MARIA ELENA BOSCHI PRESENTA ITALIA VIVA A ROMA/ Partito Renzi: obiettivo Campidoglio?

- Dario D'Angelo

Maria Elena Boschi presenta Italia Viva a Roma: Giachetti, Rosato e Nobili presentano il nuovo partito di Matteo Renzi alla Capitale. E sullo sfondo…

Matteo Renzi e Maria Elena Boschi italia viva
Matteo Renzi e Maria Elena Boschi (LaPresse)

Dagli spazi del Cinema Adriano, in Piazza Cavour 22 a Roma, Maria Elena Boschi, Roberto Giachetti, Luciano Nobili e Ettore Rosato presentano oggi Italia Viva, il nuovo progetto politico di Matteo Renzi, che si propone questa mattina anche agli elettori della Capitale. Un passaggio da interpretare come antipasto alla Leopolda che tra qualche giorno fungerà da vero e proprio manifesto dell’iniziativa renziana, vedendo in prima fila l’ex segretario del Pd. Occhio però a sottovalutare l’appuntamento odierno: secondo le indiscrezioni de “Il Messaggero”, nelle difficoltà del Pd di individuare un nome buono per il dopo-Raggi, potrebbe inserirsi proprio Italia Viva. Lo schieramento di Matteo Renzi, nel gioco delle alleanze che dà vita alla maggioranza di governo a livello nazionale, potrebbe infatti chiedere l’espressione di un candidato d’area alle prossime elezioni per il Campidoglio…

BOSCHI PRESENTA ITALIA VIVA A ROMA

Importante sarà comunicare fin da subito una potenzialità a livello elettorale. Boschi e gli altri dirigenti romani spiegano:”L’importante è dimostrare che non siamo un partito di Palazzo ma un movimento di popolo”. Come detto, oltre all’ex ministro per le Riforme, sono presenti al cinema Adriano anche Roberto Giachetti, già candidato sindaco contro la Raggi per il Partito Democratico, nonché Luciano Nobili, animatore della sua campagna elettorale ora responsabile dell’area romana per Italia Viva. A chiudere l’appuntamento con la “Leopolda alla romana” sarà il deputato Ettore Rosato, già capogruppo del Pd alla Camera e coordinatore dei comitati di Azione Civica, incubatrice del partito di Renzi sul territorio. Oggetto del dibattito? Obiettivi del nuovo soggetto politico e perché della scissione: se sarà un successo si capirà tra poco…



© RIPRODUZIONE RISERVATA