leroy Sané: il tedesco non è al top e andrà al massimo in panchina, l’inglese dovrebbe essere titolare nel tridente che sarà completato da Bernardo Silva – in vantaggio su Mahrez – e Aguero favorito su Gabriel Jesus. Rodri dovrebbe nuovamente essere piazzato come playmaker basso, con De Bruyne da mezzala d’assalto e uno tra David Silva e Gundogan a completare la mediana; davanti al portiere Ederson ci saranno Fernandinho e Otamendi, Walker in vantaggio su Joao Cancelo per la fascia destra mentre Benjamin Mendy correrà sul versante opposto.

QUOTE E PRONOSTICO

Per un pronostico su Real Madrid Manchester City abbiamo le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai: gli inglesi sono favoriti avendo un valore di 2,40 volte la puntata sul segno 2, ma la partita del Bernabeu è in realtà in equilibrio visto che il segno 1 per l’affermazione dei blancos vi farebbe guadagnare 2,75 volte quanto messo sul piatto. Il pareggio, eventualità regolata dal segno X, porta in dote con questo bookmaker una vincita corrispondente a 3,65 volte la vostra giocata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA